di

Gianni Bertini

Fare il pittore, o meglio l’artista, non significa distribuire pillole d’oppio colorate ma chiarire l’evoluzione della condizione umana.

2 commenti

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • ..be’,l’idea che l’arte sia una pillola d’oppio colorata mi spoetizza la possibile sensibilita’che io posso provare..ma poi,andiamoci piano allora con la distribuzione delle forme d’arte,se veramente servono per chiarire la condizione umana che si evolve.. ..la condizione umana e’ cosi’ variegata,cosi’ camaleontica,poliedrica..che non fai in tempo a fotografarla che gia’ e’ cambiata..nel tempo,nei luoghi e nelle culture di visione del mondo..sarebbe come recintare la mente..da dove si dovrebbe iniziare a mettere i paletti..? ..Van Gogh era depresso..quindi i suoi dipinti non possono chiarire l’evoluzione.. G.Leopardi era malinconico e pessimisticamente realista (..del doman non v’e’ certezza..)quindi,neanche i suoi scritti possono chiarire.. Leonardo da Vinci si spinge dentro la realta’..vuole scoprire i segreti..ma per esempio un Botticelli vuole oltrepassarla,vuole l’idea libera,ma non ha la Fede …Chopin era cosi’ malato che non poteva esser attivo piu’ di tanto perche’ il suo fisico si stancava,e per questo era obbligato a scrivere temi musicali delicati e andanti.. ma mai vigorosi e dinamici,perche’ le sue braccia non lo assistevano.. Beethoven invece aveva problemi di acuti,cioe’ il suo udito ad un certo punto,poteva sentire solo le note medie..nelle sue opere,questo e’ evidente.. potrei elencare una miriade di personaggi e relative opere,per dire che e’ impossibile mettere a fuoco l’evoluzione della condizione umana perche’ dipende sempre tutto dallo stato d’animo e fisico, di chi crea e di chi ammira la creazione.. ..non ci puo’ essere una scenza esatta sul criterio di valutazione,se vogliamo essere obiettivi.. e’ tutto. ciao. Alberto

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese