Malebolge di Desiderio

MALEBOLGE
di Desiderio
a cura di Lorenzo Rubini
Chiesa di Sant’Angelo – Cisterne Romane, Amelia
Opening 21 settembre, ore 18
Dal 21 settembre al 20 ottobre 2019

immagine per Malebolge

Malebolge è il titolo del nuovo lavoro dell’artista Desiderio, che da sabato 21 settembre 2019 sarà presentato nella Chiesa di Sant’Angelo ad Amelia, all’interno della cornice di Ameria Festival. 

Per l’occasione l’artista realizza nove grandi opere pittoriche che, inserite nello spazio totale della chiesa sconsacrata di Sant’Angelo, andranno a formare una grande azione site-specific. La mostra, curata da Lorenzo Rubini e realizzata grazie al patrocinio del Comune di Amelia, si pone come un nuovo capitolo per l’artista: ultimato dopo dieci anni il suo ciclo legato a Beauty Hazard, con una seconda personale al Caos di Terni con Kenosis (maggio 2017) e poi alla Fabbrica del Vapore di Milano con Nirvana (dicembre-gennaio 2018), Malebolge dà vita a una nuova fase, a un nuovo inizio.

La location è parte integrante e fondamentale della mostra, un luogo che diventa spazio di esperienze. Le opere, installate site-specific, combaciano con gli spazi che nella chiesa erano dedicati alle pale e agli affreschi sulle vite dei santi, creando così una connessione con la location stessa, aiutandoci nella lettura del concetto Malebolge: rappresentazione contemporanea e parallela alla società che viviamo. Il riferimento Dantesco infatti viene utilizzato da Desiderio come lente attraverso la quale si esplora e si avverte il presente, dinamico contenitore di sperimentazione, ma anche pretesto significativo per analizzare le proprie esperienze personali.

Come spiega il curatore, Lorenzo Rubini: “Malebolge vive dell’atmosfera arcana e a volte enigmatica specifica dell’opera di Desiderio fatta di un’iconografia che non si pone al di fuori della realtà e che non descrive cosmi inconsueti, bensì raccoglie e randomizza i dettagli più disparati del presente, analizzati dal filtro dell’artista, ne mescola la consistenza, ne stravolge la cronologia e la fisica ponendoci nella situazione scomoda del dover ricostruire la storia. Come nei citati gironi danteschi la mostra si presenta come esperienza concreta fatta di storie, animata da figure diverse, battuta da suoni e rumori elettronici.”

L’opening si terrà in una location d’eccezione, lo spazio sotterraneo delle Cisterne Romane di Amelia, poco distante dal centro nevralgico della mostra. Questa sarà un’occasione unica per immergersi nel museo sotterraneo della città, luogo recondito e criptico, cristallizzato nel tempo e dalla conformazione degna del titolo Malebolge. Per due ore, dalle 18 alle 20*, sarà fruibile la performance del gruppo CreaTuRe che sarà valorizzata ulteriormente dall’installazione site-specific realizzata da Desiderio per lo spazio del sottosuolo cittadino.

Durante tutto il periodo della mostra, inoltre, le opere e le installazioni di Desiderio dialogheranno con le performance di altri artisti che settimanalmente saranno invitati a partecipare all’evento.

Artisti invitati e calendario performance

21 settembre
CreaTuReMalebolge”(Clarissa Bruschini, Lavinia Lazzari, Valentina Gaia Pacheco, Elena Posati, Alessandra Sarti e altri performer)

5 ottobre
Marighela FiaschiniMichela Leon9”
Beatrice Baiocco (Compagnia de lo Grifone)

12 ottobre
Sofia Quatrini “Nèfesh”(performance + video mapping),

19 ottobre
CreaTuRe “Bestia Malestri” (Clarissa Bruschini, Lavinia Lazzari, Valentina Gaia Pacheco, Elena Posati, Alessandra Sarti)
Desiderio (Milano, 1978) 

Dopo gli studi allo IED di Roma (corso di illustrazione), diversi mesi all’ ESAG (Advanced School of Graphical Art, Interior Design) di Parigi, collabora come illustratore con Philip Morris per il Prize for the marketing (Italy), poi con Warner Music (Italy), Klutz (USA), Creative Company (USA), SKY (Italy), Miles Kelly Publishing (Essex), Ticktock Media Ltd (London).

Per cinque anni tra il 2004 e il 2009 è docente di “Illustrazione creativa” presso la International Art School di Terni. Vincitore del premio Italian Factory 2008 e finalista in divesi premi tra cui il Premio Cairo 2012, SESIFF The 3rd Seoul international Extreme-Short Image & Film Festival, AZYL film festivalOne World One Minute (Slovakia,Czech Republic, Hungary) e altri. 

Ha inoltre partecipato alla 54esima edizione della Biennale di Venezia nel padiglione cubano, alla 11esima e 12esima edizione della Biennale dell’Avana e alla quarta edizione della Bienal Fin del Mundo 2015 di Valparaiso,  in Cile. 

Nel 2013, girando per tre mesi con un vecchio sidecar URAL per tutte le provincie di Cuba,  realizza il suo primo lungometreggio Ahora si llego, un  documentario-road movie. Da fine 2015, la passion per la musica  elettronica lo porta a lavorare come dj e a diventare Art Director del Portale ufficiale di Musica Elettronica di Cuba coocuyo.com . Nel  2017 presenta il suo nuovo lungometraggio COOCUYO film che parla dell’omonmo movimento di musica elettronica cubana “los Coocuyos”. Il 2017 è anche l’anno di due importanti mostre: Nirvana curata da Chiara Canali alla Fabbrica del Vapore di Milano e Beauty Hazard al CAOS Museo di Terni.

Nel 2019 esce il suo terzo lungometraggio Artaserse, realizzato  insieme a Cristiano Carotti con il progetto Versus. Oltre a important collettive in Italia e all’estero (Berlino, Hubei Museum, Cina, Hitabashi Art Museum aTokyo), ha realizzato altri cortometraggi, tra cui: Confabula Spurio (Italia), I Love my Queen (Italia), Bluesky (Cuba), The Win on the Sky (Cuba).

MALEBOLGE di Desiderio

  • a cura di Lorenzo Rubini
  • Chiesa di Sant’Angelo, Amelia
  • 21 settembre – 20 ottobre
  • da martedì a domenica dalle 15 alle 20.30
  • chiuso il lunedì
  • *Per l’opening l’accesso sarà limitato a 15 persone per volta, è consigliabile la prenotazione.
  • Ufficio Stampa UC STUDIO yousee.communication@gmail.com
  • Antonella Liucci + 388 1707863
  • Nicoletta Graziano +3921998609 
  • Con il patrocinio del Comune di Amelia
artapartofculture redazione

artapartofculture redazione

E’ un magazine nato con l’intento di trattare in maniera agile e approfondita, di promuovere, diffondere, valorizzare le arti visive e più in generale la cultura della contemporaneità nelle sue molteplici manifestazioni

Commenta

clicca qui per inviare un commento