Video intervista esclusiva: Video Portraits – Ivan Cerullo

Tre video installazioni, Joe Lally “Fugazi”, Michael Giles “King Crimson” e Buzz Osborne “(The)Melvins” ed una messa in scena fotografica/autoritratto con Paul Di Anno “Iron Maiden”.

Sperimentazioni, improvvisazioni sono le componenti dei video, in cui artisti entrati nella storia, pionieri di diversi generi musicali, sperimentano e si mettono in gioco.

Le fotografie sono composte secondo uno studio semiotico e filosofico che enfatizza la grandezza della Star. La struttura della foto e ogni elemento che la compone ha un significato, il taglio dell’inquadratura, il tipo di luce utilizzata, la posizione del corpo, la direzione dello sguardo.

Costruire uno spazio di protezione per donare una completa libertà ai grandi musicisti che consideriamo Star.
Improvvisazione, colpo di genio, sperimentazione, testimoniati da brevi video.
Rapidissime storie capaci di ritrarre la magia che compone il talento.
Studi fotografici, mappe semiotiche sulla grandezza delle Star. Orio Vergani.

Nella mostra presenti al pubblico tre installazioni video con Joe Lally “Fugazi”, Michael Giles “King Crimson” e Buzz Osborne “ (the)Melvins” : suono di Washington D.C , Progressive Rock e Grunge. Attraverso l’arte cerchi di analizzare l’arte?

In questa serie di lavori io mi annullo totalmente. Non voglio cercare di essere bravo o di mostrare di saper fare qualcosa di particolare con la macchina da presa.
Il protagonista è lui, nella stanza c‘è una sola Star.
La macchina da presa è ferma, e non m’ interessa registrare un suono limpido, pulito. Non cerco la perfezione , quello che cerco è di portare tutto all’essenziale , in moda da avere un suono primitivo.

Come nasce il tuo processo creativo nella fotografia con il cantante Heavy Metal Paul DiAnno “ Iron Maiden” e con gli altri artisti ?

Un patto, un patto che nasce tra me e l’artista che fotografo.
Sono lavori che nascono dall’esperienza che vivo con l’artista in quel determinato momento.
Nulla è programmato, e tutti e due ci mettiamo completamente in gioco.

In questa mostra ti sei spostato dalla fotografia al video. Cosa riesce a darti più la temporalità e l’audio in questa espressione artistica?

Voglio cercare e cerco di vedere e di capire prima io, e poi di far vedere attraverso io video il meccanismo, il processo che ha portato quel determinato artista a creare quella tipologia di suoni che è rimasta nella storia.
Quindi lascio l’artista totalmente libero in modo che possa ricreare sia l’atmosfera originaria che c èra all’epoca ma anche e soprattutto i suoni che ha creato in quel periodo.

Ivan Cerullo

(Italy b.1979) fotografo. Realizza ritratti, messe in scena fotografiche e video che vedono protagonisti leggende del cinema e musica.​
@cerulloivan
https://www.facebook .com/CerulloIvan

artapartofculture redazione

artapartofculture redazione

E’ un magazine nato con l’intento di trattare in maniera agile e approfondita, di promuovere, diffondere, valorizzare le arti visive e più in generale la cultura della contemporaneità nelle sue molteplici manifestazioni

Commenta

clicca qui per inviare un commento