di

La Signora dei Baci. Luisa Spagnoli in un libro che racconta una storia di bellezza e di forza

SignoraDeiBaci_500x700Luisa Spagnoli, un nome della moda che non è mai passato di moda. Uno dei primi negozi monomarca visti in Italia, il porto sicuro dell’eleganza per molte generazioni. Non per caso, infatti nei cassetti conservo ancora una scatola appartenuta a mia nonna che, probabilmente, conteneva un capo della famosa angora calda e soffice di sua invenzione.

Ma Luisa Spagnoli è stata anche La Signora dei Baci, come raccontano nel loro libro edito da Graphofeel, Maria Letizia Putti e Roberta Ricca: una donna che è stata più avanti della sua epoca e ha basato la sua storia sull’ingegno e la capacità andare fino nel fondo della vita, dei sentimenti, delle necessità vere, semplici, costruttive.

Il libro La Signora dei Baci ha preceduto la fiction di Rai1 e, più di questa riesce a portarci nel mondo segreto di Luisa Spagnoli, nella sua vita familiare, fra i suoi affetti, i suoi rimpianti, le sue gioie, la sua fatica e fin dentro il contesto sociale che ha vissuto emergendo lentamente, ma incessantemente, da un’infanzia di povertà e dolore fino a diventare la creatrice di uno dei prodotti più conosciuti e amati al mondo, i Baci Perugina, sì proprio quelli con la carta d’argento stellata di blu.

Le autrici la descrivono burbera e riservata, dedita al suo lavoro, concentrata sulla sua strada, attenta alle sue scelte, ma sempre legata alla famiglia di origine; Luisa sa prendere al balzo le occasioni che le si presentano, fino a decidere di abbandonare abitudini e certezze affettive e reinventandosi ogni volta grazie al suo sapere racchiuso nelle mani capaci di innovazioni nello stile e nel gusto, soprattutto in quello speciale di abbinare colori e sapori per dar vita a qualcosa mai esistito prima. Come le caramelle ed i cioccolatini della Perugina, un’avventura iniziata con una semplice drogheria e cresciuta grazie ad intuizioni, attenzioni sociali, alleanze e amore.
Perchè anche in quello Luisa Spagnoli fu all’avanguardia scegliendo di non rinuciare, solo per mantenere le convenzioni, ad un affetto sincero e a lei molto simile: quello di Giovanni Buitoni.

Ma la storia va letta proprio come vogliono le autrici, bussando pian piano alla porta di Luisa Spagnoli e condividendo con lei cibo, abiti, spazi, lavoro, sospiri, amicizie. Solo così ci è possibile conoscerla veramente, comprendere come sia riuscita a creare il suo sogno senza mai perdere di vista il suo passato e non smettendo mai di dare spazio al benessere delle operaie e dei loro figli.

La Signora dei Baci è una biografia romanzata alla quale si mescolano interessanti approfondimenti sulla società a cavallo fra due secoli, su abitudini e novità, su moda e cultura.

A noi lettori resta ancora oggi un angolino di quel sogno, la carta rossa croccante delle caramelle Rossana, i bigliettini dentro ciascun Bacio e magari un golfino d’angora indistruttibile racchiuso in una scatola gialla a pois blu con il logo in corsivo.

Incontreremo le autrici del libro La Signora dei Baci giovedì 25 febbraio p.v.
presso la Libreria Cultora in Via F. Ughelli, 39 – Roma (Quartiere Appio Latino)
per il primo degli ArtApartEvents del 2016

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!