di

Solo Anna (Magnani), con le foto in esclusiva della pieces teatrale

Inimitabile, imparagonabile, Anna Magnani. Un omaggio con tocchi intensi, una volta nel mondo di questa grandissima attrice e importante personaggio della cultura non solo cinematografica e neorealista, icona di una certa Italia che (si) stava ricostruendo, riuscendo via via a imporre il suo segno autoriale a livello internazionale: è quello che emerge in SOLO ANNA,  diretto da  Eva Minemar e interpretato da Lidia Vitale in un monologo di 50 minuti in atto unico tratto dal testo teatrale di Franco D’Alessandro, ROMAN NIGHTS, sulla vita della Magnani.

Il cursore diretto sulle immagini visualizzerà le didascalie; cliccare sulle stesse per ingrandire.

Così ci spiega lo staff dell’iniziativa:

“L’autore, in questo nuovo lavoro esplora gli aspetti drammatici, divertenti e allo stesso tempo toccanti della donna e dell’artista: dal fallimento del primo matrimonio con Alessandrini, alla sua storia con Massimo Serato da cui ha avuto il suo unico e amatissimo figlio, al grande amore con Roberto Rossellini con cui ha condiviso vita e arte.”

La Vitale dà corpo e anima a colloqui ideali, componendo un ritratto pubblico e privato della prima attrice non americana a vincere un Oscar.

“Il testo rivela i tratti più  intimi e affascinanti non solo della sua vita, tumultuosa dentro e fuori la scena, ma anche della sua straordinaria carriera di artista riconosciuta a livello internazionale.
Anna Magnani, vissuta a cavallo tra gli anni ‘30 e ‘70, ha combattuto per tutta la vita: per ottenere gli stessi diritti lavorativi degli uomini, per imporre un’immagine di donna diversa, per ottenere la patria potestà del figlio, Luca; ma soprattutto ha combattuto per restare fedele a se stessa e alla propria arte, in cui l’attrice Magnani non può prescindere dalla donna Anna.”

La pieces teatrale, rappresentata per la prima volta all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles nel marzo 2012, si ripropone in questi giorni nel bel posto polifunzionale in pieno Centro storico romano, Howtan Space, a pochi passi dalla famosa Piazza, Campo de’ Fiori, ambientazione e titolo del primo film che vede l’attrice come vera protagonista, assieme ad Aldo Fabrizi, nel 1943.

SOLO ANNA da Howtan Space è curato in collaborazione con Takeawaygallery, ormai marchio di esposizioni ed eventi non solo capitolini che con questo luogo ha attivato una sorta di partnership di più lunga durata, come ci rivela e ci preannuncia Stefano Esposito che è anche uno degli autori delle foto qui pubblicate.

Di seguito le foto inedite delle prove dello spettacolo (Biglietti: costo 20 €  – di cui 5 € di tessera associativa annuale, 15 € ingresso – e solo su prenotazione per capienza obbligata di massimo 60 posti. Organizzazione generale: Viviana Broglio; in collaborazione con: Istituto Luce – Cinecittà; Patrocini: Municipio Roma Centro Storico -Politiche Culturali) che andrà in scena oggi, venerdì 1 febbraio ingresso ore 20.00 con aperitivo, ore 21.00 inizio spettacolo; sabato 2 febbraio ingresso ore 20.00 con aperitivo, ore 21.00 inizio spettacolo; domenica 3 febbraio, ore 18.30 inizio spettacolo, con aperitivo).

L’aperitivo, offerto da La Tognazza Vini, è anch’esso legato al mondo di un certo glorioso Cinema, dato che l’azienda vinicola nacque  alla metà degli anni ’60 per volontà di Ugo Tognazzi che volle creare, nella sua tenuta di Velletri,  prodotti d’eccellenza.

  •  Howtan Space, Vicolo del Polverone 3, Roma – 06 68807953 – info@howtanspace.com
  • I biglietti si possono acquistare oltre che da • Howtan Space, da • Takeawaygallery, via della Reginella 11, Roma- zona Ghetto – 06 68809645 – takeawaygallery@gmail.com – orario: lun/sab 12.00 – 18.00
  • Viviana Broglio – viviana.broglio@gmail.com

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!