Teяzo paesaggio. Territorio di diversità: Marco De Leonibus / Giuseppina Michini / Gioele Pomante

Teяzo paesaggio. Territorio di diversità
Marco De Leonibus / Giuseppina Michini / Gioele Pomante
18 novembre – 16 dicembre 2017
inaugurazione: sabato 18 novembre, ore 18.30
collettiva d’arte contemporanea a cura di Silvia Moretta
16 civico strada provinciale san silvestro, n. 16

Lo spazio indipendente per l’arte 16 Civico avvia il 18 novembre la prima collettiva d’arte contemporanea dal titolo “Teяzo paesaggio. Territorio di diversità”, accogliendo tre giovani artisti: Marco De Leonibus, Giuseppina Michini, Gioele Pomante.

Il richiamo è al “Manifesto del Terzo paesaggio” di Gilles Clément (2004), testo che abita nello spazio del 16 Civico, passando di mano in mano, letto individualmente e collettivamente da chi ha reso uno spazio abitativo, un progetto di frontiera.

“Se si smette di guardare il paesaggio come l’oggetto di un’attività umana subito si scopre … una quantità di spazi indecisi, privi di funzione sui quali è difficile posare un nome. Quest’insieme non appartiene né al territorio dell’ombra  né a quello della luce. Si situa ai margini.”

Manifestandosi il 16 Civico quale Terzo paesaggio, ed essendo esso per definizione il “territorio della diversità”, il progetto programmaticamente accoglie la diversità, nella sua forma e nelle sue presenze: può essere visto come “un territorio per le molte specie che non trovano spazio altrove” (“Carattere” del Terzo paesaggio) e come “la parte del nostro spazio di vita affidato all’inconscio.

immagine per Teяzo paesaggio. Territorio di diversitàProfondità dove gli eventi si accumulano e si manifestano in modo, all’apparenza, indeciso” (“Rapporto con la cultura”, 4), per “Immaginare il progetto come uno spazio che comprende riserve, domande da porre”; “Considerare la non organizzazione come un principio vitale grazie al quale ogni organizzazione si lascia attraversare da lampi di vita”; e “Avvicinarsi alla diversità con stupore” (“Manifesto”).

La prima collettiva “Terzo paesaggio” definisce come un Manifesto il 16 Civico quale territorio di diversità e di accoglienza, di riformulazione della definizione di periferia, intesa decentramento volto a ridefinire il territorio ponendovi domande e azioni centrali, accogliendo l’arte nel suo significato più ampio di attività umana creativa e creatrice di un’espressione estetica, confrontandosi proficuamente proprio con quegli artisti che Platone, nella Repubblica, avrebbe cacciato fuori dalle porte della città, poiché considerava l’arte sovvertitrice dell’ordine.

Ed è l’arte sovvertitrice dell’ordine, che Wind collocava nel territorio del rapporto tra Arte e Anarchia, e per la quale auspicava il recupero della forza folle che è alla sua origine, viene accolta, sollecitata e allevata nel 16 Civico.

La prima collettiva “Terzo Paesaggio” accoglie:

MARCO DE LEONIBUS

Nasce nel 1993 a Pescara. Vive e lavora a Città Sant’Angelo (PE). Frequenta il corso di scultura presso l’Accademia di Belle Arti di L’Aquila. Ha frequentato, partecipando al programma Erasmus, l’Università Aristotele di Salonicco (Grecia) e la Scuola Superiore di Arte e Design di Caldas Da Rainha (Portogallo). Lavora come musicista e artista visivo, utilizzando diversi linguaggi in modo sinergico. Ha partecipato all’organizzazione di eventi culturali con l’associazione “Ruva” (festival “Code”, Cinelaboratorio).

Mostre collettive:

  • “(Con)fusioni – Omaggio a Opalka 1965/1-∞” a cura di Piotr Hanzelewicz, / Lanciano – 2012
  • “L’orto dell’arte” a cura di Carlo Nannicola, Marcello Gallucci, Lea Contestabile / Ortucchio – 2014
  • “Vanishing point / Between land & sky” a cura di Dimitris Michalaros, Anthi Argyriou, Panagis Koutsokostas / Kalamaria,
  • Salonicco – 2016
  • “Non contate sul mio passaggio” a cura di Enzo De Leonibus / Museolaboratorio, Città Sant’Angelo – 2017

GIUSEPPINA MICHINI

Nasce nel 1983 a San Nicolò Tordino (TE). Laureata in Beni culturali e ambientali con specialistica in Storia e tecniche delle produzioni artistiche e artigianali presso l’Università degli Studi dell’Aquila (2013). L’interesse per l’archeologia l’ha portata a dedicare particolare attenzione alla ricerca archeologica degli acquedotti antichi dell’aquilano. È autrice di testi poetici e ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la poesia e l’arte contemporanea.

Mostre personali:

  • “Cromosomi dell’anima” Zoom-Art Teramo 2012
  • “Opere primitive”: Tenuta Cerulli Spinozzi Canzano (TE) 2014 “Zolle nello spazio” Kairòs Teramo settembre-ottobre 2014 “Un’arte in fieri” Pharos Teramo 7-14 febbraio 2015
  • Mostre collettive:
  • “Artisti in via Carducci” Teramo 2012
  • “Credere la luce 3 e 4” Museo d’arte dello Splendore Giulianova (TE) 2013-2014
  • “Art.de.Vivre.” Nerito di Crognaleto (TE) 2013
  • “Shop-Art” Teramo (dicembre 2013)
  • “Degustando l’arte” sala comunale via N. Palma, Teramo (22 marzo 2014) “Coloriamoci sopra” Bisenti (TE) 2014
  • “Weekend’Arte” Montorio (TE) 2015
  • “RipattoniArte” Ripattoni (TE) 2016
  • “Il ‘campo’ dell’arte” Mosciano Sant’Angelo (TE) 2017

GIOELE POMANTE

Nasce nel 1993 a Pescara. Diplomato presso il liceo Artistico. Diploma accademico di primo livello presso l’Accademia di Belle Arti di L’Aquila (A.A. 2015-16) Pittura. Nel 2014 è tra gli organizzatori dei cicli di mostre “Dialoghi” e “Monologhi” presso il GamaStudio (L’Aquila). 2014 partecipa alla 3 ° edizione di “Orto dell’Arte” mostra d’arte contemporanea – Ortucchio.

  • Partecipa alla mostra dell’Accademia di Belle Arti L’Aquila,L’Aquila contemporanea plurale “FOYERISTI”-Coordinamento mostra: Cecilia Canziani, Bruna Esposito, Matteo Ludovico, Sergio Sarra, Italo Zuffi – Presso l’auditorium Renzo Piano, L’Aquila 2016.
  • Workshop_residenza RITRATTO A_MANO3.0 04-11_Luglio_2016_Gianni Caravaggio, a cura di Giuliana Benassi e organizzato da Angelo Bucciacchio e Giuseppe Pietroniro.
  • FUORI USO “avviso di garanzia” a cura di Giacinto Di Pietrantonio e Simone Ciglia, Pescara 2016. PAESAGGI ELETTRONICI 15-16/10/2016-MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma.
  • Progetto Erasmus periodo di studio di un semestre 2016/2017 presso ArtEZ School of Art, Arnhem, Olanda. Insegnante Tutor Alicia Framis.
  • Ha partecipato come performer nell’opera di Allora & Calzadilla, Revolving Door, 17-18/12/2016 presso il Museo d’Arte Contemporanea di Arnhem, Olanda. Mostra collettiva presso Museolaboratorio di Città S.Angelo a cura di Enzo De Leonibus.

COVER DESIGN: Luca Di Francescantonio

Informazioni

  • Titolo mostra: Teяzo paesaggio. Territorio di diversità
  • Date: 18 novembre – 16 dicembre 2017
  • Luogo mostra: 16 Civico, Strada Provinciale S. Silvestro n. 16, Pescara
    16civico@gmail.com FB: 16civico https://16civico.wordpress.com/
  • Nomi artisti: Marco De Leonibus / Giuseppina Michini/ Gioele Pomante A cura di: Silvia Moretta
  • Vernissage: sabato 18 novembre, ore 18.30
  • Chiusura: sabato 16 dicembre, ore 18.30
  • Giorni e orari di apertura: tutti i giorni dalle 18 alle 21 previa prenotazione
  • Biglietti: ingresso libero
artapartofculture redazione

artapartofculture redazione

E’ un magazine nato con l’intento di trattare in maniera agile e approfondita, di promuovere, diffondere, valorizzare le arti visive e più in generale la cultura della contemporaneità nelle sue molteplici manifestazioni

Commenta

clicca qui per inviare un commento