Movie # 10 – Il cliente di Ashar Farhadi

Poster

Il Cliente (titolo originario Forushande) è “il racconto di una vicenda in cui azione teatrale e quotidianità si ritrovano in una specularità significante” (mymovies.it). Vincitore del Prix du scénario e del Prix d’interprétation masculine al Festival di Cannes 2016, il film di Ashar Farhadi, di produzione Iran-Francia, fa scorrere in parallelo la vita di tutti i giorni dei protagonisti con la loro attività teatrale, la messa in scena di Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller, con l’intento di evidenziare quei veloci cambiamenti sociali che stanno avvenendo in Iran.

Anche se alla fine io non ho capito quello che realmente è accaduto; anche se alcuni passaggi sembrano didascalici e ridondanti e già visti, l’atmosfera costruita trasmette tutta la difficoltà di alcune relazioni e di alcune situazioni.

Quanto lo scorrere di una vita possa essere improvvisamente stravolto, senza alcuna speranza e possibilità di ritorno a come era prima. E, soprattutto, quanto per la donna siano difficili certi racconti e certe scelte e opinioni. Scena più bella: lo schiaffo a piena mano dato da Emad a “il cliente”.

È un film che lascia con molto amaro in bocca e con un certo peso sullo stomaco.

 

 

Daniela Trincia

Daniela Trincia

Daniela Trincia nasce e vive a Roma. Dopo gli studi in storia dell’arte medievale si lascia conquistare dall’arte contemporanea. Cura mostre e collabora con alcune gallerie d’arte. Scrive, online e offline, su delle riviste di arte contemporanea e, dal 2011, collabora con "art a part of cul(ture)". Ama raccontare le periferie romane in bianco e nero, preferibilmente in 35mm.

Commenta

clicca qui per inviare un commento