di

Georges Braque

L’arte deve disturbare, la scienza deve rassicurare.

1 commento

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • ..questa affermazione che sembra una provocazione,in realta’ sa di retorica.. un Galileo Galilei non sarebbe daccordo ..un Giordano Bruno poi.. le loro nozioni scentifiche crearono solo scompiglio al punto da far degenerare il disprezzo negli animi dei dotti di quel tempo.. Buddha insegnava ai suoi monaci che il passato,il futuro,lo spazio,le cose..erano solo nomi,parole,pensieri,in realta’ solo superficiali.. a differenza dei Greci o degli Egiziani che avevano piena considerazione delle loro formule e teorie da lasciarle ai posteri in eterno.. quindi mi preme citare la mia frase preferita, presa in prestito da A. Einstein,cioe’ che tutto e’ relativo.. L’arte disturba perche’lo ha deciso l’egoico microcosmo di un artista che avendo un animo in ribellione cerca complici tra un pubblico..questa e’ arte circoscritta e non fa evolvere gli intelletti in direzioni infinite. Aristotele diceva che si possono imitare le cose come si vorrebbe che fossero,o peggio di come sono.. non e’ la bellezza fine a se’ma la bravura dell’artista che fa la bellezza dell’arte..all’infinito. e’ tutto. ciao. Alberto

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese