di

Passeggiate Romane: Libero De Libero, gli artisti della Galleria La Cometa, anni ’30 e ’40 dell’Arte in Italia. Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale

Continuano le attività a sostegno di www.artapartofculture.net
dedicate ai soci e ai lettori della rivista online.
Le Passeggiate romane hanno un costo di E 10 * per gli iscritti all’Associazione
(* esclusi eventuali costi di biglietto d’ingresso ai siti e ai musei delle visite)
e sono comprensivi di materiale informativo.

Libero De Libero, gli artisti della Galleria La Cometa,
gli anni ’30 e ’40 dell’Arte in Italia
Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale
con la Dott.ssa Barbara Martusciello

QUANDO

l’appuntamento è per
MERCOLEDÌ 19 FEBBRAIO, ORE 10

APPUNTAMENTO

ingresso del museo, via Francesco Crispi 24 -Roma

E’ obbligatoria la prenotazione: 
339 4423786 – b.martusciello@artapartofculture.net

La collezione della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale comprende oltre tremila opere: dipinti, sculture, disegni, incisioni che costituiscono un prezioso patrimonio per la storia del collezionismo e della cultura artistica a Roma sullo scorcio dell’Ottocento e lungo la prima metà del Novecento.

In questa visita si percorrerà un settore interessante di quest’ampia raccolta d’arte che è concentrata sul poeta, sceneggiatore (dei film Non c’è pace tra gli ulivi e Giorni d’amore, entrambi diretti da uno dei padri del Neorealismo: Giuseppe De Santis) e narratore di Fondi che a Roma visse e lavorò dedicandosi anche alle arti visive. La rassegna Libero De Libero e gli artisti della Cometa rende omaggio a questo personaggio e, con una 40ina tra dipinti e sculture realizzate dagli artisti da lui sostenuti e lanciati nei tre anni di attività (1935-1938) della galleria romana da lui diretta, a un periodo storico capitolino e italiano vitalissimo.

La Cometa, dell’aristocratica mecenate Anna Letizia (Mimì) Pecci Blunt, era diventata un autorevole centro di produzione espositivo ed editoriale, con trentasei mostre nei locali in Piazzetta Tor de’ Specchi a Roma, una succursale a New York e un’altra pronta ad aprire i battenti a Parigi; una collezione di opere inedite di scrittori italiani con edizioni speciali arricchite dai disegni di artisti e un’attività incessante che riuscì a influenzare le scelte delle Biennali veneziane e delle Quadriennali romane ma invisa agli organi di regime tanto da essere costretta a chiudere per le pesanti reazioni fasciste e a causa del sopraggiungere delle orribili leggi razziali (emanate in Italia tra il 5 Settembre 1938 e il 29 Giugno 1939). Respirando l’atmosfera di quel periodo, accompagnati dai racconti di quegli anni complessi, drammatici ma, anche, vivaci, pieni di cultura e fertili connessioni, si ammireranno opere di Afro, Milena Barilli, Bartoli, Giuseppe Capogrossi, Giovanni Colacicchi, Felice Casorati, Ferruccio Ferrazzi, Nino Franchina, Guglielmo Janni, Carlo Levi, Giacomo Manzù, Marino Marini, Roberto Melli, Fausto Pirandello, Gino Severini, Alberto Ziveri: una campionatura di opere anni ’30 e ’40 nella città eterna legate, quindi, a uno tra i più raffinati intellettuali del’900 italiano. Completano la selezione una serie di ritratti di Libero de Libero, eseguiti dai più importanti artisti del Novecento e provenienti da collezione privata che ci apriranno a quella che è considerata una sorta di “Bella Epoque romana”.

  • Ticket ingresso Museo: gratuito (aventi diritto); ridotto (aventi diritto) € 5,50; intero € 6,50
  • Arrivo e parcheggio con mezzi propri: facile e accessibile su Via Barberini; come arrivare con mezzi pubblici: Metro A fermata Barberini; autobus di percorrenza su Via del Tritone
  • Durata della visita: circa due ore.Difficoltà: nessuna

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!