di

Italo Calvino

L’occhio non vede cose ma figure di cose che significano altre cose.
da Le città invisibili

1 commento

clicca qui per inviare un commento

  • ..cio’ vuol dire che dobbiamo entrare nell’introspezione della mente piu’ recondita per fare associazioni su quel che vediamo..? ..oppure stiamo parlando di un semplice e banale “miraggio” che qualcuno puo’ rimirare in un deserto,mentre c’e’ un sole che scannerizza il cervello del suddetto malcapitato..? ..o ancora,codesta espressione e’ figlia dell’altra piu’ famosa..” cose dell’altro mondo”..?