di

Orazio

O fortes peioraque passi
mecum saepe… nunc vino pellite curas:
cras ingens iterabimus aequor
(O forti che insieme a me patiste
altre volte ben peggio…cacciate col vino gli affanni:
domani ritenteremo l’immensità del mare).

Segnalato da: Mario Quattrucci

Commenta

clicca qui per inviare un commento