di

Pablo Echaurren: Iconoclast

pabloPablo Echaurren: Iconoclast
Arte Contemporanea in mostra alla Estorick Collection

Accanto a Giorgio de Chirico: Mito e mistero, la Estorick Collection ospiterà una mostra di collage dinamici di Pablo Echaurren (n. 1951), uno dei più importanti artisti che lavorano oggi in Italia. Pablo Echaurren: Iconoclast sarà in mostra dal 19 marzo al 18 maggio 2014.

Figlio del surrealista cileno Roberto Sebastian Matta, Echaurren è un artista il cui immaginario sfugge alla categorizzazione. Figura nomade e mercuriale, il suo lavoro si muove liberamente tra arte e arte applicata, spaziando tra pittura, ceramica, video e scrittura.

Sullo sfondo della Pop Art, dell’Arte Povera, del minimalismo e dell’arte concettuale, nei primi anni Settanta Echaurren ha sviluppato un linguaggio visivo originale, risentendo di una miriade di influenze che vanno dal fumetto al lavoro del grande artista e incisore giapponese, Hokusai (1760-1849 ). In questo periodo ha realizzato piccoli dipinti con smalto o acquerello su cartone, caratterizzati da una molteplicità d’immagini che ricordano la struttura sequenziale del cartoon. Verso la fine degli anni Ottanta ha dipinto le sue prime opere su tela, combinando riferimenti contemporanei, come i graffiti, con immagini medievali, e ha cominciato a sperimentare la ceramica, traendo ispirazione dalla cultura precolombiana. Queste influenze sono state assimilate con la sensibilità tipica dell’abitante del villaggio globale che vive in un’epoca di comunicazione rapida. Recentemente Echaurren ha esplorato la sua passione per la musica contemporanea, dedicando una serie di opere ai Ramones e organizzando mostre dedicate al rock and roll e al basso elettrico.

Cresciuto nel mito di Dada e di Marcel Duchamp, Echaurren ha incontrato il lavoro del fondatore del futurismo F.T. Marinetti nel momento in cui questo movimento non era stato ancora riconosciuto diffusamente. Ha iniziato a raccogliere libri futuristi, giornali e manifesti, costituendo quella che oggi è considerata la collezione più completa del suo genere – collezione che è direttamente collegata ai collage in mostra alla Estorick Collection. Risalenti agli anni 1995-2012, queste opere, costituite da frammenti di ritagli di giornale e pagine di pubblicazioni futuriste, mescolano elementi della cultura alta e della cultura pop, tra cui esponenti del avanguardie storiche, personaggi dei cartoni animati e musicisti punk. Riflettendo l’irriverente volto iconoclasta di questo bibliofilo, essi rendono omaggio alla vitalità dell’avanguardia moderna e al tempo stesso rivisitano uno dei suoi generi più emblematici.

Per ulteriori informazioni e immagini, si prega di contattare:
Sue Bond Public Relations Tel. +44 (0)1359 271085, info@suebond.co.uk, www.suebond.co.uk

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese