Raffaello e l’eco del mito

immagine per Raffaello e l'eco del mito
Raffaello e l’eco del mito

Raffaello e l’eco del mito
dal 27 gennaio al 6 maggio 2018
a cura di Maria Cristina Rodeschini, Emanuela Daffra e Giacinto Di Pietrantonio

Un progetto di Fondazione Accademia Carrara in collaborazione con GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e in coproduzione con Marsilio Electa.

È stata presentata oggi in Triennale a Milano la mostra Raffaello e l’eco del mito alla presenza di Giorgio Gori, presidente Fondazione Accademia Carrara, Nadia Ghisalberti, assessore alla cultura del Comune di Bergamo e Maria Cristina Rodeschini, direttore della Carrara e co-curatore con Emanuela Daffra e Giacinto Di Pietrantonio.

Raffaello e l’eco del mito anticipa le celebrazioni dell’anniversario, nel 2020, dei 500 anni dalla morte, attraverso un inedito percorso di oltre 60 opere, provenienti dall’Italia e dal mondo.

Dall’ambiente e dai pittori degli anni della formazione, alle opere del giovane magister, fino al racconto straordinario del mito cresciuto nei secoli attraverso l’Ottocento, il Novecento e fino ai nostri giorni.

Varie le sezioni: le opere dei “maestri” come Perugino, Pintoricchio e Luca Signorelli; un significativo corpus di opere di Raffaello, 13 in tutto a partire dal San Sebastiano parte della Collezione Carrara, ne celebra l’attività dal 1500 al 1505; infine, il racconto del mito raffaellesco, già attivo in vita e mai sopito, si sviluppa in due sezioni, la prima ottocentesca e la seconda dedicata ad artisti contemporanei come Christo, Giulio Paolini fino a Francesco Vezzoli.

Accademia Carrara
www.lacarrara.it

uffici stampa

adicorbetta
press@adicorbetta.org
t. +39 02 89053149
f.i.t.y.p.l: adicorbetta
corso Magenta, 10. Milano

Marsilio Editori
Giovanna Ambrosano
ambrosano@civitatrevenezie.it
t + 39 0412725912 m + 39 3384546387
Marittima Fabbricato 205 Venezia

artapartofculture redazione

artapartofculture redazione

E’ un magazine nato con l’intento di trattare in maniera agile e approfondita, di promuovere, diffondere, valorizzare le arti visive e più in generale la cultura della contemporaneità nelle sue molteplici manifestazioni

Commenta

clicca qui per inviare un commento