di

Carlo Dossi

L’arte non imita, interpreta.

2 commenti

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • ..non e’ vero..per lo meno,non piu’.’arte imita e anche spudoratamente.. non c’e’ piu’ struttura innovativa e originale nell’architettura, nella pittura, nella musica ..nell’architettura non troviamo idee tali per le quali.tra duemila anni,qualcuno scavando fino alle nostre stratificazioni, potra’ incantarsi nello studiare le nostre opere cementizie o litiche ..nella pittura,c’e’ un tale saccheggio di idee e di esperimenti gia’ attuati e ripresentati.. e’ meglio fare silenzio stampa.. ..nella musica,poi..le note sono sette..ogni composizione ne ricorda un’altra..se ne accorgono anche gli sbarbatelli,figuriamoci,noi,generazione di transito degli anni 60.. non voglio sparare a zero sulle opere letterarie,dove l’espressione “interpreta” ha il sapore solo della speculazione mentale.. Non possiamo cambiare nulla di tutto quello che..solo una cosa,possiamo cambiare; noi stessi! e’ tutto. ciao. Alberto

  • Aggiungo:
    ” l’Arte è il linguaggio silenzioso di un processo alchemico che mira all’eternità “, ma oimè oggi è sopratutto la capacità di sopravvivere ; di VENDERSI e di SAPER VENDERE anche L’IMPOSSIBILE. Specchio dei tempi !!!
    T.L.

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese