Incontro con art a part of cult(ure), fra parole e musica, presso l’Istituto di Pedagogia Familiare

Venerdì 16 marzo 2012
Presso l’Istituto di Pedagogia Familiare
Viale Trastevere 209 A/1, Roma
dalle ore 18.30

Il cursore diretto sulle immagini visualizzerà le didascalie; cliccare sulle stesse per ingrandire.


Ideato da Raffaella Aragosa coordinatrice INPEF per la Cultura, l’incontro vuole essere un momento di riflessione e scambio su come l’arte possa essere elemento fondante nella costruzione dell’individuo e di come una realtà come art a part of cult(ure), grazie al suo lavoro di approfondimento delle notizie, riesca a diversificare i punti di vista e permetta un approccio più costruttivo ed accrescitivo utile alla formazione di nuove visioni.

Parteciperanno:
Isabella Moroni, direttrice art a part ofcult(ure) che racconterà le due realtà di art a part of cult(ure): la rivista e l’associazione che la edita. la mission che le caratterizza e la sua caratterizzazione “al femminile”
Giampaola Marongiu
, responsabile web e immagine art a part of cult(ure) che farà il punto sulla la vision grafica, la tecnologia e le scelte di usabilità e veicolazione delle informazioni; i lettori e il loro apporto, le statistiche e i numeri del progetto e dell’uso dei social networks
Barbara Martusciello
, editor in chief art a part of cult(ure) che mostrerà il percorso e la storia delle esperienze della rivista, dell’associazione; le collaborazioni, le partnership, le iniziative.
La serata proseguirà con l’intervento del violoncellista Medhi Elias Baba-Ameur al quale seguirà un approfondimento sul significato di fare cultura oggi e sul modo in cui art a part of cult(ure) fa cultura attraverso gli occhi di alcuni redattori e collaboratori della rivista.

 

artapartofculture redazione

artapartofculture redazione

E’ un magazine nato con l’intento di trattare in maniera agile e approfondita, di promuovere, diffondere, valorizzare le arti visive e più in generale la cultura della contemporaneità nelle sue molteplici manifestazioni

Commenta

clicca qui per inviare un commento