Fra opera, musical e zarzuela il concerto di Daniela Ferri racconta passioni e vita.

Sarà un modo per incontrare la Musica nelle sue molteplici sfaccettature il concerto che il soprano Daniela Ferri offrirà al pubblico romano sabato 22 aprile alle ore 19,00 nella Chiesa Valdese di Via IV Novembre, 107 (quella che, salendo da Piazza Venezia, si specchia su Via della Pilotta alle spalle della Roma più antica) con ingresso libero.

Il suo concerto lirico sarà caratterizzato da molteplici arie: dalla musica da camera all’opera, dal musical all’operetta, alla zarzuela, seguendo le passioni musicali e letterarie che l’hanno portata ad alternare il canto alla recitazione.

Secondo me il canto e la recitazione sono artisticamente, tecnicamente e interpretativamente arti molto simili; spesso – racconta Daniela Ferri – mi sono servita dell’una per risolvere l’altra cercando per esempio la musicalità del fraseggio nella recitazione e viceversa la ricerca del fraseggio sulla parola per interpretare una frase musicale. D’altronde sono appassionata di musica e teatro praticamente dalla nascita ed ho interpretato diversi stili, repertori ed autori. Sicuramente nella letteratura ciò che mi è stato più a cuore e che ripropongo sempre anche in chiave moderna è la tragedia greca e poi il teatro e la poesia di Federico Garcia Lorca. Nella musica Rossini, Puccini e la musica spagnola classica, flamenca”.

Ad accompagnare la cantante nel suo concerto al pianoforte il Maestro Stephen Kramer, pianista e direttore d’orchestra americano che ha collaborato con prestigiosi teatri stabili lirici, con il Festival di Spoleto ed altre istituzioni europee, americane e asiatiche.

A duettare con lei alcuni ospiti con i quali inventare nuove delizie musicali come il baritono spagnolo Silverio De la O, il tenore Stefano Tesoro e il mezzosoprano Caterina Novak.
Daniela Ferri da molti anni porta avanti progetti sia teatrali, sia legati al canto e alle figure femminili, dopo il concerto del 22 aprile lavorerà ad altri concerti lirici, ad un corto cinematografico di Elisa Torri, ed ha in programma uno speciale Barbiere di Siviglia da rappresentare, per l’estate romana, in un cortile del centro.

Daniela Ferri, nata a Roma, soprano e attrice si perfeziona nel canto classico, non trascurando le tecniche del jazz, del canto popolare e del musical. Numerosi i concerti e le opere interpretate fra cui La serva padrona  di G.B. Pergolesi, Le nozze di Figaro e Don Giovanni  di W.A. Mozart,  L’elisir d’amore di G. Donizetti, La Boheme di G.Puccini, etc. Fra i musical interpretati West Side Story di L. Bernstein e Il Conte di Montecristo di e con Robert Steiner per la regia di Gino Landi.
Fra gli spettacoli teatrali interpretati o diretti: Ridere, ridendo e cantando che male ti fò !? di e con Gian Franco Mazzoni  (spettacolo di canzoni e macchiette del repertorio del Cafè Chantant italiano ); Ignuda canta la notte di Federico Garcia Lorca tra musica, danza, poesia e teatro, regia di Ivan Vincenzo Cozzi; La cantatrice calva di Eugene Jonesco,  Eneide da Virgilio e Elena di Euripide con Nino Castelnuovo e la regia di Giovanni Nardoni, Oh luna di Bilbao recital di teatro, poesie e canzoni di Bertolt Brecht e Kurt Weill, etc.

 

 

Isabella Moroni

Isabella Moroni

Giornalista culturale e autrice di testi ed adattamenti, si dedica da sempre alla ricerca di scritture, viaggi, tradizioni e memorie. Per dieci anni direttore responsabile del mensile "Carcere e Comunità" e co-fondatrice di "SOS Razzismo Italia", nel 1990 fonda l’Associazione Teatrale "The Way to the Indies Argillateatri". Collabora con diverse testate e si occupa di progetti non profit, educativi, teatrali, editoriali, letterari, giornalistici e web.

Commenta

clicca qui per inviare un commento