di

Roma e gli Ebrei ricordano insieme

Giorno della Memoria 2014
ECAD e la Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte del MIBACT con liceo E.Q.Visconti
presentano
“Roma e gli ebrei ricordano insieme”
lunedì 27 gennaio

con il patrocinio
ANPI-ANED LAZIO-MIBACT- REGIONE LAZIO-ROMA CAPITALE-Ass.CULTURA CREATIVITA E PROMOZIONE ARTISTICA COMUNE DI ROMA- FONDAZIONE MUSEO DELLA SHOAH CeRSE

Mattino: LICEO VISCONTI – Piazza del Collegio Romano
Pomeriggio: MIBACT – Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte, Sala della Crociera – Via del Collegio Romano, 27

La storia si scrive continuamente col ricordo, col ricordo delle sue fonti, riscritture, testimonianze, lacerazioni. L’anniversario diventa simbolo per fare in modo che il dolore dell’umanità ferita dai mostri del passato operi continuamente nel presente e impedisca la nascita di nuovi mostri. Da questa responsabilità morale non possiamo allontanare il nostro sguardo. Soltanto una lucida visione del male e della sofferenza creata dall’uomo sull’uomo può iniziare la concreta trasformazione della storia attiva fuori dalle logiche della sopraffazione e del potere.

Per questa settima edizione della Giornata della Memoria 2014, l’ ECAD, diretta da Vittorio Pavoncello, ha ritenuto doveroso dedicare l’iniziativa de “La memoria degli altri” alla città di Roma con “Roma e gli ebrei ricordano insieme”.
E’ la storia di Roma, (con i suoi luoghi della memoria e del fascismo) sia durante la guerra sia durante il regime razzista promosso dal fascismo e proseguito dal nazismo, a essere il nostro centro di attenzione perché in questa s’iscrive la sorprendente deportazione degli “ebrei del Papa”. E sono purtroppo due gli anniversari da ricordare nell’arco di pochi mesi “Il 16 ottobre 1943” deportazione degli ebrei romani dal ghetto e il “24 marzo 1944” eccidio delle Fosse Ardeatine. Oggi, che i temi, i diritti e la qualifica di cittadino sono al centro dell’attenzione e della riflessione sia delle istituzioni sia degli stessi cittadini, ricordare non può fare che bene per sapere cosa avveniva quando l’essere cittadino era un concetto a discrezione di un potere razzista. Gli eventi in programma nel pomeriggio del 27 gennaio alla Sala della Crociera presentano al pubblico ricerche e spunti di riflessione originali e della più recente attualità.

La Tavola Rotonda (sala della Crociera ore 15.45) vede insieme per la prima volta insieme i più autorevoli storici della Shoah dell’occupazione nazista di Roma (Livio Crescenzi, Anna Foa, Lutz Klikhammer, Sandro Portelli, Andrea Riccardi) e proprio dal loro confronto ne potrà uscire una visione d’insieme su di un periodo storico ancora ricco di polemiche e risvolti poco noti; assolutamente nuovo è il libro di Grazia Di Veroli ( Sala della Crociera ore 17.30) uscito nel mese di gennaio 2014 che oltre a fornire una documentazione sui convogli dimenticati offre la preziosa testimonianza di un sopravvissuto alla Shoah; anche la parte musicale ( sala della Crociera ore 15.00) sebbene già presentata in altri contesti ha delle sonorità e discorsi ancora poco noti che offrono suggestioni e riflessioni attraverso il linguaggio della musica; la poesia, invece, da sempre oggetto di polemica per quanto riguarda l’inesprimibile della shoah proverà ancora una volta a sfidare l’indicibile e l’oblio; la drammatizzazione – a partire dai libri sull’argomento shoah in Italia insieme alla musica – creata appositamente per lo spazio della biblioteca suggerisce un significativo connubio fra suoni voci e spazio, in opposizione ad una cultura che bruciava i libri; l’attesa proclamazione dei vincitori del premio Teatro, Cinema e Shoah (sala della Crociera ore 18.00) darà l’anteprima sulle nuove creazioni; la rilettura in chiave romanesca dei fatti del 16 ottobre dà attraverso il linguaggio di Roma colori ed emozioni inesplorate; e infine la presentazione in anteprima assoluta del film di Vittorio Pavoncello Roma una breve eternità (sala della Crociera ore 21.00) che riassume l’occupazione nazista di Roma attraverso volti e voci di oggi aggiunge alla celebrazione del 27 gennaio 2014 un programma che della memoria fa uno dei pilastri per la costruzione di futuri più umani e distanti da discriminazioni sia razziali sia sociali.

Il programma del mattino al Liceo Visconti prevede una lectio magistralis di Anna Foa (biblioteca Visconti a partire dalla ore 9.30) sulla storia di una casa del ghetto sotto l’occupazione nazista.
Seguiranno proiezioni video su storie e Frammenti 1943/44 ideati da Pia di Bitonto e Valeria Tomasulo insieme agli studenti del Liceo Visconti.

Maria Concetta Petrollo Pagliarani, Direttrice della Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, ha collaborato per la realizzazione di questa giornata della Memoria 2014

ROMA E GLI EBREI RICORDANO
Programma lunedì 27 gennaio 2014
Mattino LICEO VISCONTI
h9/12

UNA MICROSTORIA: UNA CASA DEL GHETTO SOTTO L’OCCUPAZIONE NAZISTA 1943-44
Anna Foa (ex -allieva del Liceo Visconti): Lectio magistralis

STORIE E FRAMMENTI 1943/1944
con la collaborazione degli studenti del Liceo Visconti
ideazione e interviste a cura di Pia Di Bitonto
riprese video e montaggio di Valeria Tomasulo

IL VISCONTI E LA STORIA
gli alunni del liceo e la Shoah

Pomeriggio/sera SALA CROCIERA
h15.00 PACE SPLENDA è un “piccolo oratorio” di 9 minuti per soli, coro e orchestra commemorativo dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, musica Marco Piacente, testo di Michele di Pilla registrazione prodotta da Tito Schipa Jr.

TRASPORTO 1941
musica di Lucio Gregoretti, Andrea Ceccomori flauto, Antonio Caggiano percussioni

ROMA 16-08-43 I NOMI DELLA RAZZIA
voce recitante Cristina Noci
a cura di Pia Di Bitonto

h15.45 ROMA 8 SETTEMBRE ‘43 – 4 GIUGNO ’44
Tavola rotonda con Livio Crescenzi, Anna Foa, Lutz Klinkhammer, Sandro Portelli, Andrea Riccardi

h17.15 HAI DATO IL MIO NOME A UN ALBERO a cura di Lidia Riviello
legge Maria Grazia Calandrone

h17.30 I CONVOGLI DIMENTICATI
incontro con Grazia Di Veroli e il suo libro: La Scala della Morte
intervista a Mario Limentani, deportato il 4 gennaio 1944

h18.00 PREMIAZIONE IV EDIZIONE CONCORSO TEATRO CINEMA E SHOAH
CeRSE e SFCT Università Tor Vergata, Fondazione Museo della Shoah, Edizioni Progetto Cultura.
Intervengono. Giuseppe Novelli, Franco Salvatori, Massimo Rosati, Leone Paserman, Giulio Latini

h18.30 HAI DATO IL MIO NOME A UN ALBERO a cura di Lidia Riviello
legge Lidia Riviello

h18.45 DAL GHETTO AL LAGER a cura di Pia Di Bitonto
letture tratte da: Foa, Terracina, Antonucci (Il portico d’Ottavia 13 – Roma,

16 ottobre 1943 Anatomia di una deportazione – Diario di via Tasso )
legge Barbara Valmorin
alla viola da braccio Margherita Fina

h19.45 QUER 16 DE OTTOBRE
opera romanesca in versi di e con Alberto Ciarafoni

h21.00 ROMA UNA BREVE ETERNITA’ film di Vittorio Pavoncello

interpreti Beatrice Palme e Lydia Biondi. ECAD e ARTEPOINT Produzio
Ufficio stampa
Giovanna Nicolai
mobile: 333/66-38-186
ECAD
Ebraismo Culture Arti Drammatiche
Viale delle Mura Gianicolensi, 96 00152 Roma
tel +39 366.4545656
www.ecad.name
ecad@live.it
P.I. 10116311001

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese