di

Book-corner: Sangue del suo Sangue, incontro con Gaja Cenciarelli

Fin da piccola Margherita è stata terrorizzata dal padre, il generale Scarabosio, che le impone una disciplina claustrale. Ma anche dopo l’assassinio di lui per mano delle Brigate Rosse, la sua vita è una successione di divieti. Fino al giorno in cui Pierfrancesco – un giovane opportunista da cui si crede amata – la convince a trasferirsi a Roma per diventare presidentessa del Comitato per il Sostegno ai Famigliari delle Vittime delle BR, fiore all’occhiello della campagna elettorale di Bruno Chialastri, imprenditore a servizio dei potenti e suo capo.
Ciò che Margherita non sa è che la segretaria personale di Chialastri, è infiltrata da un gruppo armato che s’ispira alle BR e che lo vuole uccidere proprio la mattina delle elezioni del 2006. Come presidentessa del comitato si trova impegnata a difendere la memoria di un padre che odiava, mentre si lascia piano piano coinvolgere in una congiura di segno opposto.

C’é un pò di politica in questo libro, ci sono i filamenti di un passato che, pure, sarebbe interessante rileggere con altri occhi, c’é un po’ d’amore, e c’é molta morte. Fisica, ma non soltanto.
C’é la vita, scomposta ed incompleta, che c’insegue di nascosto.

Photogallery dell’evento

Il cursore diretto sulle immagini visualizzerà le didascalie; cliccare sulle stesse per ingrandire.


Sangue del suo sangue di Gaja Cenciarelli (Edizioni nottetempo) è un libro che parla di percorsi faticosi e di quotidianità distorte. Che parla di una donna, Margherita, che porta in sé frammenti di noi, delle nostre paure, dei dubbi, delle scaramanzie; di un essere che riporta alla luce le nostre domande affossate, i sentimenti spacciati, le ricerche abbandonate e, pagina dopo pagina, ci presenta scenari nuovi, che fanno evolvere il racconto e ci fanno regredire fin nel più profondo dei nostri abissi.
E ci proscioglie dai luoghi comuni non permettendo la comodità del pensiero collettivo. In questo modo “Sangue del suo sangue” diventa un inoltrarsi all’interno di un sentire umano assolutamente diverso da quelli che pensiamo di conoscere.

il 24 novembre alle ore 19.00

  • Partecipazione: Ingresso libero.
  • Presso: Bibliothè, Via Celsa 4-5 Roma

Parleremo di questo con l’autrice Gaja Cenciarelli e con Stefano Galieni giornalista di Liberazione
Sarà possibile fare domande, approfondire gli argomenti del libro, soddisfare le curiosità sulla scrittura. Sarà possibile acquistare una copia del libro personalizzato con l’autografo della scrittrice e, infine, sarà possibile fermarsi a cena con Gaja Cenciarelli e condividere insieme specialità indiane, chiacchiere e nuove scoperte.
La “cena con l’autore” da Bibliothè, agli amici di art a part of cult(ure) è offerta al prezzo speciale di 15 Euro.

Gli altri Book-Corner in programma >>

a cura di Isabella Moroni

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!