Gabriele Tinti torna con Rovine. Stavolta al Palazzo Massimo a Roma con Alessandro Haber

Di Gabriele Tinti -scrittore, poeta e divulgatore – abbiamo spesso trattato, riferendoci ai suoi eventi teatralizzati tenuti in Musei e spazi istituzionali dove si incontrano le opere già allestite, esposte, e i suoi versi, dando luogo a un format divulgativo e a un  dialogo tra visione e parole, immagine e suono vocale, concetti espressi e sollecitati dall’arte e quelli resi in rima. Le letture sono sempre di bravi – e noti, anche notissimi – attori come Alessandro Haber che 13 giugno è stato coinvolto in una nuova avventura. Nel meraviglioso Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo di Roma ha, infatti, letto alcuni componimenti poetici di  Tinti, come sempre ispirati alle principali opere conservate nel Museo.
I componimenti fanno parte del progetto Rovine, a cui, negli anni passati, hanno collaborato importanti attori tra i quali Joe Mantegna, Robert Davi, Marton Csokas, Burt Young, Luigi Lo Cascio, Franco Nero e lo stesso Haber, in musei di rilevanza internazionale come il Metropolitan Museumdi New York, il J. Paul Getty Museumdi Los Angeles, il British Museumdi Londra, la Gliptoteca di Monaco, il Museo Nazionale Romano, il Museo Archeologico di Napoli, i Musei Capitolinie il Museo dell’Ara Pacis.
Rovine è stato insignito del Premio Montale 2018 ed è stato recentemente scelto per celebrare il riallestimento delle collezioni del Getty Villa, per proseguire il dialogo iniziato con la mostra di artisti contemporanei “Plato in LA” in occasione della quale alcuni dei più celebrati artisti del panorama odierno hanno reinterpretato l’impatto di Platone sul mondo contemporaneo.
artapartofculture redazione

artapartofculture redazione

E’ un magazine nato con l’intento di trattare in maniera agile e approfondita, di promuovere, diffondere, valorizzare le arti visive e più in generale la cultura della contemporaneità nelle sue molteplici manifestazioni

Commenta

clicca qui per inviare un commento