di

Ri_Bâtiment in moving

Ri_Batiment-in-moving-2014-webRi_Bâtiment in moving
da un’idea di Alberto D’Amico, Massimo Arduini e Tino Franco
Studio Campo Boario (viale del Campo Boario, 4/A), Roma
1 febbraio 2014 dalle ore 19.00 alle 22.00

Il gruppo dei Bâtiment, che ha realizzato la mostra-occupazione dello stabile di Campo Boario propone in unica soluzione 22 video, per sviluppare temporalmente, l’arco di una serata, ciò che con l’occupazione era avvenuto nello spazio lo scorso Aprile 2013. I video, di media/breve durata, sono molto eterogenei ed hanno un carattere spesso fortemente “sperimentale” nell’approccio tecnico e di realizzazione. Sovente strumenti di ripresa casuali o a bassa resa qualitativa, come da cellulari, compattine digitali, etc.. o frutto di repechage storici come nel caso di Cardinali o di D’Amico. Alcuni degli artisti infatti sono filmaker per formazione, altri hanno affiancato da qualche tempo le immagini in movimento al loro precedente lavoro, altri ancora sono alla loro prima esperienza con il video. L’idea di proporre questi lavori tutti in una serata nasce dalla volontà di dare seguito all’esperienza precedente e come tappa intermedia di un futuro progetto, molto impegnativo, vale a dire la realizzazione di un lungometraggio collettivo. Una sorta di tenuta d’allenamento dove gli artisti sono allo stesso tempo fra loro avversari e compagni di squadra. Il senso della proiezione consiste in un confronto libero tra generazioni e modalità di visualizzazioni, come un prototipo dove le personalità sono ancora distinte e separate.
A questo appuntamento seguiranno altri 3 incontri espositivi e di “occupazione” come vetrine del Progetto Bâtiment D’Ami in cui gli artisti inviteranno a collaborare un ospite per un’installazione/evento site-specific. In questa fase vi sarà anche la collaborazione con dei critici/studiosi del contemporaneo a supervisione dei 3 incontri. Contemporaneamente il gruppo di lavoro del film comincerà a valutare repertori e location del progetto d’animazione/filmico che ci auspichiamo maturerà nel corso della Primavera/Estate.
Lo Studio Campo Boario nasce in uno spazio progettato dall’architetto Quadrio Pirani nel 1950. La sua posizione fortemente evocativa, a ridosso delle Mura Aureliane, di fronte alla Piramide Cestia e al Cimitero Acattolico, sembra aver facilitato la vocazione dello studio all’incontro ponendosi il fine ambizioso di far dialogare non solo le arti tra loro (cinema, arti visive, musica, architettura, scrittura) ma anche con la scienza, l’economia e la ricerca in genere. Fin dal 1991 lo Studio Campo Boario ospita numerosi eventi. Dal 2007 lo spazio propone con regolarità le serate di Piramide Channel, condivisione visiva di corti e lungometraggi, documentari, videoarte e film d’animazione, presentati dagli autori, da storici e critici. Nel 2010 lo Studio Campo Boario e Piramide Channel partecipano con un evento collaterale, la rassegna di documentari Roma/Intorno a Roma, alla Festa dell’Architettura di Roma Index-Urbis, evento replicato all’interno della rassegna Architettura a Confronto tenuta nello Studio nel 2011. Sempre nel 2011 sono iniziati gli incontri del Caffè Scientifico, ovvero temi complessi proposti in forma divulgativa.

VIDEO
RITA MANDOLINI: Entro un minuto – dur. 1’ (Reflex Digitale) – 2013
IGINIO DE LUCA: Autovelux’ – dur. 1’39” (fotoc. Digitale Canon 5D hd) – 2013
TIZIANO CAMPI: Naviga ma non rema – dur. 3’ 34” (fotocamera digitale) – 2013
CHIARA GIORGETTI : One Day – dur. 2’08” (IPod Touch e Galaxy S4) / A subsidiary consequence 1 (le città
d’arte) dur. 1’35” ( Galaxy S4 e Nikon Coolpix P520) – 2013
LEO CANALI: Crocifissione+Tentativo di disincanto (le lacrime non esistono) – dur. 4’58”- 3’08 – 2013
ELENA NONNIS: Round about – dur. 2’ 49” stop-motion – 2012 (?)
ALBERTO D’AMICO: Ahi disperata vita – dur. 3’ (16 mm.) – 1990
MASSIMO ARDUINI: Beach Memory – dur. 2’ (fotoc. digitale compatta Olympus D600) – 2008
TINO FRANCO: Pasta all’Amatriciana – dur 3’ (betacam) – 1998
ELEONORA ANGELONI: Subconscious – dur. 4’16” ( camera digitale ) – 2010
ROBERTO PILONI: Borderline – dur. 5’ 01’ ( mini DV ) – 2012
SAURO CARDINALI: Piromachia (serie “Sulla cima di tutte le montagne c’è il fuoco”)-dur. 18’ 25” (super8) – 1982
DANIELA ARABELLA: Assunta – dur. 9’ 51” (di Eros Puglielli) 16 mm. – 1995
SIMONE BERTUGNO: My cheap space ship (sci-fi-lo fi odyssey) dur. 3’ – 2014
DELPHINE VALLI: Notiziario – dur. 1’ 30” (i Pad Touch) – 2014
ARACELI MARTINEZ GARCIA: La morte di mio marito – dur. 1 ’ 38 ” (telecamera digitale Sony ) – 2010
ARDUINI – D’AMICO: Attachment – dur. 5’ stop-motion (mini-DV) – 2005
DE LUCA – PILONI – ARDUINI serie Mima l’Arte,
episodi n. 5 e 15 – dur. 1’06 – 1’ 55 (Panasonic 3ccd mini-DV sd) – 2009/2010

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!