di

Elio Vittorini

Non più una cultura che consoli nelle sofferenze ma una cultura che protegga dalle sofferenze, che le combatta e le elimini

2 commenti

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • makebbelllla!!!! Brave!!! Grande Vittorini che mai suonò il piffero per niuno, da spirito libero!!!!

  • ..oh,ma che vorrebbe insinuare,Vittorini..? ..la cultura vista come surrogato di angelo custode o di prototipo di scienza illuminante che avvolge tutti gli infelici,poco acculturati,i traumatizzati,problematici,vaganti nel deserto dell’ignoto..e tutti gli altri sprovveduti..e li salva..?! ..e’ l’evoluzione che placa le sofferenze..il vero problemone e’ che non tutti hanno gli stessi tempi di evoluzione..questo,perche’ tutti i nostri comportamenti vanno per algoritmi.. ..non volendo entrare nella filippica,mi fermo qui..chi vorra’ capire,capira’..e’ tutto.ciao. Alberto

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!