In-Box dal Vivo: a Siena dal 10 al 16 giugno le migliori produzioni teatrali italiane degli artisti under 35

In-Box dal Vivo
Siena
10 – 16 giugno 2021

Si svolgerà dal 10 al 16 giugno, a Siena, la settima edizione di In-Box dal Vivo, fase finale di un progetto unico in Italia per la sua natura ibrida di concorso, vetrina e festival di teatro contemporaneo, sostenuto dal Comune di Siena, dalla Regione Toscana, da Fondazione Toscana Spettacolo Onlus e dal Ministero della Cultura.

Il festival rappresenta la fase finale di selezione e momento centrale del bando In-Box, progetto ideato da Francesco Perrone e Fabrizio Trisciani di Straligut Teatro, che da 13 anni riunisce in rete oltre 80 soggetti (teatri, festival, circuiti, spazi di residenza) diffusi su tutto il territorio nazionale, selezionando e promuovendo artisti e opere di valore nella scena teatrale emergente.

L’edizione 2021 dei bandi In-Box, sezione dedicata alla prosa e alle sue contaminazioni, e In-Box Verde, riservato al teatro ragazzi, ha registrato un record di partecipazioni con 564 spettacoli candidati.

Dopo un’attenta selezione, durata quattro mesi, sono state selezionate 12 compagnie, fra le più interessanti e talentuose del panorama nazionale, che porteranno nei teatri della città toscana i loro spettacoli, ai quali saranno assegnate 89 repliche messe in palio all’interno del circuito composto dai partner della rete.

Molti i temi trattati nella sezione In-Box.

Il sistema carcerario ne Il colloquio (giovedì 10 giugno, ore 16,30, Teatro dei Rozzi), del Collettivo LunAzione, che prende ispirazione dal sistema di ammissione ai colloqui periodici con i detenuti presso il carcere di Poggioreale, Napoli, vincitore del Premio Scenario Periferie;

l’incomunicabilità fra generazioni in Blue Thunder (giovedì 10 giugno, ore 21, Teatro dei Rinnovati) del collettivo Divina Mania, in cui l’opera teatrale di Padraic Walsh centrata sulla media borghesia irlandese è interpretata magistralmente da Marco Cavalcoli, più volte candidato ai Premi Ubu come miglior attore protagonista;

il rapporto fra le giovani generazioni e le nuove droghe ne La foresta (venerdì 11 giugno, ore 15, Teatro dei Rozzi) de I Pesci/Ortika, Premio Neiwiller, in cui la foresta – antitesi del “centro” dove la vita è scandita e si esaurisce nel lavoro – rispecchia il vuoto selvaggio di due esistenze intersecate dal caso.

In Arturo (venerdì 11 giugno, ore 17, Auditorium Casa dell’Ambiente), di Nardinocchi/Matcovich, vincitore del Premio Scenario infanzia 2020, si dà spazio ad una riflessione sulla figura del padre e sul tema della morte, spesso tabù sulla scena e nella vita, un teatro di verità che, grazie all’autenticità dei due protagonisti, rende incerto il confine della rappresentazione.

Alle ore 21.00 presso il Teatro dei Rinnovati, in Apocalisse tascabile Niccolò Fettarappa Sandri e Lorenzo Guerrieri dirigono e interpretano un atto unico eroicomico che, con stravaganza teologica, tratta della fine del mondo da svariate prospettive, tra le quali preponderante è quella di due giovani scartati, liquidati e messi all’angolo perché considerati inutili.

Conclude la programmazione della sezione In-Box, prima della proclamazione dei vincitori alle ore 13, La difficilissima storia della vita di Ciccio Speranza (sabato 12, ore 10,00, Teatro dei Rozzi) di Les Moustaches, premio per miglior spettacolo, premio Fersen e premio della stampa al Roma Fringe Festival 2020 per la delicatezza con cui ha saputo trattare il tema dell’obesità in questa commedia nerissima.

Non è da meno la selezione degli spettacoli dedicati al teatro ragazzi di In-Box Verde.

In scena non solo argomenti su cui l’umanità si interroga da secoli come il dialogo fra genitori e adolescenti, trattato in Tre (lunedì 14 giugno, ore 16,30, Teatro dei Rozzi) della compagnia ligure ScenaMadre;

la riscoperta del proprio bambino interiore come in Buon Natale, signor Lupo! (lunedì 14, ore 21, Teatro dei Rinnovati) di Garraffo TeatroTerra;

o il rapporto fra nonni e nipoti in Oggi. Fuga a quattro mani per nonna e bambino (martedì 15 giugno, ore 15, Teatro dei Rozzi) della Compagnia Arione De Falco;

ma anche molteplici tecniche di narrazione: Appeso ad un filo, (martedì 15, ore 17, Teatro del Costone) di Di Filippo Marionette è uno spettacolo di marionette pieno di semplicità e poesia, che coinvolge, commuove e diverte, per tutte le età;

clown, giocoleria, acrobatica, pizza freestyle, magia comica in Panettieri spaventati (martedì 15, ore 21, Teatro dei Rinnovati) di Collettivo Clown;

infine, prima della proclamazione dei vincitori della sezione, alle ore 13, un gioco scenico di movimento e ritmo, un susseguirsi di azioni corali, tra percussioni e voci per raccontare la storia di Cyrano de Bergerac in All’ombra di un grosso naso con Il Teatro nel Baule, in scena mercoledì 16 alle ore 10,00 al Teatro dei Rozzi.

Straligut, capofila del progetto In-Box, è un residenza artistica e culturale riconosciuta dalla Regione Toscana e sostenuta da Comune di Siena e dal Comune di Monteroni d’Arbia. Fa parte di R.A.T., coordinamento delle residenze toscane.

Info e prenotazioni

www.inboxproject.it
info@straligut.it

Info press

Elena Lamberti | elena.lamberti07@gmail.com

eventi e segnalazioni

eventi e segnalazioni

La cultura della contemporaneità nelle sue molteplici declinazioni

commenta

clicca qui per inviare un commento