Il Rinascimento Indigeno raccontato dai protagonisti dell’Alleanza Globale dei Popoli della Foresta

Ernesto Neto and Huni Kuin. Aru Kuxipa Sacred Secret TBA21-Vienna

“Il Rinascimento Indigeno raccontato dai protagonisti dell’Alleanza Globale dei Popoli della Foresta”

In occasione della Biennale Arte 2017 l’antropologa vicentina Piera Talin, ricercatrice per il programma Chemical Youth dell’Università di Amsterdam, ha coinvolto Ernesto Neto, artista invitato a esporre alla 57 Esposizione Internazionale d’Arte, in un evento che racconta la popolazione amazzonica Huni Kuî. 

Venezia, Martedì 16 maggio. Dalle ore 15 gli spazi dell’Associazione About, in Lista Vecchia dei Bari 1165, ospiteranno una giornata di conferenze, esposizioni e documentari che vedono come protagonista l’Alleanza Globale dei Popoli della Foresta con focus particolare sulla popolazione amazzonica Huni Kuî.

L’evento, curato dalla vicentina Piera Talin in collaborazione con Arica Cine, l’associazione About, il collettivo artistico Shaped in Mexico, e Chemical Youth(programma ERC dell’Università di Amsterdam), vedrà la partecipazione straordinaria del noto artista brasiliano Ernesto Neto che racconterà la propria collaborazione artistica, intrapresa da alcuni anni, con la popolazione Huni Kuî.

La giornata proseguirà con la presentazione del progetto del film “Meu coração é minha terra” (Il mio cuore è la mia terra) dei registi Enio Staub e Siã Sales Huni Kuî sulle alleanze tra i popoli indigeni per la lotta ai diritti umani e la salvaguardia del nostro pianeta. Le riprese inizieranno durante la Biennale e proseguiranno in diversi paesi, tra cui Messico e Sudafrica.

In programma anche una conferenza sul Rinascimento Indigeno presentata da Piera Talin, alla quale interverranno Leopardo Yana Bane e Fabiano Txana Bane, importanti rappresentanti Huni Kuî a livello internazionale e protagonisti del documentario “Meu coração é minha terra“, che presenteranno la loro cultura, Clayton França, antropologo della Pontificia Università Cattolica di San Paolo, che presenterà le sue ricerche sui rituali per la fertilità della terra, mettendo in luce lo stretto specifico rapporto uomo-ambiente tra gli Huni Kuî, e Stefano Vanzin, etnobotanico veneziano, che presenterà il suo lavoro di ricerca svolto in collaborazione con la popolazione Lecos dell’Amazzonia boliviana sulle piante medicinali amazzoniche e il problema della proprietà intellettuale e culturale.

Durante la serata saranno proiettati i documentari “O Fruto da Aliança dos Povos da Floresta” (Il frutto dell’alleanza dei popoli della foresta) (1987)  e “O Povo do Tinton Rene, Rio de Muitas Voltas” (Il popolo di Tinton Rene, fiume dalle molte anse) (1991-1992) alla presenza del pluripremiato regista indigeno Siã Sales Huni Kuî.

La location dell’evento sarà resa ancora più suggestiva grazie all’esposizione “Co-existing through the Feathered Serpent” del collettivo artistico Shaped in Mexico, che dal 14 al 19 maggio sarà ospitata al suo interno.

Per ulteriori informazioni:

artapartofculture redazione

artapartofculture redazione

E’ un magazine nato con l’intento di trattare in maniera agile e approfondita, di promuovere, diffondere, valorizzare le arti visive e più in generale la cultura della contemporaneità nelle sue molteplici manifestazioni

Commenta

clicca qui per inviare un commento