di

Daniel Ezralow. Open, prima assoluta al Teatro Vascello

Teatro Vascello
TeatroStabile d’Innovazione
STAGIONE TEATRALE 2013-2014
DANZA PRIMA ASSOLUTA ROMANA
10,11,12 aprile ore 21,00 – 13 aprile ore 18,00
BaGS entertainment
OPEN
uno spettacolo diretto e coreografato da DANIEL EZRALOW
scritto da Daniel Ezralow e Arabella Holzbog
con SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET
assistente coreografo : Michael Cothren Pena
costumi di America Appareil
OPEN è stato realizzato anche grazie al contributo di illumia

Dopo un primo anno di tour con entusiastici riscontri ovunque, torna a grande richiesta nei teatri italiani “Open”, il nuovo spettacolo del geniale coreografo statunitense Daniel Ezralow.
“Open” si ripropone al pubblico con un’importante novità: la collaborazione con il Spellbound Contemporary Ballet, una delle più prestigiose compagnie italiane di danza contemporanea diretta dal coreografo Mauro Astolfi. Nasce così uno stimolante sodalizio fra due realtà consolidate nel mondo della danza internazionale; un sodalizio rafforzato da una stima

reciproca e dalla necessità di intraprendere e sperimentare nuove strade creative e artistiche.
Gli straordinari e talentuosi ballerini dello Spellbound Contemporary Ballet arricchiranno e daranno nuovo impulso e rinnovata energia ai divertenti e coinvolgenti quadri creati da Daniel Ezralow.

In “Open”, la danza contemporanea si fonde con la musica classica in un esaltante connubio che trasporta il pubblico in una nuova dimensione dove umorismo e intensità danno vita a una miscela esplosiva di straordinaria fantasia creativa, emozione scenica e puro entertainment. L’arte coreografica di Daniel Ezralow, infatti, si fonda su un’idea di danza fatta di divertimento, agilità, sorpresa, leggerezza, coinvolgimento diretto del pubblico, utilizzo emozionale delle tecnologie visive più all’avanguardia. Sono questi gli elementi che hanno reso le sue coreografie veri e propri “eventi” mediatici. Teatro, cinema, televisione, musica, moda, sport, pubblicità: non c’è interpretazione dell’arte del movimento, e in generale della comunicazione visiva, che non sia stata sperimentata da Daniel Ezralow e dal suo straordinario talento.

“Open” è un inno gioioso alla vita e a tutto ciò che essa porta inevitabilmente con sé: dalle frenesie quotidiane all´amore, dalla passione al dolore, dalla rabbia alla gioia.
Brevi quadri, fulminanti vignette, che tengono il pubblico in uno stato di eccitante attesa e meravigliata sorpresa e che fanno dello show una inarrestabile ed esaltante serie di climax tecnici ed emotivi. Il vocabolario espressivo di Ezralow è come sempre provocatorio e con l’intento di interrogarsi continuamente sul concetto di danza, umanità, ecologia.
Ascolta il battito del tuo cuore: è il ritmo della vita che ci invita alla danza”.

Promo video:

BaGS Entertainment
uff. stampa: Cristina Atzori Tel. (+39) 02 67071216 – cristina.atzori@bagsentertainment.com

DANIEL EZRALOW
Nato a Los Angeles, Daniel Ezralow comincia lo studio della danza a UC Berkley in California e fra il 1976 e il 1986 collabora con 5×2 Plus, Lar Lubovitch, Paul Taylor e i Pilobolus.
Eccezionale performer e ballerino solista, come coreografo si distingue per il suo linguaggio fatto di invenzioni sempre nuove e sorprendenti. È inoltre tra i fondatori dei celebri MOMIX e ISO (I’m so Optimistic), un gruppo di danza che unisce al notevole talento artistico uno straordinario virtuosismo tecnico e acrobatico. Con la compagnia ISO, in qualità di codirettore, coreografo e ballerino solista, inizia tournée in tutto il mondo, irmando numerose coreografie per molti Festival internazionali e grandi compagnie stabili. Parallelamente agli Iso crea coreografie per Hubbard Street Dance Company Chicago, Batsheva Dance Company of Israel, Paris Opera Ballet, Rudolf Nureyev, London Contemporary Dance Company, Maggio Musicale Fiorentino, Manhattan Ballet, Atlanta Ballet, Kibbutz Contemporary Company e per la Fête de l’Humanité di Parigi e altri. Nel teatro lirico realizza le coreografie per “L’Olandese Volante” di Wagner all’Opera di Los Angeles, alla Houston Opera e alla English National Opera.
Nel 1994 debutta con uno spettacolo multimediale di notevole successo, “Salgari”, in qualità di primo coreografo, ballerino e regista. Per l’apertura del Festival Internazionale della Danza di Milano 1995/1996, concepisce, dirige e coreografa “Mandala”, lavoro meditativo-multimediale ispirato al buddhismo tantrico. Con questo spettacolo inizia una lunga tournée nei maggiori teatri italiani, poi a Londra al Peacock Theatre nella stagione dei Sadlers Wells e in Sud America. Nell’edizione del 1996 del Maggio Musicale Fiorentino coreografa e balla in “Aida”.
Tra le sue molteplici partecipazioni teatrali, coreografa lo spettacolo a Broadway di Julie Taymor “The Green Bird” e crea la coreografia (affiancando Vittorio Gassman sul palcoscenico) per un adattamento del “Moby Dick” di Melville al Teatro Champs Elysees. Fra i suoi lavori più recenti: coreografie e co-regia del musical “Tosca- Amore Disperato” di Lucio Dalla; coreografie e coregia di “Aeros”, spettacolo unico nel suo genere (che ha debuttato al Teatro Smeraldo di Milano nel corso della stagione 2004/2005), con David Parsons, Moses Pendelton e i campioni
della Federazione Ginnastica Rumena; collabora alla creazione delle coreografie del Hit Musical “LOVE” con le musiche dei Beatles e il Cirque Du Soleil. Nell’aprile 2007, debutta a Milano il suo nuovo spettacolo, “WHY_BE EXTRAORDINARY WHEN YOU CAN BE YOURSELF”, uno show di grande impatto visivo che si avvale delle più moderne tecnologie scenografiche.
Nel 2001 inizia a collaborare come coreografo con la televisione italiana e lavora per lo show di Adriano Celentano “125 milioni di caz..te”. Dal 2007 collabora con la produzione della trasmissione “Amici di Maria De Filippi”: realizza le coreografie che il suo corpo di ballo esegue durante le sfide dei cantanti nella fase serale del programma. Nella stagione 2009 firma le coreografie della nuova produzione del musical “CATS”, musiche di Andrew Lloyd Webber, curando la regia con Saverio Marconi.
Nel 2010, nel 2011 e nel 2012 crea le coreografie di apertura del Festival della canzone italiana di Sanremo e si esibisce in brevi apparizioni. Nel 2011 firma le coreografie dello show di Fiorello ” Il più grande spettacolo dopo il weekend”.
Cura le coreografie del Musical “Spiderman – turn off the dark”, diretto da Julie Taymor e musiche di Bono e The Edge .
Ezralow ha ricevuto dall’American Choreographer Innovetor’s Award il premio come miglior coreografo in un Tv show special “Aeros Bravo”, ha ricevuto anche un EMMY AWARD per il “PBS” special “Episodes” e una nomination agli EMMY per lo spettacolo del 1998 agli Academy Award, premi ricevuti anche al Premio Positano e a Nijinsky Award. Nel Luglio 2006 riceve anche il Premio Ischia Gassman. Nel mondo della musica pop crea coreografie per video musicali e tournée, collaborando con Sting, U2, David Bowie, Pat Metheny, Andrea Bocelli,
Ricky Martin, Josh Groban e Faith Hill.
Nel mondo del cinema, prende parte alla realizzazione di numerosi film, tra i quali “La visione del sabba” di Marco Bellocchio, “L’ultimo concerto” di Francesco Laudadio, “Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti” di Lina Wertmuller, “Ulisse e la balena bianca” di Vittorio Gassman, “Casa ricordi” di Mauro Bolognini, “The Grinch” di Ron Howard, “StereoFututre” di Nakano Hiroyuki, fino al recentissimo “Across the Universe”, nuovo Film-Musical di Julie Taymor.
Ezralow ha offerto la sua collaborazione anche nel mondo della moda, lavorando con stilisti quali Issey Miyake e Koji Tatsuno, Roberto Cavalli, Hugo Boss e inoltre la sua immagine è stata utilizzata in molte campagne pubblicitarie internazionali.
Attualmente Daniel Ezralow sta lavorando alle coreografie della cerimonia di apertura delle XXII Olimpiadi Invernali a Sochi, Russia 2014.

SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET
Nata a cavallo tra il 1994 e il 1995, fondata e diretta da Mauro Astolfi, il Spellbound
Contemporary Ballet rappresenta attualmente una delle maggiori espressioni della coreografia italiana. Forte di una cifra stilistica inconfondibile e di eccellenze in termini di qualità degli interpreti, la compagnia si colloca oggi nella rosa delle proposte italiane maggiormente competitive sul piano dell’offerta culturale internazionale. Gli anni delle principali produzioni sono certamente quelli dal 2001 in poi, con le creazioni “Camouflage”, “Quattro-il disordine
delle stagioni”, “Stati Comunicanti”, “Duende”, “Carmina Burana”, “Nafas”, “Emotional Balance”, “Downshifting”, “Lost For Words”, “Le Quattro stagioni”, “Don Giovanni”, “Lost for Words”, “Relazioni (pericolose)”.
La Compagnia, costituita da nove eccezionali interpreti, esprime al meglio il  linguaggio dell’autore Mauro Astolfi, talentuoso coreografo affermatosi anche sulla scena internazionale come free lance con lavori per Kitonb Extreme Theatre Company, Balletto di Roma, Szegedi Kortárs Balett -Ungheria, Liepziger Ballet e Munich Gärtnerplatztheater –Germania, River North Chicago Dance Company e Philadelphia BalletX-USA.
Dal 2000 l’attività di Spellbound è sostenuta dal Ministero per i Beni e le attività Culturali e dal 2010 è rappresentata in Austria, Germania, Svizzera e Scandinavia da Cultur Partner e dal 2011 in Canada, Usa, Messico da Elsie Management.
Nel 2012 Spellbound è l’unica compagnia italiana assegnataria di un NDP subsidy per un tour negli Stati Uniti sviluppatosi per cinque settimane durante la stagione 2012/2013 nelle principali città degli States.

NOTE BIOGRAFICHE
Espressione di un’artisticità e di un modello, sia imprenditoriale sia creativo, dinamici e in costante rinnovamento, in sintonia con l’evolversi delle esperienze e influenze del tessuto culturale di riferimento, la compagnia mutua nel 2011 il suo storico nome nell’accezione di Contemporary Ballet .
Forte di una cifra stilistica inconfondibile esaltata da un ensemble di danzatori considerati tra le eccellenze dell’ultima generazione, Spellbound si colloca oggi nella rosa delle proposte italiane maggiormente competitive sul piano dell’offerta culturale internazionale, espressione di una danza che si offre al pubblico con un vocabolario ampio e in continua sperimentazione, convincendo le platee dei principali Festival in Italia come in Spagna, Croazia, Serbia, Stati
Uniti, Russia, Bielorussia, Svizzera, Corea, Germania, Austria, Francia e Thailandia.
L’attenzione a standard performativi di qualità ha reso l’immagine di Spellbound adatta a uscire dai Teatri per impreziosire numerose serate Rai firmate da Vittoria Cappelli e Vittoria Ottolenghi, laddove musica e danza sono al servizio di prodotti dedicati spesso a tematiche artistiche più ampie.
Spellbound Contemporary Ballet ha inoltre posto negli anni le basi di un percorso dove il divario tra spettatore, amatore e artista si è fatto sempre più sottile, alimentando attraverso quasi venti anni di seminari e workshop una filiera creativa che ha avvicinato al palcoscenico migliaia di danzatori e curiosi e consolidando questo processo dando luogo a un autentico vivaio in termini di formazione in rapporto dialettico con la Compagnia.
Questa esperienza ha dato vita a una factory culturale ormai esempio e punto di riferimento per diversi giovani coreografi emergenti, catalizzando l’attenzione di appassionati così come di amatori che si identificano in un modello dinamico e di spinta verso una creatività a tutto tondo.

Biglietteria danza

  • intero € 15,00
  • ridotto € 12,00
  • Abbonamenti
    carnet 10 spettacoli a scelta (prosa+danza)    € 100,00
    carnet 5 spettacoli a scelta   (prosa+danza)  € 60,00

Botteghino:

  • dal martedì al venerdì dalle 9 alle 21.30 orario continuato
  • lunedì dalle 9 alle 18,00
  • sabato dalle 16 alle 21,30
  • domenica dalle 16 alle 19

Teatro Vascello _ Via Giacinto Carini 78 _  Zona: Monteverde  ROMA

Ufficio Stampa Teatro Vascello

SOSTIENI LA CULTURA VIENI AL TEATRO VASCELLO

UNO SPAZIO DI LIBERTA’ DOVE L’IMMAGINAZIONE DIVENTA REALTA’

Come raggiungerci: Il Teatro Vascello si trova in Via G. Carini 78 a Monteverde Vecchio a Roma sopra a Trastevere, vicino al Gianicolo. Con mezzi privati: Parcheggio per automobili lungo Via delle Mura Gianicolensi, a circa 100 metri dal Teatro. Parcheggi a pagamento vicini al Teatro Vascello: Via Giacinto Carini, 43, Roma tel 06 5800108; Via Francesco Saverio Sprovieri, 10, Roma tel 06 58122552; Via Maurizio Quadrio, 22, 00152 Roma tel 06 5803217.

Con mezzi pubblici: autobus 75 ferma davanti al teatro Vascello che si può prendere da stazione Termini, Colosseo, Piramide, oppure: 44, 710, 870, 871. Treno Metropolitano: da Ostiense fermata Stazione Quattro Venti a due passi dal Teatro Vascello

Coop. La Fabbrica dell’Attore (ONLUS)
iscritta all’Albo delle Cooperative n.A138933
Partita Iva 00987471000 C.F. 01340410586
via Giacinto Carini n.78 00152 Roma tel. 065881021 fax 065816623
E-mail: amministrazione@teatrovascello.it

www.teatrovascello.it

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese