di

The man into the map: La chiamata ai giovani artisti per la quarta edizione di Video Sound Art

The man into the map, di Francesco Briganti
The man into the map
di Francesco Briganti

THE MAN INTO THE MAP
La chiamata ai giovani artisti per la quarta edizione di Video Sound Art 

Video Sound Art, il festival all’insegna dell’innovazione tecnologica in ambito artistico e della contaminazione creativa, anche quest’anno al Castello Sforzesco di Milano, per la sua quarta edizione torna a selezionare giovani artisti attraverso la diffusione di un bando di chiamata Open Call, conl’obiettivo di premiare le creazioni di nuovi talenti, proponendosi come un’alternativa ai circuiti distributivi tradizionali.

Il titolo della chiamata THE MAN INTO THE MAP più che un tema è un invito alla riflessione e guiderà le nuove produzioni del festival per i prossimi due anni. Mappe geografiche, metropolitane, cartografie concettuali, interattive, mappature sonore, videomapping. La mappa è diventata lo strumento espressivo di migliaia di artisti – tra cui Alexander Chen, Ed Ruscha, Jenny Odell, Olafur Eliasson, William Kentridge, e Vik Muniz And – che, attraverso personali rappresentazioni, stanno dando vita ad una vasta raccolta di opere raffiguranti itinerari e territori concettuali.

Traendo spunto e ispirazione da tali esperienze artistiche, Video Sound Art per la sua quarta edizione vuole indagare il rapporto tra uomo e mappa, ponendo l’individuo al centro dell’opera. Lo farà, a partire dalle visioni dei giovani artisti che parteciperanno al bando, e che con i loro lavori potranno essere protagonisti al festival.

THE MAN INTO THE MAP è anche il titolo dell’illustrazione realizzata dal giovane graphic designer Francesco Briganti, la cui produzione è stata coordinata dal team di Video Sound Art. Nell’illustrazione realizzata con inchiostro di china su carta, Briganti mostra una personale visione dell’individuo all’interno di una mappa in costruzione.

I partecipanti potranno scaricare l’illustrazione in una versione modificabile nella sua interezza o nelle singole parti che la compongono e a partire da quegli elementi realizzare un lavoro personale nella tecnica che riterranno più opportuna; potranno spaziare dalla motion graphic al sound design, dall’animazione alla scultura, dall’illustrazione alle performance live e interattive. L’illustrazione potrà anche solo essere intesa come fonte di stimolo concettuale.

I lavori candidati saranno postati dagli stessi utenti sui propri account Twitter o Instagram e associati all’ hashtag  #vsaopencall2014. Le opere saranno caricate in una pagina del sito del festival, che funzionerà da creative wall, dando la possibilità di stimolare nuove idee e la creazione di nuovi progetti.

La scadenza del bando è programmata per il 3 giugno 2014.
I lavori selezionati saranno esposti all’interno di Video Sound Art festival 2014 che si svolgerà nel mese di luglio, al Castello Sforzesco di Milano.

THE MAN INTO THE MAP, tema del bando, guiderà inoltre gli appuntamenti di produzione artistica della Temporary Academy, inaugurata nel dicembre 2013 con la finalità di promuovere i progetti di giovani creativi e concepita come un circuito virtuoso, nel quale i partecipanti sono invitati a misurare le proprie conoscenze nella realizzazione di opere creative a contatto con professionisti e operatori del settore.

Temporary Academy è un programma di formazione e un luogo dedicato alle nuove produzioni che si rivolge a giovani e si avvale della collaborazione di innovativi motion grapher, interactive designer, illustratori, fotografi, videomaker, coreografi, registi, animatori, programmatori.
video_logo

Per maggiori informazioni:
Capo Ufficio Stampa
Cinzia Santomauro
Cell. 340 8415163

Addetto Ufficio Stampa
Mauro Grombone
Cell. 3471484531

www.videosoundart.com

3 commenti

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

  • interessante quando l’arte riesce a aprire tali spiragli culturali ed estetici nuovi. grazie- Amalia Tripodi

  • Servono davvero queste iniziative all’arte e agli artisti? Cambiano le chiusure, modificano accademismi e posizioni di favore? E’ una domanda, non un’affermazione questa mia … Andrea Camillis_ Arte per Roma

Rubriche

ArtApartEvents 2016

Dona ora!