di

q. b., quanto basta | APERITIVI D’ARTE | Presentazione del libro di Fabrizio Marchi Non ero il solo | Gens, Rione Monti

Lunedì 22 marzo alle ore 19,30: presentazione del libro di Fabrizio Marchi Non ero il solo (Mimesis Edizioni).

q. b., quanto basta è un’iniziativa che presenta e accoglie una serie di appuntamenti ed eventi per creare un alternativo e informale luogo d’incontro dedicato al confronto sull’arte e sulla cultura e che diventi angolo d’affezione conviviale dando vita a una rete di relazioni tra persone affini e con interessi comuni. Con la cadenza di alcuni lunedì al mese, dall’ora dell’aperitivo, in un piccolo e noto luogo romano è possibile incontrare persone del mondo delle arti, dell’editoria, del giornalismo, del sapere, della creatività e dell’industria culturale invitati a parlare tra loro di un libro scritto, una rivista o una pubblicazione editata, un film diretto o interpretato, un’opera realizzata o una mostra organizzata… Il tutto, appunto, q. b. quanto basta: titolazione che rimanda alla giusta quantità di ingredienti-base (sale, olio, pepe, limone, aceto, alcool, spezie etc.) indicati nelle ricette e necessari alla preparazione di una pietanza ben riuscita.

q. b. quanto basta è un progetto nomadico, itinerante e consolidato nel tempo e curato da Barbara Martusciello che si avvale, di volta in volta, di collaborazioni diverse. In questa nuova serie lo spazio che ospita è il piccolo raffinato GENS, nel Rione Monti, un quartiere che si sta sempre più caratterizzando come rive gauche della vitalità culturale romana.

LUNEDI’ 22 marzo si presenterà il libro di Fabrizio Marchi titolato Non ero il solo (Mimesis Edizioni); l’appuntamento si terrà alla presenza dell’autore e di amici e protagonisti degli anni e delle storie dei turbolenti anni Settanta che il volume tratta con ironia tra memoria storica, politica e aneddotica personale.

Il libro, da poco uscito ma già un piccolo successo editoriale, è un illuminante racconto della tumultuosa e travagliata adolescenza dell’autore, vissuta nel pieno degli anni ’70 e condivisa da tanti giovani in quel lungo e contraddittorio periodo storico. Non si tratta di una semplice autobiografia ma, come recita il titolo, anche del ritratto di una generazione, quella di coloro che all’epoca avevano tra i quindici e i vent’anni e che si sono ritrovati a vivere un’esperienza irrepetibile, entusiasmante ma anche dolorosa sotto molto aspetti.

Il racconta tratta della vita nel quartiere dove il protagonista è cresciuto, del liceo che ha frequentato, delle prime esperienze sessuali, della militanza politica e si addentra nella malattia e nella morte di sua madre, raccontando degli amici morti in circostanze violente, delle angosce, delle inquietudini  ma anche delle ragazzate, dell’incoscienza e delle irrequietezze di un giovane che si è trovato a dover affrontare, come molti in quel decennio, eventi più grandi di lui. Insomma, Non ero il solo, come recita la sinossi in quarta di copertina, è un romanzo solo in parte autobiografico; è il ritratto disincantato e disilluso, ma anche ironico, di un’epoca e di una generazione bruciata e cresciuta troppo in fretta raccontate attraverso gli occhi e il linguaggio di un ragazzo che gli eventi hanno prematuramente reso adulto.

“E’ un libro sia per i giovani che per quelli della mia generazione – spiega l’autore – per i primi potrebbe essere uno strumento per leggere quella fase storica in modo più ironico e leggero di quanto non sia stato fatto finora. Per gli altri un ‘occasione per riflettere sui cambiamenti epocali che sono avvenuti in questi quarant’anni di storia. Insomma non solo e non tanto un come eravamo ma soprattutto un modo per capire chi siamo ora, dove stiamo andando e, soprattutto, se ci piace dove stiamo andando”.

  • Lunedì 22 marzo 2010, ore 18,30 – 22: presentazione, lettura, incontri dalle 19.30.

L’ingresso è libero, con consumazione ma ricco buffet offerto da  GENS, Via del Boschetto 73/74, rione Monti, Roma; tel. 06.48913832. Altre informazioni: 347/2508315,

Anche  su Facebook_Eventi.

5 commenti

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • sono già stato alla precedente presentazione alla Feltrinelli la settimana scorsa, sarà l’occasione per partecipare anche questa volta.thanks!

  • Grazie, mi sembra un libro interessante, oggi serve confrontarsi su quegli anni, anzi è importantissimo.

  • Vitale è non dimenticare, in un Paese che ha perso la capacità di analizzare e imparare dagli errori e dalle vittorie… Un libro piacevolissimo, ne dà un punto di vista: intimo ma condivisibile. Ci saremo.

  • Grazie Prof., una utile occasione di incontro piacevole e carina, con professionisti e gente del mondo della cultura, e artisti interessanti e anche molto gentili: così è tutto a portata di mano, senza paletti e attese da agenda alla mano prima di poter incontrare questo o quel critico, artista, gallerista ecc. Grazie davvero. A quando il prox appuntamento?

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!