di

Talent Prize 2013 Premio Arti Visive VI edizione: Vincitori e Finalisti

Talent Prize 2013 premio dedicato ai giovani artisti organizzato per il sesto anno consecutivo da Guido Talarico Editore e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Assessorato alle politiche culturali e Centro Storico di Roma Capitale.

Il cursore diretto sulle immagini visualizzerà le didascalie; cliccare sulle stesse per ingrandire.

Ad aggiudicarsi la sesta edizione del concorso è stato Danilo Correale, artista napoletano, classe 1982, che si aggiudica il premio dal valore di 10mila euro con l’opera The visible hand, the future in their hands, una fotografia dove a sei mani di uomini politici si accompagnano altrettante letture dei palmi. Oltre al vincitore sono stati proclamati anche i nove finalisti: per la sezione scultura troviamo Gabriele De Santis con Love Story 1960-1964, Antonio Guiotto con I love you (con 528Hz e 936 Hz) e Marco Morici con Studio per un’architettura fallita; per la sezione fotografia Niccolò Morgan Gandolfi, Untitled e Maziar Mokhtari con Former flour factory; per la sezione installazioni Giovanni Oberti con Senza titolo (archi di dama) e Maria Domenica Rapicavoli con Load displacement; unico vincitore per la sezione pittura Sara Enrico con Untitled (Jacquarad) e l’unico video in finale è di Riccardo Giacconi con Portrait de Dominique Fidanza sa maison en Suisse.

Aggiudicate anche cinque menzioni: il video Above di Paola Anzichè, la fotografia di Silvia Camporesi After Zabriskie Point, la scultura di Emmanuele Lorenzo Giovanni De Ruvo 1638-1983- Construction, le due installazioni di Stefania Migliorati Infiltrazioni e Andrea Nacciarriti Shahinaz, Yvonne A, voriais sporadais.

Infine i quattro premi speciali degli sponsor e partner del concorso sono stati assegnati da Axa in Italia alla scultura di Daniele Franzella, senza titolo; da Metaenergia a Federico Gori e alla sua installazione Giro Giro Tondo, dalla Casa dell’architettura a Michela de Mattei con l’installazione Esperimenti d’innesto e da Inside Art alla fotografia di Giorgio Ialongo dal titolo Mi illumino d’incenso. A proclamare i vincitori, nella stupenda cornice di Palazzo Farnese, a Roma, l’editore e ideatore del premio, Guido Talarico, con una nutrita rappresentanza di ospiti, a partire dall’ambasciatore di Francia in Italia Alain Le Roy che ha dichiarato:

«Per noi è sempre un piacere ospitare a Palazzo Farnese manifestazioni di questo tipo. A maggior ragione un premio promosso da Inside Art e da Guido Talarico, che apporta un valore aggiunto al legame che c’è tra Francia e Italia».

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese