di

Volterrateatro 2013: Festival internazionale di teatro, musica, danza, poesia, video, arte e cultura

COMUNE DI VOLTERRA, REGIONE TOSCANA, PROVINCIA DI PISA
COMUNI DI POMARANCE, CASTELNUOVO V.C., MONTECATINI V.C.,
IDEALCOOP E NUOVA IDEALCOOP COOPERATIVA SOCIALE
FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA

Volterrateatro 2013
Festival internazionale di teatro, musica, danza, poesia, video, arte e cultura
Volterra, Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Montecatini Val di Cecina (Pisa)
dal 22 al 28 luglio 2013
XXVII edizione
direzione artistica Armando Punzo
organizzazione Carte Blanche
Si rialza il sipario sul Festival VolterraTeatro, giunto alla sua XXVII edizione.

Il Festival, diretto da Armando Punzo, si svolgerà a Volterra e nei comuni di Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina e Montecatini Val di Cecina, dal 22 al 28 luglio.

Fedele alla sua storica vocazione eclettica, VolterraTeatro 2013 insisterà, anche quest’anno, nel solco della contaminazione artistica e della sperimentazione più avanzata.

È all’interno di tale dimensione di poliedricità che si chiarisce la scelta, portata avanti con audacia già da diversi anni, di eleggere la poesia a spazio privilegiato della riflessione culturale coltivata dal Festival volterrano.

La poesia come dimensione trasversale in cui si fondono diverse declinazioni espressive, come sguardo inattuale e dunque lucido sulla realtà, come luogo inedito di reinvenzione dell’immaginario contemporaneo.

In uno tra i vari anticipi di programma, che introdurranno alla settimana clou del Festival, proprio la poesia si renderà protagonista di una esperienza performativa ospitata da La Rocca Sillana di Pomarance (19 luglio), superba cornice di austera magnificenza per una scalata verso un metaforico Olimpo abitato da arabeschi sinestetici di voci e versi. L’evento è promosso da “Officina Rolandi” di Pomarance

Punta di diamante di una rassegna, che prevede il coinvolgimento di importanti formazioni artistiche, sarà lo spettacolo della ormai storica Compagnia della Fortezza.

Da venticinque anni, infatti, le mura della Fortezza Medicea di Volterra custodiscono uno degli spazi più innovativi della scena teatrale italiana ed internazionale.

Lo spazio recluso del carcere, forzato con tenacia nelle sue retoriche totalizzanti dalle logiche di una teatralità professionale, pionieristica e audace, si è rivelato, quasi per paradosso, luogo principe di apertura, fucina di lavoro per architetti di dimensioni altre rispetto a quella fenomenica, intervallo di tempo fuori dal tempo ordinario.

Nata dall’intuizione di Armando Punzo, la Compagnia della Fortezza, notoriamente composta da detenuti-attori del Carcere di Volterra, si è conquistata nel tempo un importante ruolo all’interno della storia teatrale contemporanea tout court, imponendosi all’attenzione di pubblico ed addetti ai lavori per la creazione di nuovi linguaggi teatrali e come specialista in fabbricazione di mondi immaginari abitati da corpi e voci di irriproducibile potenza.

Santo Genet Commediante e Martire – primo studio (23-26 luglio) è il titolo provvisorio del nuovo atteso lavoro della Compagnia, che in questa occasione si confronta con le opere e gli scritti di Jean Genet, scrittore, drammaturgo e poeta francese tra i più discussi e controversi del nostro Novecento teatrale. A firmare regia e drammaturgia dello spettacolo che sarà presentato nel Carcere di Volterra, come di consueto, Armando Punzo.

La Compagnia compie nel 2013 un quarto di secolo, e i festeggiamenti per il traguardo raggiunto si fondono, senza soluzione di continuità, con il Festival VOLTERRATEATRO 2013.

Proprio sulle suggestioni dall’universo di Genet, ad esempio, in una sorta di percorso concettuale e filosofico condiviso, si innesterà il lavoro dell’artista toscano Mario Francesconi.

VOLTERRATEATRO è promosso da Comune di Volterra, Regione Toscana, Provincia di Pisa, Comuni di Pomarance, Castelnuovo V.C. e Montecatini V.C.. Un contributo notevole proviene anche da Idealcoop e Nuova Idealcoop cooperativa sociale, ente attivo sul territorio della Val di Cecina, da diversi anni al fianco del Festival. Un ringraziamento particolare va alla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, storica sostenitrice del Festival.

Altro importante anticipo di programma, sarà la giornata evento: MERCUZIO E ALTRE UTOPIE REALIZZATE- 25 anni di teatro della Compagnia della Fortezza

Mercoledì 26 giugno (dalle ore 17.00) si apriranno infatti i primi festeggiamenti per questo importante compleanno. Le sale del Gabinetto Vieusseux (Palazzo Strozzi-Firenze), ospiteranno MERCUZIO E ALTRE UTOPIE REALIZZATE- 25 anni di teatro della Compagnia della Fortezza con Armando Punzo e gli attori della Compagnia della Fortezza: Aniello Arena, Franco Felici, Massimiliano Mazzoni, Giuseppe Venuto.

Una serata per raccontare venticinque anni di teatro della Compagnia della Fortezza. Un teatro indissolubilmente legato alla sua biografia. Attraverso i frammenti di alcuni degli spettacoli più importanti, ne sarà ripercorsa la storia, e grazie anche ai contributi di amici, critici, rappresentanti delle istituzioni di ora o di un tempo e studiosi che da sempre sono stati spettatori di quest’esperienza, ma che ora fanno parte a tutti gli effetti, della vita, della storia e della realizzazione di questa utopia.

L’opera dell’artista Mario Francesconi, che quest’anno accompagna lo sviluppo creativo del nuovo lavoro su Genet della Compagnia della Fortezza, sarà presente con tutta la sua emozionante forza.

Info Festival:

Ufficio stampa

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese