Redazione

art a part of cult(ure), remove background noise
info@artapartofculture.net
Via Caulonia,15 – 00183 Roma – Italia
+39 3394423786 +39 3492340300
C.F. 97584660589 – P.IVA 10739981008
Registrazione al Tribunale di Roma n° 74/2010 del 16/03/2010
n° Iscrizione ROC: 19925 del 25/03/2010

 

Direttore Responsabile

immagine per Isabella MoroniIsabella Moroni
i.moroni@artapartofculture.net


Giornalista culturale e autrice di testi ed adattamenti, si dedica da sempre alla ricerca di scritture, viaggi, tradizioni e memorie. Per dieci anni direttore responsabile del mensile “Carcere e Comunità” e co-fondatrice di “SOS Razzismo Italia”, nel 1990 fonda l’Associazione Teatrale “The Way to the Indies Argillateatri”. Collabora con diverse testate e si occupa di progetti non profit, educativi, teatrali, editoriali, letterari, giornalistici e web.
Continua

Responsabile contenuti culturali

immagine di Barbara MartuscielloBarbara Martusciello
b.martusciello@artapartofculture.net


Storico e Critico d’arte, curatore di mostre, organizzatrice di eventi culturali e docente. Ha collaborato con riviste di settore, con i quotidiani “Paese Sera”, “Liberazione”, il settimanale “Liberazione della Domenica”, più saltuariamente con altri quotidiani (“Il Manifesto”, “Gli Altri”) e periodici (“Time Out” – Italia”); è stata parte attiva nel progetto che ha dato vita, a metà anni ’90, della prima rivista via fax di Arte (“Artel”) e di Architettura (“Architel”) e scrive regolarmente di Arti visive e cultura.
Continua

Responsabile web

Giampaola Marongiu
g.marongiu@artapartofculture.net


Diplomata all’ISIA di Roma come designer industriale. Dall’89 al ’99 ha lavorato come progettista nel Triveneto. Diplomata danzatrice professionista ha lavorato come performer e coreografa a Roma e Treviso. Ha frequentato per due anni la scuola di formazione Art Therapy. Dal 2000 di nuovo a Roma, si occupa fondamentalmente di web design e grafica come titolare di KGfree.com
Continua

Tutti gli Autori

 

Adriana De Leva

Adriana De Leva

Napoletana verace, molto impegnata sul proprio territorio come cittadina attiva, studi classici, veterinaria mancata per vicissitudini familiari… mamma, moglie, innamoratissima dei cani e sempre a coltivare, ancora ora, la sua passione adolescenziale per l’Inter.


Alessandra Abruzzese

Alessandra Abruzzese

Alessandra Abbruzzese nasce in provincia di Brindisi nel 1973. Studia alla Facoltà di Architettura di Firenze ma si dedica presto alla pittura. Più si laurea in lingue con una tesi sull’arte contemporanea di origine araba. Dal 1999 inizia ad esporre in eventi e fiere nazionali ed internazionali. Il suo percorso, tra colletive, personali, progetti sperimentali e residenze artistiche comprende diverse città, tra cui Torino, Roma, Bologna, Caserta, Milano, Bari, Lecce, Cosenza e gli USA.


Alessandra Caldarelli

Alessandra Caldarelli

Alessandra Caldarelli (Roma, 1988) si è laurata in Storia dell’Arte a luglio 2012 presso l’Università di Roma “La Sapienza” con il profilo “Curatore di arte contemporanea”. Tra le sue esperienze finora annovera una collaborazione come mediatrice culturale con il MAXXI B.A.S.E. in occasione del ciclo di mostre Contemporaneo.doc (dicembre 2010-febbraio 2011) e con il Dipartimento Educazione del MAXXI (ottobre 2011-giugno 2012). Ha partecipato al progetto PICA indetto dal Comune di Roma per il progetto “Il pubblico nei musei e nel territorio” (dicembre 2011-luglio 2012) presso i Musei Carlo Bilotti e Pietro Canonica e al momento sta svolgendo uno stage presso la galleria 1/9unosunove di Roma. Collabora anche con la rivista di settore Exibart.


Alessandra De Salvo

Alessandra De Salvo

Alessandra De Salvo, giornalista e sfrenata amante dell’arte contemporanea, si è laureata nel 2003 presso la cattedra di letteratura italiana moderna e contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma con un saggio sulla narrativa di Francesca Sanvitale. Da sempre intreccia l’attività lavorativa con le grandi passioni della sua vita: l’arte, l’editoria, la comunicazione. Dopo aver conseguito un master in Economia della cultura ha lavorato per uno dei più importanti artisti di arte concettuale. Attualmente collabora con varie testate e webmagazine.


Alessandra Fina

Alessandra Fina

Alessandra Fina laureata in Storia dell’Arte Contemporanea è critico d’arte e curatore indipendente. Lavora con il comitato direttivo dell’associazione culturale ArteOltre per la promozione di artisti emergenti e collabora con alcune testate di settore: www.tafter.it e www.terramara.it.
Ha collaborato inoltre alla redazione del testo Europa – America 1945 1985, una nuova mappa dell’arte (Aracne Edizioni) presso l’Università La Sapienza di Roma. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati: Caffè Letterario, Caffè Friends, Sinergy art, Villa Torlonia.


Alessandra Lupi

Alessandra Lupi

Alessandra Lupi (Roma, 1982) Disegnatrice e illutratrice freelance
Diplomata all’Accademia Europea dell’illustrazione, ha insegnato Character design presso l’istituto Quasar Design university


Alessandra Maria Sette

Alessandra Maria Sette

Romana, con una Laurea in Lettere, Alessandra Maria Sette inizia presto ad occuparsi di arte, collaborando dapprima con importanti gallerie d’arte romane, per poi passare alla cura scientifica e all’organizzazione generale di grandi mostre museali. Ha collaborato, tra l’altro, con Fondazioni pubbliche e private, il Comune di Roma, la Sovraintendenza Comunale, il Ministero dei Beni Culturali, il Ministero degli Esteri, il Teatro di Roma. Ha curato, con l’architetto Italo Insolera, la prima mostra ospitata a Palazzo Altemps, nel dicembre 2000, e la mostra inaugurale dell’apertura dell’Auditorium di Renzo Piano, nel dicembre 2002, intitolata “Dall’Augusteo all’Auditorium”. Si è occupata molto anche di arte contemporanea, seguendo il lavoro di artisti emergenti, svolgendo un lavoro di promozione attraverso mostre in spazi pubblici e pubblicazioni. Ha diretto la Galleria del Teatro India, collaborando con il direttore artistico del Teatro di Roma Mario Martone.
Oltre ai cataloghi legati alle sue mostre, ha curato molte pubblicazioni d’arte, tra cui il volume “Disegno e Design. Brevetti e creatività italiana” , la guida breve della mostra “Fernando Botero. Gli ultimi quindici anni”, curata da Claudio Strinati; il volume “Roma tra le due guerre. Cronache da una città che cambia”, con Italo Insolera. Da diversi anni collabora con Rai Educational per il programma Art News, con Il Giornale dell’Arte – Vedere a Roma, con la Fondazione Valore Italia. La mostra più recente, “Disegno e Design. Brevetti e creatività italiana”, dopo la sede romana dell’Ara Pacis, è stata ospitata a Shanghai, nell’ambito delle attività istituzionali dell’ICE e del Ministero dello Sviluppo Economico legate all’Expò 2010.


Alex Tarissi

Alex Tarissi

Alex Tarissi, economista di formazione, già responsabile della comunicazione e delle strategie commerciali internazionali di aziende del settore delle telecomunicazioni e della televisione (Italcable, Telecom Italia, Sky Italia), è oggi un consulente indipendente attivo nel settore dell’Arte. Cura, in collaborazione con Laura Traversi, la nostra sezione dedicata al Mercato e alle Aste, un nuovo servizio che “art a part of cult(ure)” offre ai suoi lettori.


Alfredo Fioritto

Alfredo Fioritto

Alfredo Fioritto insegna diritto amministrativo all’Università di Pisa ed è avvocato. Momentaneamente è appassionato di letteratura criminale.


Alice Buda

Alice Buda

Laureata in Comunicazione e specializzata in Media Online, si occupa di strategie web e di community management. Appassionata di letteratura, di scambi interculturali e di diritti umani, segue alcuni progetti letterari e collabora con Amnesty International.


Alice Militello

Alice Militello

Sono nata a Siracusa il 26/03/1983. Nel 2001 mi sono trasferita a Bologna per studiare lettere e specializzarmi in Storia dell’Arte. Dopo aver frequentato il Corso di perfezionamento in Economia e Management dei Musei e dei Servizi Culturali (MuSec) presso l’Università degli Studi di Ferrara (2010), successivamente mi sono iscritta alla Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici dell’Università di Udine dove nel 2013 ho conseguito il titolo di Storico dell’Arte.


Alice Neglia

Alice Neglia

Alice Neglia è dj e music designer (attiva con il nome Oceanicmood). Fa parte del Collettivo/Netlabel Electronic Girsl.Collabora con l’Associazione L’Atalante Cinema per cui presenta film a Cineforum e Rassegne.


Andrea Bitonto

Andrea Bitonto

Poeta tarantino trapiantanto a Bari e attivo con Poesia in azione e altri progetti di lettura condivisa, era l’unico rappresentante del Sud Italia alla finale nazionale dei Poetry Slam a Monza lo scorso 3 maggio 2014.


Andrea D'Agostino

Andrea D'Agostino

Andrea D’Agostino (Roma, 1978), si è laureato in Lettere all’Università Roma Tre con una tesi in Museologia sull’Ara Pacis Augustae e sul contestato museo di Richard Meier, argomenti su cui è tornato più volte con articoli e ricerche. Ha frequentato master in Management pubblico e comunicazione di pubblica utilità e in Beni culturali e ha svolto svolto stage negli uffici stampa di enti pubblici (Cnr, Ministero della Funzione pubblica), agenzie di comunicazione (Argon Media), associazioni onlus (Smile Train Italia onlus, Il Telefono d’Argento) e nella Soprintendenza del Comune di Roma. Giornalista professionista, dal 2007 lavora nella redazione di Avvenire occupandosi di cronaca. Dal 2008 al 2009 ha curato l’ufficio stampa del concorso Premio Claudio Accardi. Collabora con riviste e siti web di arte e spettacolo. Ha collaborato all’allestimento della mostra La Trinité-des-Monts redécouverte – Trinità dei Monti riscoperta, 1502 – 2002. Dal 2009 si occupa di arte contemporanea, curando le mostre Piero Boni. Mondi partecipativi e Carlo Previtali. Vizi capitali (galleria della Biblioteca Angelica, Roma) e collaborando alla personale di Salvatore Scafiti, Corpi riscritti (spazio AB23, Vicenza). Vive e lavora tra Roma e Milano.


Andrea Fogli

Andrea Fogli

Andrea Fogli è un artista italiano. Dopo gli studi classici, si è laureato in Filosofia all’Università di Roma nel 1983


Andreas Romagnoli

Andreas Romagnoli


Angel Moya Garcia


Angela Catrani

Angela Catrani

Angela Catrani vive a Bologna e si occupa di libri da quando aveva sei anni. Alla classica domanda su quale lavoro avrebbe fatto da grande rispose che avrebbe lavorato con i libri. Tutti pensarono al mestiere (meraviglioso) di libraia, solo sua madre pensò al mestiere di editor e in un qualche modo, con qualche parentesi per mettere al mondo due figli, a fare l’editor Angela ci è arrivata. Lavora per la Cooperativa sociale Il Mosaico, che tra le altre sue attività produce libri per bambini per conto di Bacchilega editore di Imola.


Anna Di Matteo

Anna Di Matteo

Anna Di Matteo è storica dell’arte specializzata in arte contemporanea, critica e curatrice indipendente, lavora con diverse associazioni che si occupano di arte contemporanea; collabora presso associazioni no-profit con progetti artistici e didattici, ha pubblicato su riviste specializzate web e cartacee. Perché l’Arte? Perché ci rende presenti, e liberi.


Antonella Caione

Antonella Caione

Antonella Caione, nasce a Roma il 24/10/1984, laureanda presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, indirizzo decorazione, in storia dell’arte con la tesi dal titolo “ Ritorno all’unità. L’arte e il corpo come molteplici manifestazioni espressive”, nata da un percorso di studi che si sviluppa attraverso la danza e il rapporto delle arti plastiche in funzione di una conoscenza che nasca dall’espressione del corpo. Ottiene il diploma in Pittura indirizzo figurativo presso il Liceo Artistico di Roma nel 2007, collaborando con artisti e scrittori all’interno di seminari di pittura, fotografia e video e stage di danza e di teatro, che si sintetizzeranno nell’esperienza di studio presso la scuola d’arte applicata di Barcellona all’interno di un percorso di ricerca audiovisiva collegata alla video art. Pubblica come collaboratrice di redazione con la rivista d’arte Arte e Critica e Arte e Roma partecipando alla segnalazione di eventi nell’ambito dell’arte contemporanea. Ama la scritture ed è in un processo di formazione mirato all’organizzazione eventi d’arte contemporanea e giornalismo.


Antonella Zadotti

Antonella Zadotti

Storica dell’Arte specializzata in arte contemporanea, si dedica alla didattica in alcuni musei di Varese e Milano. Collabora con associazioni, cooperative e scuole occupandosi di progetti artistici ed educativi.


Antonello Tolve

Antonello Tolve

Antonello Tolve (Melfi 1977) è critico d’arte e curatore indipendente. Dottore di ricerca in Metodi e metodologie della ricerca archeologica e storico-artistica presso l’Università degli Studi di Salerno, è studioso delle esperienze artistiche e delle teorie critiche del Secondo Novecento, con particolare attenzione al rapporto che intercorre tra arte, critica d’arte e nuove tecnologie.
Pubblicista, collabora regolarmente con diverse testate del settore. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all’estero e cataloghi di artisti, collaborando con la Fondazione Filiberto Menna, Salerno. Ha pubblicato numerosi saggi e il volume Giardini d’utopia. Aspetti della teatralizzazione nell’arte del Novecento (Salerno 2008). Dirige la collana Now (EDI.COM) e, con Stefania Zuliani, per l’editore Plectica, la collana Il presente dell’arte.


Antonio Arévalo

Antonio Arévalo

Antonio Arévalo è Poeta e curatore indipendente. E’ stato Commissario del Cile alla 49° edizione della Biennale d’Arte di Venezia (Menzione d’Onore da parte della Giuria Internazionale), ha organizzato numerose rassegne internazionali, mostre ed eventi culturali in importanti istituzioni museali e gallerie private. Ha tradotto e adattato, per il teatro, testi di Bataille, Donoso e Rulfo. Ha pubblicato libri di poesia ed è presente in numerose antologie di poesia e cataloghi d’arte in Europa e America. Sta lavorando ad alcuni progetti espositivi ed iniziative culturali di prossima inaugurazione.


Antonio Mastrogiacomo

Antonio Mastrogiacomo

Antonio Mastrogiacomo è uno studente di vario corso: laurea triennale in lettere classiche e magistrale in scienze filosofiche presso la Federico II, studia didattica dell’arte presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Dopo il diploma v.o. in sassofono presso il Conservatorio Nicola Sala di Benevento, si diploma al triennio di musica elettronica presso il San Pietro a Majella di Napoli. Perfezionatosi in teoria critica della società alla Bicocca di Milano, sviluppa la sua ricerca attraverso la pratica del montaggio.


Antonio Sassu

Antonio Sassu

Attualmente fondatore e attivo con il Gruppo Sinestetico (dieci anni di attività artistica sinestetica), ma anche attivo redazionalmente ed ecco la mia situazione: ANTONIO SASSU (collaboratore redazionale con Literary dal 2006) www.literary.it | tesserato cod. 2136 Attualmente attivo con Libraria Padovana editrice cas.Post.750 35122 Padova LITERARY (editore Giampietro Tonon). Il mio indirizzo : Sassu Antonio | Study Sinestetico Via Alessandrini 40, 35038 Torreglia Pd – Italy


Arianna Lodeserto

Arianna Lodeserto

Dottore di ricerca in Filosofia contemporanea, s’interessa di architetture cosmiche e di terzo paesaggio, di montaggi per la vista e per l’udito, di estetica del brutto e di archeologie dell’immaginario. Di posti dove “non c’è nulla da vedere” ne scrive su un blog malfamato, dal comodo acronimo GBAPB (https://guidabellaipostibrutti.wordpress.com/). Di fatti e di finzioni, di libri o di prese visioni ne scrive altrove, quando la penna vuole. Le arcaiche passioni al bromuro d’argento le ha stipate QUI (http://www.ariannalodeserto.com/), sempre in forma di serie.


Azzurra Chiarini

Azzurra Chiarini

Azzurra Chiarini, abruzzese, una laurea in Scienze Politiche ed una grande passione per l’Africa. Dopo essere stata per due anni responsabile delle relazioni internazionali della Friche la Belle de Mai, centro di produzione artistica e di sperimentazione di nuove culture urbane di Marsiglia, nel 2008 si trasferisce in Costa d’Avorio, ad Abidjan, dove lavora all’Ufficio di cooperazione allo sviluppo dell’Ambasciata d’Italia. Qui ha approfondito il suo interesse per l’arte africana contemporanea, ed in particolare per le dinamiche politiche e sociali che ne hanno plasmato le sue tante forme.


Barbara Martusciello

Barbara Martusciello

Barbara Martusciello è Storico e Critico d’arte, curatore di mostre, organizzatrice di eventi culturali e docente. Ha collaborato con riviste di settore, con i quotidiani “Paese Sera”, “Liberazione”, il settimanale “Liberazione della Domenica”, più saltuariamente con altri quotidiani (“Il Manifesto”, “Gli Altri”) e periodici (“Time Out” – Italia”); è stata parte attiva nel progetto che ha dato vita, a metà anni ’90, della prima rivista via fax di Arte (“Artel”) e di Architettura (“Architel”) e scrive regolarmente di Arti visive e cultura. Ha avuto la direzione artistica di spazi privati e gallerie; ha curato centinaia di cataloghi e di mostre in spazi pubblici e privati, attività che svolge tutt’ora. Docente di Storia dell’Arte e di Storia della Fotografia in diversi Istituti Superiori, è titolare del modulo didattico di Storia delle Arti Visive all’Università del Design Istituto Quasar. E’ stata ed è divulgatrice anche attraverso Master, convegni, seminari, workshop, conversazioni. Tra questi, per Zetema Progetto Cultura con Roma Capitale nell’ambito di Racconti di Storia dell’Arte; per il FAI nell’ambito di Visti da Vicino; per la GNAM _ Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma nell’ambito di L’artista, L’Opera, Il Museo; per Roma Design Lab (Creatività e Rigenerazione urbana: scenari nazionali e internazionali, casi di studio – Riconoscimento 3 C. F. dall’Ordine degli Architetti di Roma). Ha scritto alcuni libri e suoi saggi sono nei più recenti volumi “Guerra e Architettura” di Lebbeus Wood e “Ricostruire la moda italiana” di Nicola White (entrambi di Deleyva edit.); suoi testi critici aprono i libri fotografici “Sogni d’Acqua. Lungo il Mekong”, Electa-Mondadori ediz., 2014 e “Finding Homer”, PostCart 2015. Ha ideato e curato la prima edizione del Concorso e della Residenza fotografica in Murgia nell’ambito di MurgiAMO (2014) e ha collaborato con Roma Design Lab 2014, piattaforma tra istituzioni e privati dedicata al Design, all’Architettura, alla Creatività e alla rigenerazione urbana: per entrambe, art a part of cult(ure) è stata Mediapartner. Collabora con vari webmagazine e piattaforme culturali (MyWhere; Rotarian Gourmet), cura attività didattiche e culturali all’interno di artapartEvents ed è cofondatrice e Caporedattore del webmagazine “art a part of cult(ure)”. Membro della Commissione DIVAG-Divulgazione e Valorizzazione Arte Giovane per conto della Soprintendenza Speciale PSAE e Polo Museale Romano, ora in rimodulazione, attualmente ha un incarico nel MUSAP – Museo e Fondazione Arazzeria di Penne (Pescara) per cui segue l’area dell’Arte Visiva Contemporanea.


Barbara Tosi

Storico e critico d’arte è Docente di Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Ha collaborato per il settore della critica d’arte a quotidiani quali:
L’AVANTI, PAESE SERA, LA REPUBBLICA-TROVAROMA- ,LA NUOVA SARDEGNA, LA NUOVA VENEZIA, LA STAMPA
a riviste specializzate, settimanali o mensili quali:
FLASH ART, SEGNO, CONTEMPORANEA , VOGUE PER LEI, L’ESPRESSO.
Ha curato quasi esclusivamente mostre in spazi pubblici ed in gran numero. Tra queste si ricorda per il grande successo di pubblico (più di 80.000 visitatori) *Mario Schifano Tutto* presso la Galleria Comunale di Roma Ex Birreria Peroni nel 2002. E’ stata *commissario per la Quadriennale d’Arte di Roma*. Relatrice per l’Italia al Convegno Internazionale alla “VII Triennale India” -New Delhi- Ha ricevuto dal Ministero degli Esteri l’incarico speciale per la diffusione dell’Arte Italiana all’estero, in qualità di *addetto culturale* presso l’Ambasciata d’Italia nei Paesi Bassi -L’Aja. Numerose le pubblicazioni e i saggi di arte contemporanea, senza tener conto di articoli e recensioni.


Beatrice Mastrorilli 

Beatrice Mastrorilli 

Beatrice Mastrorilli è nata a Roma nel 1978. Laureata in Lettere con indirizzo Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi Roma Tre con una tesi sul Grand Tour del pittore scozzese Allan Ramsay, ha frequentato Master in Economia e Valorizzazione delle Istituzioni Culturali ed ha svolto stage presso Galleria Nazionale D’Arte Moderna di Roma lavorando nell’organizzazione e allestimento delle mostre temporanee. Nel 2007 è entrata nella Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università degli Studi di Siena. Ha pubblicato diversi articoli, testi e cataloghi -tra cui “XX Kalenarte 1990-2010… un filo lungo vent’anni” – e svolge attività di critico d’arte occupandosi anche di progetti culturali.


Beatrice Scaccia

Beatrice Scaccia

Beatrice Scaccia è artista visiva; a Roma, oltre ad esporre in gallerie private e spazi pubblici ha curato Laboratori d’Arte e si è occupata di un’Associazione Culturale in Piazza di Spagna che ha accolto workshop sull’Arte, incontri, dibattiti e Corsi.


Benedetta Carpi De Resmini

Benedetta Carpi De Resmini è curatrice e storica dell’arte. Il suo lavoro si concentra sull’analisi della parola scritta in relazione al linguaggio visivo e sulla pratica artistica contemporanea come interrogazione dello spazio inteso in senso polisensoriale. Attualmente lavora come curatrice indipendente e come consulente d’arte per società di comunicazione. Tra le mostre recenti da lei curate: Roommates 4, MACRO, Roma, 2011 (con Benedetta di Loreto); Viaggio in Italia, Palazzo Fabroni, Pistoia, 2010 (con Ludovico Pratesi); Espacios Urbanos, Foundación PROA, Buenos Aires, 2009 (con Ludovico Pratesi), corrispondente dall’Italia dell’edizione 2008 della Biennale of Sydney curata da Carolyn Christov-Bakargiev. Pubblica saggi per cataloghi e articoli per rubriche da lei ideate in riviste non del settore. Ha lavorato come assistente curatore al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Torino e alle Scuderie del Quirinale, Roma nell’organizzazione mostre. Ha collaborato inoltre come direttore artistico con la Galleria dell’Oca di Roma di Luisa Laureati Briganti. Ha tenuto lezioni e seminari presso varie università e fondazioni tra cui L’Università di Roma Tre e La Sapienza di Roma.


Benedetta Di Loreto

Benedetta Di Loreto

Benedetta di Loreto: curatrice e critica d’arte, è fondatrice e direttrice artistica di qwatz, residenza per artisti a Roma e membro fondatore di 1:1projects, network indipendente per la ricerca e la produzione di arte contemporanea. È referente scientifico sul rapporto tra arte e aziende per Adele-C, azienda di design di Milano, ed è docente presso Ateneo Impresa all’interno del master in Marketing e Comunicazione di Arte e Design. Pubblica articoli e saggi per riviste e pubblicazioni italiane e straniere. Ha frequentato il Curatorial Traning Program al MAGASIN di Grenoble, co-curando il libro AIDS RIOT, New York 1987-1994. Artists Collectives Against Aids; ha lavorato come assistente curatrice alla Fondazione Pistoletto di Biella, alla Fondazione Baruchello di Roma, e alla web radio WPS1/MoMA di New York.


Benedetta Donato

Benedetta Donato

Benedetta Donato


Benedetta Pallavidino

Benedetta Pallavidino

Benedetta Pallavidino nasce ad Alessandria nel 1992. Nel 2014 consegue la laurea triennale in lettere moderne con tesi in Storia e critica del cinema, nel marzo 2017 quella magistrale con tesi in Critica cinematografica. Nel 2015 vince il premio Adelio Ferrero per giovani critici nella sezione recensioni. Nel 2017 vince il Premio Franco La Polla e viene selezionata tra i finalisti del Premio Marco Valerio. Scrive di cinema e si occupa dell’organizzazione di eventi culturali ad Alessandria, dove vive.


Betty Fulgeri

Betty Fulgeri

Betty Fulgeri, dopo esperienze spagnole di alta qualità, si occupa di Art and Cultural Management e di Comunicazione. Portata per le pubbliche relazioni ne ha fatto un versante del suo lavoro. Sporadicamente, talvolta nascosta dietro sfavillanti, fantasiosi pseudonimi, collabora con massmedia come eclettica firma cultural-mondana. Navigatrice mediale, si dedica a incursioni in Blog e Social-network; ama viaggiare, per lavoro e per passione e tra gli aneddoti che ama raccontare di sé, c’è quello di essersi persa nell’iperspazio di Mister Fantasy… in buona compagnia.


Bruno Di Marino

Bruno Di Marino

Bruno Di Marino


Bruno Zanardi

Bruno Zanardi

Bruno Zanardi (1948), si è formato nell’Istituto centrale del restauro diretto da Giovanni Urbani. Abilitato a professore Ordinario di Teoria e tecnica del restauro è oggi Professore associato all’Università di Urbino “Carlo Bo” dove nel 2001 ha fondato il primo corso di laurea in Italia, per la formazione dei restauratori. Nel tempo della sua carriera è intervenuto su alcuni tra i monumenti e le opere più importanti della civiltà figurativa dell’Occidente. La Colonna Traiana, l’Ara Pacis, i mosaici paleocristiani e di Jacopo Torriti e gli affreschi già attribuiti a Giotto nella Basilica di Santa Maria Maggiore, a Roma, i rilievi di Benedetto Antelami nel Battistero di Parma, gli affreschi e i mosaici del Sancta Sanctorum, in Laterano, gli affreschi della Basilica di Assisi o i rilievi della facciata del Duomo di Orvieto. Tra le sue pubblicazioni, Il cantiere di Giotto (1996, intr. di F. Zeri, ntt. iconog. di C. Frugoni), la voce «Restauro» della «Enciclopedia Treccani del Novecento» (2004), Il restauro. Giovanni Urbani e Cesare Brandi due teorie a confronto (2009, intr. di S. Settis), Un patrimonio artistico senza (2013). E’ l’unico studioso italiano chiamato a scrivere nel Companion to Giotto della Cambdrige University (2004). Dal 2015 è vicepresidente dell’Associazione «Rete del Ritorno all’Italia in Abbandono».


Camilla Balbi

Camilla Balbi

Nata a Napoli ventitré anni fa, una laurea in lettere moderne, e una seconda in arte e mercati dell’arte. Una grande passione per la teoria dell’arte e i suoi problemi formali, per le avanguardie, le sottoculture, i gatti, i viaggi, le poesie, e le idee in grado di stravolgerci lo sguardo sulle cose.



Carlotta Monteverde

Carlotta Monteverde

Carlotta Monteverde (Roma, 1981). Ha studiato Storia dell’Arte all’Università di Roma Tre. Collabora dal 2010 con la Takeawaygallery di Roma e dal 2012 con il quadrimestrale Art App. Il ritratto dell’autrice è di Rodolfo Fiorenza, Carlotta – Silenzi (dettaglio)


Carmen Sardella

Carmen Sardella

Carmen Sardella nasce in Lussemburgo nel 1965. Trasferitasi in Italia, dopo il Liceo scientifico si Laurea in Giurisprudenza ed esercita la professione di avvocato. Dal 1991 vive a Roma.
Negli anni ’90 la sua passione per l’arte la porta a partecipare ad alcune collettive e, in un contesto culturalmente più ampio, a prendere parte allo spettacolo “Apnea” in scena al Moma di New York nel 1996. Nel 2001 frequenta il corso della Scuola C.E.T. ove consegue il diploma come Autrice di Testi musicali e, successivamente, prende parte ad una performance di arte e danza (Vicenza, 2005) e collabora con alcuni artisti per progetti multimediali. Appassionata da sempre di arte e architettura, redige recensioni per mostre su varie riviste. Negli ultimi anni si dedica alle arti visive recensendo mostre e collaborando alla rivista “Cultura”.


Casey Gleghorn

Casey Gleghorn

Casey Gleghorn è un pittore, gallerista e web designer americano. Nel 2009 si è laureato in grafica e web design presso il Pennsylvania College of Technology e ha fondato, con John Yogodsinski, lo studio di grafica e web design The Graphic Hive. Nel 2011 ha fondato, inoltre, con un socio, la Converge Gallery, una galleria che si occupa di scoprire nuovi talenti e dare, al contempo, visibilità ad artisti affermati le cui opere siano già presenti in collezioni di prestigio come quelle del Guggenheim e del MoMA. Vive e lavora fra Williamsport, PA e New York.


Caterina de Gasperis Giurgola

Caterina de Gasperis Giurgola

Caterina de Gasperis Giurgola è un architetto romano laureato presso l’Università della Sapienza nel 1979. Svolge la sua attività professionale prevalentemente a Roma e nelle Marche dove si occupa sia di ristrutturazioni di interni ed esterni e principalmente di Arredo Urbano e architettura di giardini, terrazzi, parchi pubblici e privati.


Cecilia Deni

Cecilia Deni

Cecilia Deni, classe 57, sarda di nascita, vive e lavora come medico di famiglia a Bologna. Lettrice ossessiva, ama restituire il frutto delle letture a chiunque, imprudentemente, si presti ad ascoltare.


Cetta De Luca

Cetta De Luca

Cetta De Luca, scrittrice, editor e blogger vive a Roma. Ha al suo attivo sei pubblicazioni tra romanzi e raccolte poetiche. Lavora nel campo dell’editing come free lance per la narrativa e collabora alla revisione di pubblicazioni di didattica nell’ambito letterario. Cura un blog personale http://www.cettadeluca.wordpress.com e spesso è ospite dei blog Inoltre e Svolgimento.
Nel poco tempo libero che le rimane tra lavoro e figli si impegna nell’organizzazione di eventi per il mondo letterario e, nello specifico, per gli scrittori.


Chiara Lecito

Chiara Lecito

Toscana, laureata in lettere, precaria tra eventi, cultura e social media in quel della Versilia. Scrive su «Winter Aubergine» (http://www.winteraubergine.it/), dove parla di libri e altre cose che ritiene interessanti.


Chiara Mastelli

Chiara Mastelli

A seguito dei miei studi in ambito storico-artistico e dei miei interessi, ho sempre cercato di promuovere e diffondere la conoscenza dell’ arte nelle sue diverse forme. Faccio parte della Delegazione FAI (Fondo Ambiente Italiano) di Bologna dal 2007 e grazie alla mia collaborazione con gallerie sia italiane che estere, ho avuto modo di conoscere e curare il lavoro di diversi artisti contemporanei (come James Casebere, Marcus Harvey, Candida Hofer, Michael Joo, Harland Miller, Anxiong Qiu, Beverly Semmes).


Chiara Palumbo

Chiara Palumbo

Nata (nel 1994) e cresciuta in Lombardia suo malgrado, con un’ anima di mare di cui il progetto del giornalismo come professione fa parte da che ha memoria. Lettrice vorace, riempitrice di taccuini compulsiva e inguaribile sognatrice, mossa dall’amore per la parola, soprattutto se è portata sulle tavole di un palcoscenico. “Minoranza di uno”, per vocazione dalla parte di tutte le altre. Con una laurea in lettere in tasca e una in comunicazione ed editoria da prendere, scrivo di molte cose cercando di impararne altrettante.


Chiara Pasqualini

Chiara Pasqualini

Romana, classe 1985, Canonista e laureata in Scienze Politiche si divide tra fotografia, diritti umani e questioni di genere. Le sue fotografie hanno viaggiato per varie testate nazionali (“Fatto Quotidiano”, “Ansa”, “La Lettura – Corriere della Sera”) per comporre poi il catalogo fotografico dell’installazione scultorea all’Ara Pacis di Roberto Pietrosanti (2012) e quello di Livia Crispolti “La cravatta fa l’uomo” per Gangemi Editore (2012). Curiosa e testarda, cerca sempre nuove prospettive. In qualsiasi cosa.


Chiara Zocco

Chiara Zocco

Chiara Zocco è nata Ragusa, in Sicilia, nel 1988 e dopo il diploma di Liceo Artistico (di Modica), si interessa di arti visive e si laurea alla Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Roma Tre con una tesi che mette a confronto, attraverso lo spettro dell’Ecocritica, alcune delle opere di Gianni Celati e Richard Long. Ha collaborato agli eventi proposti dall’Associazione culturale L.A.P (Laboratorio Autonomo Potenziale) di Modica e dal 2007 vive a Roma occupandosi, attualmente, del coordinamento del progetto Rotarian Gourmet. È sempre alla ricerca di eventi che tocchino trasversalmente arte, letteratura e musica e ne scrive per art a part of cult(ure).


Cira Viggiano

Cira Viggiano

L’esperienza della tesi alla Facoltà di Disegno Industriale dell’Università de “La Sapienza” di Roma viene premiata nel 2006 dalla “Raimond Loewy Foundation Italy” di Milano come una delle migliori 10 tesi nazionali dell’anno, sul progetto tipografico della realizzazione di una font: SINUS. Nello stesso anno si occupa del riediting della font Newell per il libro “The slant book” editato dalla casa editrice “Orecchio Acerbo” di Roma tradotto in sei lingue, riconosciuto come il miglior libro per ragazzi dell’anno. Nel 2008 si specializza all’Accademia di Belle Arti dell’Aquila dove crea un connubio tra la grafica, le arti calligrafiche e quelle pittoriche. Dal 2008 al 2010 partecipa a varie mostre sul proprio tema: “Grafismi Pittorici”. Nel 2011 progetta il format per la nuova campagna pubblicitaria dell’ENI Basilicata. Ha insegnato alla Facoltà di Disegno Industriale de La Sapienza nell’indirizzo di “Grafica e comunicazione visiva”, attualmente è docente di Lettering, Tecniche editoriali e Type Design all’Istituto Quasar.


Clara Iannarelli

Clara Iannarelli

Laureata in Lettere Moderne, Clara è appassionata di scrittura e comunicazione.
Con varie esperienze alle spalle nel settore degli eventi culturali e artistici, si occupa oggi di pr e attività di ufficio stampa. Ama l’arte, e in fondo anche gli artisti, che spesso segue nelle loro avventure, soprattutto quelle in “strada”.


Clarissa Pace

Clarissa Pace

Laureata in lingue e letterature orientali, viaggiatrice e fotoreporter ha vissuto per alcuni anni fra India, Nepal e Sri Lanka per approfondire i suoi studi sull’archeologia e l’arte del subcontinente indiano e come inviata di alcune testate locali. Tornata in Italia comincia a lavorare nell’editoria ma è sempre pronta a riprendere la sua vita nomade e piena di scoperte. Quando non viaggia naviga ininterrotttamente sul web.


Claudia Farci

Claudia Farci

Claudia Farci


Claudia Pettinari

Claudia Pettinari

Laureata in Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Perugia con tesi di laurea, svolta in parte in Belgio, sull’illustrazione grafica tra Simbolismo e Art Nouveau, attualmente è assistente alla galleria CO2 Contamporary Art di Roma e lavora alla sezione didattica di Cinecittà Studios. Collabora come autore e corrispondente con diverse testate di carattere artistico-culturale come Juliet, Exibart, art a part of cult(ure), Tafter. Nel 2009, dopo aver lavorato presso la galleria LipanjePuntin Artecontemporanea di Roma, è co-fondatrice del primo comitato direttivo dell’Associazione Culturale ArteOltre, volta alla ricerca di giovani artisti emergenti. Nel 2010, dopo un’esperienza di lavoro nell’ambito del programma Leonardo da Vinci presso la Casa Museo Manuel de Falla di Granada, torna nella capitale dove collabora come assistente e curatore con diversi spazi espositivi. Tra i principali progetti curati, tramite l’Associazione ArteOltre in collaborazione col Caffè Letterario di Roma, “Camera Oscura – Contest di Fotografia” (2011) e “Seven of Seven: Seven Times Artists” (2010-2011).”


Claudia Quintieri

Claudia Quintieri

Claudia Quintieri, classe ’75, è nata a Roma, dove vive e lavora. Si è laureata in Lettere indirizzo Storia dell’arte. È giornalista, scrittrice e videoartista. Collabora ed ha collaborato con riviste e giornali in qualità di giornalista specializzata in arte contemporanea. Nel 2012 è stato pubblicato il suo libro “La voglia di urlare”. Ha partecipato a numerose mostre con i suoi video, in varie città. Ha collaborato con l’Associazione culturale Futuro di Ludovico Pratesi. Ha partecipato allo spettacolo teatrale Crimini del cuore.


Claudio D'Antoni

Claudio D'Antoni

Docente dell’Università Lumsa in Roma, pianista, critico


Collezione Maramotti

Collezione Maramotti

Un progetto per l’arte contemporanea. Risale a più di trent’anni fa il proposito di Achille Maramotti di costituire una raccolta d’arte contemporanea che diventasse poi un luogo esemplare di fruizione estetica e intellettuale, aperto a un pubblico di conoscitori e interessati. La collezione doveva essenzialmente rappresentare, nelle sue intenzioni, uno specchio del movimento delle idee artistiche più avanzate del proprio tempo.

Fino al 2000, un certo numero di opere acquistate venivano esposte per lunghi periodi negli spazi di passaggio dello stabilimento Max Mara in via Fratelli Cervi a Reggio Emilia: l’intento era quello di promuovere una quotidiana, stimolante convivenza fra creatività artistica e disegno industriale. Non è perciò un caso che questo edificio, una volta dedicato alla creazione di “collezioni” di moda, sia ora divenuto la sede permanente di una collezione d’arte contemporanea. La continua esplorazione dei linguaggi diversamente espressivi e in costante evoluzione della moda e dell’arte era stata la passione centrale di Achille Maramotti.


Costanza Rinaldi

Costanza Rinaldi

Costanza Rinaldi nasce a Milano nel 1983. Si laurea in Storia dell’Arte Contemporanea a Bologna nel 2008, dove vive per due anni. Dopo aver collaborato con l’ufficio stampa del Mart a Rovereto, torna a Milano e prende parte allo staff di Careof contribuendo alla ricerca e promozione di giovani artisti. Recentemente, dopo una breve parentesi fiorentina per un Master in allestimento museale, ha terminato il Master in Lighting Design del Politecnico. Ora scrive, progetta e ogni tanto lascia spazio alla fotografia.


Cristiana Pacchiarotti

Cristiana Pacchiarotti

Nata a Roma nel 1970 è architetto. Formatosi al Liceo Artistico di Via Ripetta e successivamente alla Facoltà di Architettura di Valle Giulia di Roma, i suoi interessi storico-artistici e la sua formazione tecnica la portano a realizzare diversi allestimenti di mostre in prestigiose istituzioni nazionali e a dare una consulenza artistica per l’allestimento del Museo Archeologico di Napoli – sez. Egizia ed Epigrafica. Nel 2010 ha coordinato : “Le Cattedrali del Vino” (curata da Paola Di Giuliomaria, voluto dall’Ordine degli Architetti di Roma insieme all’IN/ARCH e al Gambero Rosso), evento collaterale alla 12. Mostra Internazionale di Architettura – Biennale di Venezia – People meet in Architecture e nel 2012 ha coordinato il convegno “Architettura come simbolo della produzione vinicola nel nostro territorio” nel Padiglione Italia, curato da Luca Zevi, alla 13. Mostra Internazionale di Architettura – Biennale di Venezia. Attualmente svolge la libera professione e consulenze per la Pubblica Amministrazione, occupandosi di Investimenti pubblici.


Cristina Danese

Cristina Danese

Laureata in Lettere con indirizzo Storia dell’arte, a Milano, ha frequentato a Roma un corso di perfezionamento in Economia e valorizzazione delle istituzioni culturali e corsi di formazione specifici. Si è occupata di allestimento di mostre e attività di ricerca. Collabora con istituzioni pubbliche e private nel campo delle arti visive e dello spettacolo.


Cristina Ricatti

Cristina Ricatti

Appassionata di scrittura, letteratura, arte antica e contemporanea, si è laureata in archeologia per poi volgersi al mondo editoriale. Ha lavorato in una casa editrice romana e pubblicato articoli su riviste cartacee e sul web. Ė autrice di testi critici d’arte indipendente romana, di cui ha curato il progetto comunicativo per le esposizioni. Ama anche altre cose che non c’entrano niente con tutto questo.


Cristina Villani

Cristina Villani

Vive a Bologna, dove lavora come logopedista al Servizio di Neuropsichiatria Infantile occupandosi prevalentemente di disturbi della comunicazione, del linguaggio e dell’apprendimento, è appassionata da sempre di Arte, in qualunque forma si presenti. Da alcuni anni ha iniziato un percorso nel campo della fotografia


Daniela Lancioni


Daniela Legotta

Daniela Legotta

Laureata in D.A.M.S. (Torino) e in Storia dell’Arte e Valorizzazione del Patrimonio Storico-Artistico (Genova), guida museale, è una curatrice e critica d’arte indipendente. Nel 2008 ha cofondato l’associazione Ko.Ji.Ku. (Consorzio Giovani Curatori) con la quale ha curato personali e collettive di giovani artisti emergenti. Attualmente collabora con l’Archivio d’Arte Contemporanea (AdAC) dell’Università degli Studi di Genova e sta lavorando con il Comune di Celle Ligure (Savona) allo sviluppo di un portale web dedicato alla creatività giovanile. Attiva nell’ambito della comunicazione, scrive di arte e collabora con “art a part of cult(ure)”


Daniela Satta

Daniela Satta

Sono nata e cresciuta a Roma, mi sono laureata in Economia Aziendale e lavoro in un negozio per future mamme. Mi piace leggere, impazzisco per i quadri i Monet ma amo l’arte in generale. Da qualche anno mi sono appassionata alla fotografia. Adoro passeggiare per le vie del centro di Roma al tramonto, quando tutto si tinge di arancio.


Daniela Trincia

Daniela Trincia

Daniela Trincia nasce e vive a Roma. Dopo gli studi in storia dell’arte medievale si lascia conquistare dall’arte contemporanea. Cura mostre e collabora con alcune gallerie d’arte. Scrive, online e offline, su delle riviste di arte contemporanea e, dal 2011, collabora con “art a part of cul(ture)”. Ama raccontare le periferie romane in bianco e nero, preferibilmente in 35mm.


Daniele Bucci

Daniele Bucci

Classe 1987, Daniele Bucci è Co-Founder di Sustainable Making – che sta svolgendo un lavoro di ricerca riguardo le nuove strategie di innovazione sociale – e Co-Founder di Studio Superfluo – che da anni lavora sulla tematica dell’upcycling e della didattica informale. Formatosi all’ISIA Roma Design e all’Escola de Design – UEMG, ha studiato Ecodesign presso il Politecnico di Torino, città dove attualmente vive alternandola con Roma.


Daniele Ferrise

Daniele Ferrise

Laureato all’Accademia di Belle Arti di Roma, con la Tesi in Tecniche Grafiche Speciali Spike Lee-Ritratti, libro fotografico con scatti originali.
Ha firmato il ritratto di Spike Lee alla pagina n°1 della monografia scritta da Fernanda Moneta, Spike Lee, Editrice il Castoro (2007).
Mostre personali: Libreria del Cinema di Roma inaugurata il 22 gennaio 2008 e Libreria Mondadori di Alessandria inaugurata il 7 febbraio 2008.
Ha pubblicato su: Agora Magazine, Babylonbus, Cine Bazar, Free Art & News e Art a part of cult(ure).
È tra gli autori dell’opera in produzione condivisa La mattina la gente lavora, finalista al premio nazionale delle arti 2007 (MIUR), Corso di Regia dell’Accademia di Belle Arti di Roma.
Si è occupato della produzione esecutiva e della direzione della Fotografia dello Spot video realizzato per l’Accademia di Belle Arti di Roma in occasione del XI Salone dei Beni e delle Attività Culturali-Venezia 2007.
Ha preso parte, con il video documentario dell’happening La mattinna la gente lavora, alla collettiva “The Growing Flowers” NUA presso il Circolo degli artisti.
Ha realizzato riprese e montaggio e ha curato la fotografia del programma pilota “Corso di regia dell’Accademia di Belle Arti di Roma: esperimenti di produzione condivisa”, in onda da giugno 2009 sull’emittente televisiva TVR Autovox.
Ha collaborato, come produttore esecutivo, al cortometraggio di Fernanda Moneta per il film concept “Walls and Borders”.
Collabora con la rivista Art a part of cult(ure).
Collabora anche, in qualità di grafico, con la casa editrice UniversItalia, per la quale ha curato la veste grafica di diversi libri.
Ultimo titolo: Fernanda Moneta “La chiave del cinema. Tecniche segrete per realizzare un film di valore”.
Sito: http://www.danieleferrise.com


Daniele Fiacco

Daniele Fiacco

Daniele Fiacco (Velletri, 1983) si è laureato in Scienze Storico Artistiche con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea. Ha lavorato come assistente alla direzione artistica della galleria Furini. Scrive testi critici per cataloghi di mostre. Ha pubblicato articoli e interviste su varie testate, tra cui Flash Art, Drome, Exibart, Arskey, Artribune e Dagospia. Vive e lavora tra Latina e Roma.


Daniele Vazquez

Daniele Vazquez

Daniele Vazquez è antropologo urbano, scrittore e dottore di ricerca in urbanistica (Università IUAV di Venezia). Tra i primi aderenti al Luther Blissett Project ha fondato e fatto parte di numerosi gruppi artistici, attivisti e di ricerca indipendenti sulle forme di vita urbane, tra i quali Luoghisingolari.net. Ha scritto e scrive per numerosi libri, cataloghi, atti di convegni e riviste, tra queste ultime: Drome magazine, NIM magazine, Basic Income Network, Arch’it, Artapartofcult(ure), Archivio di Studi Urbani e Regionali (ASUR) e Critica degli Ordinamenti Spaziali (CRIOS). Ha pubblicato nel 2010 il libro “Manuale di Psicogeografia” (edizioni Nerosubianco) e nel 2012 il romanzo di fantascienza “La comunità dei sogni” (edizioni Gilgamesh).


Danilo Jon Scotta

Danilo Jon Scotta

Giornalista e organizzatore di mostre ed eventi che si divide tra Parigi e Milano, dove essenzialmente si svolgono le sue attività.


Dario Lombardi

Dario Lombardi

Dario Lombardi nasce a Roma, si diploma all’Istituto Superiore di Fotografia. Vive e lavora a Vienna come freelance. Ha affrontato diversi generi nella sua professione, dalla fotografia di scena, teatro e danza, passando per la moda ed arrivando al ritratto. Si confronta negli ultimi lavori con la tematica dell’essere umano ed il suo rapporto con il contesto in cui vive. Nel 2008 espone “Hinsichtlich”, reportage sulla donna che veste il velo come scelta religiosa e come confine tra la sfera privata e pubblica. Nel 2009 pubblica insieme con Gianluca Amadei una serie di interviste e ritratti sulla scena professionale ed artistica dei designers in Polonia, dal titolo “Discovering Women in Polish Design”. Attualmente si occupa della mostra-installazione “Timensions” per il Singapore Art Museum 2012, una ricerca sul rapporto tra l’uomo e lo spazio/tempo.


Dario Sereni

Dario Sereni

Ferrarese di mezz’età da una vita trapiantato a Milano. Giornalista professionista, ha svolto la prima parte del suo percorso professionale nel campo del giornalismo economico, arrivando a dirigere per oltre dieci anni l’Agenzia di stampa Il Sole 24 Ore Radiocor. Successivamente ha diretto ufficio stampa o relazioni esterne per Telecom Italia, RAS e Unione Industriali di Napoli. Oggi alterna lunghi viaggi, prevalentemente in America Latina, a consulenze aziendali su identità, media relation, eventi, social media. Visitatore compulsivo di musei ha due pallini fissi: per l’arte classica Guido Reni e per quella moderna Piet Mondrian.


David Medalla

David Medalla

David Medalla is a Filipino international artist, who was born in Manila, the Philippines in 1942. His work ranges from sculpture and kinetic art to painting, installation and performance art. He lives and works in London, New York and Paris. At the age of 12 he was admitted at Colombia University in New York upon the recommendation of American poet Mark van Doren and studied ancient Greek drama with Moses Hadas, modern drama with Eric Bentley, modern literature with Lionel Trilling, modern philosophy with John Randall and attended the poetry workshops of Leonie Adams. In the late 1950s he returned to Manila and met Jaime Gil de Biedma (the Catalan poet) and the painter Fernando Zobel de Ayala, who became the earliest patrons of his art. In 1960s Paris, the French philosopher Gaston Bachelard introduced his performance ‘Brother of Isidora’ at the Academy of Raymond Duncan, later, Louis Aragon would introduce another performance and finally, Marcel Duchamp honoured him with a ‘medallic’ object. His work was included in Harald Szeemann’s exhibition ‘Weiss auf Weiss’ (1966) and ‘Live in Your Head: When Attitudes Become Form’ (1969) and in the DOCUMENTA 5 exhibition in 1972 in Kassel.


Davide Sapienza

Davide Sapienza

Vive e lavora davanti alla Presolana. Scrittore, giornalista e traduttore (noto studioso di Jack London, nel 2011 Feltrinelli ha pubblicato la sua versione di Il richiamo della foresta, settimo lavoro dedicato allo scrittore americano in quattro anni), esperto di terre del Nord (ha curato La spedizione della Fram e Nel cuore della Groenlandia di Fridtjof Nansen oltre ad aver tradotto I Diari del Polo di R.F. Scott), dal ventunesimo secolo si dedica alla narrativa. Il suo debutto, dopo lunghi anni dedicati alla musica come giornalista e autore di libri, è I Diari di Rubha Hunish: un manifesto dedicato al viaggio e alla dimensione interiore del rapporto con la terra. La sua è una letteratura legata alla natura e alle sue voci (come in La strada era l’acqua). Nel 2009, per la Tv Svizzera Italiana, Fabio Calvi si è ispirato al romanzo La valle di Ognidove per realizzare La sapienza di Davide. Parole in cammino, documentario visibile anche su www.davidesapienza.it. I suoi libri gli hanno valso il premio Alpinia.net, Pigna d’argento 2011 a Bormio come migliore autore degli ultimi anni. Nell’autunno 2011 pubblica Le OroVie (con il fotografo Andrea Aschedamini, insieme al quale ha pubblicato anche L’invisibile canto del silenzio) e per Ediciclo, La musica della neve.


Deianira Tolema

Deianira Tolema

Deianira Tolema è nata a Salerno. Fin da bambina si è dedicata all’arte e alla poesia, facendo del disegno e della scrittura i suoi principali strumenti espressivi. Dal 2008 collabora con artisti, curatori e direttori editoriali occupandosi principalmente di testi e traduzioni. Attualmente vive e lavora fra Italia e Stati Uniti.


Dionigi Mattia Gagliardi

Dionigi Mattia Gagliardi, studente tesista all’Accademia di Belle Arti di Roma e attivo in comitati studenteschi, è impegnato in prima persona nella battaglia per fare ottenere dignità culturale e di ruolo all’istituzione universitaria. Si occupa di estetica, psicologia sperimentale, processi aleatori. E’ diplomato al triennio in arti visive e discipline dello spettacolo.


Domenico Marcella

Domenico Marcella

Preferisce perdere tempo a scrivere pezzi pop per non annoiarsi. Ama la bellezza e tutti i luoghi dove è possibile scovarla. Dice di sé: «Quando si parla di me non so mai che dire».


Donato Di Pelino

Donato Di Pelino

Donato Di Pelino è nato a Roma nel 1987. E’ laureato in Giurisprudenza con una tesi sul contratto nelle arti visive, in particolare quello stipulato tra artista e gallerista. E’ redattore di artapartofculture dal 2009 e per il webmagazine ha scritto di arte privilegiando, in particolare, l’intervista in forma di conversazione e scambio con gli artisti. Si occupa anche di poesia e di musica.


Edmondo Bertaina

Edmondo Bertaina

Libero professionista, consulente per la comunicazione, svolge attività di docenza per diversi Enti di Formazione e Consorzi. E’ socio del Club della Comunicazione d’Impresa. Scrive per periodici e mensili e ha diretto il periodico Pòlis. Possiede un Master in marketing e comunicazione, una Laurea in Lettere ed ha frequentato la scuola di Giornalismo Carlo Chiavazza di Torino. E’ titolare dell’ ufficio stampa Ed-Way. Cura e organizza mostre d’arte contemporanea ed ha all’ attivo la pubblicazione di numerosi cataloghi. E ‘ socio dell’Associazione culturale ‘Arte 2000’. Prima di dedicarsi alla libera professione ha lavorato in una importante casa editrice piemontese.


Elena Bozzo

Elena Bozzo

Elena Bozzo è nata nel 1988; risiede a Roma ed è laureata in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali presso la LUISS Guido Carli. Lavora all’ufficio stampa di MondoMostre, società specializzata nell’organizzazione e progettazione di grandi eventi culturali in Italia e all’estero. Si è occupata di comunicazione in occasione della mostra “Vermeer. Il Secolo d’oro dell’arte olandese” alle Scuderie del Quirinale e per il progetto Exhibitaly “Eccellenze Italiane d’oggi a Mosca”. Dal 2011 collabora con il mensile “Notizie in Controluce” per le rubriche di Cultura, Spettacoli e Arte, Letture, Società e Costume e ha da poco pubblicato su art a part of cult(ure)…


Elena Quarta

Elena Quarta

Elena Quarta si è laureata in Regia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, Relatore della Tesi: Fernanda Moneta


Eleonora Scoccia

Eleonora Scoccia


Eliana Privitera

Eliana Privitera

Eliana Privitera, giornalista, ha collaborato con quotidiani e periodici cartacei e online scrivendo di vari argomenti, tra cui arte e cultura, editoria, cinema, teatro, lifestyle. Organizzatrice eventi e addetta stampa free lance per manifestazioni dell’Estate Romana, ha lavorato in vari ambiti della comunicazione, occupandosi anche di rassegna stampa a analisi media


Elisa Fava

Elisa Fava

Laureata in Storia dell’Arte Contemporanea (2009) presso l’Università di Roma La Sapienza, consegue nella stessa la Laurea Magistrale in Curatore d’Arte Contemporanea (2010) con una tesi incentrata sui recenti sviluppi della Bio Arte, ed un’analisi storico – critica sull’uso di materiale organico/vivente da parte degli artisti contemporanei, con relative ripercussioni etico – sociali verso la consapevolezza del fruitore. Dal 2009 approfondisce la passione per la scrittura critico – giornalistica collaborando come pubblicista per una testata campana e vari giornali on line dedicati all’arte. Dopo varie esperienze curatoriali a Roma e Milano e collaborazioni presso musei pubblici e gallerie private, gestisce la direzione artistica presso un’agenzia di spettacolo, curandone la parte grafica e comunicazionale.



Elisabetta Castiglioni

Elisabetta Castiglioni

Dottoressa di ricerca in Storia, teoria e tecnica del teatro e dello spettacolo, per diversi anni cultrice della materia all’Università “La Sapienza” di Roma, ha collaborato per la cattedra di Metodologia e critica dello spettacolo e pubblicato monografie su Luca Ronconi, Totò, Renato Rascel etc.. Come giornalista ha collaborato per molte riviste e web magazine pubblicando articoli dedicati alla cultura e attualmente scrive di musica, teatro e arte per i trimestrali “Luxury files” e “Fashion Files” e per i magazine on line “Amazing Cinema” e Dazebao”. Curatrice artistica di manifestazioni culturali, responsabile d’immagine di alcune etichette discografiche indipendenti, music club romani e festival. Dal 2001 ricopre con l’agenzia a lei intestata il ruolo di ufficio stampa, pubbliche relazioni e promozione di eventi culturali legati a musica, teatro, cinema, letteratura, arti visive ed enogastronomia.


Elisabetta La Micela

Elisabetta La Micela

Elisabetta La Micela nasce 29 anni fa a Siracusa, laddove un’antica cavea è lambita dal mare, tanto che le sarà per tutta la vita impossibile liberarsi del teatro e di quel mare, ora lontano. Era sedicenne quando il cinema è arrivato a completare l’opera, mentre pagine su pagine rivelavano indomabili la dipendenza dall’inchiostro. E’ diventata così giornalista passando per il carcere, dove ha riscoperto la ragione del teatro, e per una Laurea in Scienze della Comunicazione e una specializzazione in Discipline dello Spettacolo all’Università La Sapienza. Continua ancora a scrivere di quello che vede e che ama, investita di striscio da un nuovo e amato percorso di autrice televisiva a servizio della verità.


Elpidio Ercolanese

Elpidio Ercolanese


Emanuele Rinaldo Meschini

Emanuele Rinaldo Meschini

Emanuele Rinaldo Meschini (Roma 1984). Storico dell’arte e curatore, laureato presso l’Università La Sapienza di Roma con una tesi sulla comunicazione culturale tra futurismo e pragmatismo. Dottore Specialista in Beni Storico Artistici presso l’Università di Siena con il Professor Enrico Crispolti con una tesi sull’attivismo e pratiche sociali. Vincitore della borsa di studio per il perfezionamento all’estero indetta dalla Sapienza (2013) conduce ricerche sulle nuove pratiche sociali ed autogestione nel mondo dell’arte presso la Freie Universitat di Berlino. Attualmente curatore in residenza presso il Node Center di Berlino. Collabora con il Centro Luigi Di Sarro (Roma) ed è membro di UpperArt, collettivo artistico attento alle tematiche sociali ed alternative (Bergamo).


Emidio Battipaglia

Emidio Battipaglia

Emidio Battipaglia is an international photographer originally from Italy, currently based in Edinburgh, UK. Specialising in fashion, fine art and creative advertising photography he is available for commissioned work in the UK and worldwide.


Emiliana Mellone

Emiliana Mellone

Emiliana Mellone dopo la laurea di primo livello in Cultura e Amministrazione dei BB.CC presso l’università di Napoli Federico II, nel redigere la tesi in Storia dell’Arte Contemporanea, collabora al progetto “EuroMediterraneo. Sviluppo e promozione delle attività artistiche e museali nei paesi del Mediterraneo – diretto alla formazione di un network teso a valorizzare la rete di gallerie d’arte contemporanea campane – e continua i suoi studi con un biennio specialistico in Organizzazione e Gestione del Patrimionio Culturale ed Ambientale. Consegue la Laurea Specialistica con una tesi in Marketing degli Eventi Culturali e contemporaneamente svolge alcune esperienze trasversali nel settore della comunicazione e dell’ufficio stampa. Partecipa a numerosi seminari tematici in Storia e critica dell’Arte organizzati presso i musei napoletani MADRE e PAN. Attualmente collabora con la galleria T293 di Napoli.


Emilio Cattolico

Emilio Cattolico

Emilio Cattolico


Emmanuele Pilia

Emmanuele Pilia

Nato a Civitavecchia nel 1985, si forma nella Facoltà di Architettura Valle Giulia. Interessato alle contaminazioni tra cybercultura, epistemologia ed estetica, è particolarmente attento alle espressioni architettoniche ed artistiche che raccolgono l’eredità situazionista e la sfida neo-utopista della corrente di pensiero transumanista. Dal 2008 è Art Director della rivista di epistemologia Divenire, rassegna interdisciplinare di studi sulla tecnica ed il postumano, curata da Riccardo Campa, per la quale cura il progetto grafico e scrive diversi saggi. Nello stesso anno, fonda a Ladispoli, assieme ad Emanuele Sbardella, l’associazione culturale Emergenze, con la quale progetta diversi eventi artistici. Dal 2009, collabora con la cattedra di disegno dell’architettura tenuta dal prof. Fabio Quici. http://www.piliaemmanuele.wordpress.com


Enrico Brunetti

Enrico Brunetti

Enrico Brunetti è un fotografo italiano nato a Roma nel 1980. Completati gli studi classici giuridici, esercita la professione di avvocato per diversi anni presso prestigiosi studi legali, dedicandosi in particolare al Diritto d’Autore e Industriale. Spinto dalla passione per l’arte e l’architettura si dedica alla fotografia, frequentando la scuola romana WSPhotography.
I riscontri positivi dei docenti confermano il suo interesse per la materia ed entra a far parte del gruppo UTG Studios dove nascono significative e formative collaborazioni professionali. Successivamente assiste rinomati fotografi italiani e stranieri grazie ai quali si confronta con il mondo della fotografia internazionale.
Vive tra New York e l’Italia dove lavora abitualmente per importanti aziende e riviste di moda e di architettura.


Eugenia Battisti

Eugenia Battisti

Eugenia Battisti


Eugenio Saguatti

Eugenio Saguatti

Nasco a Bologna nel ’68 e ci vivo ancora, mi sono solo spostato in campagna. Dopo una folgorante sfilza di in-successi in svariati mestieri, mi sono arreso: farò lo scrittore, o morirò nel tentativo.
Ho pubblicato un romanzo e un centinaio di racconti. Per ora.


Eugenio Santoro

Eugenio Santoro

Eugenio Santoro, nato a Bologna, 41 anni, è curatore di mostre d’arte. Il suo piatto preferito sono le tagliatelle al ragù, ama l’Arte, ma spesso non è ricambiato. Il suo motto è: “..giorno non lavorato, giorno guadagnato…”


Fabiana Bellio

Fabiana Bellio

Giornalista, vive e lavora a Siracusa dove è tornata dopo 10 anni tra Torino E Milano. Ha studiato arte, fotografia e filosofia. Ha iniziato a scrivere per caso, poi la scrittura è diventata necessità. Ha lavorato per Contrasto Milano, per FORMA – Centro internazionale per la fotografia, per Flash Art Italia in qualità di News Editor e ha collaborato a progetti per marchi prestigiosi quali Eberhard e quotidiani come la Gazzetta dello Sport. Impegnata con una emittente televisiva locale non ha abbandonato l’arte; dà il suo contributo, quando può, a riviste di settore e nazionali e locali. E ama quel piccolo paradiso di terra nel quale finalmente dopo tempo è approdata.


Fabio Barisani

Fabio Barisani

Fabio Barisani è nato e vive a Napoli; qui si è diplomato in Arti della Stampa e poi in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti; ha poi conseguito il master in Digital Writing presso l’Università di Firenze, svolgendo dalla fine degli anni ’70 attività professionale ed artistica come graphic designer e fotografo. Ha insegnato per lunghi anni nelle sezioni di Grafica Pubblicitaria e Fotografia degli Istituti d’Arte e attualmente è docente titolare nelle Accademie di Belle Arti.
In anni più recenti il suo interesse per la comunicazione artistica multimediale e multimodale lo ha visto costituire diversi progetti in collaborazione con altri artisti e musicisti; tra gli ultimi, con lo pseudonimo di Luxovisioni, i progetti AVflying e Pixfoil insieme al compositore e musicista romano Luca Spagnoletti, partecipando a diverse rassegne e performance dal vivo in Italia e all’estero.


Fabio Benincasa

Fabio Benincasa

Dopo la laurea si trasferisce negli USA, dove studia e insegna presso Indiana University, conseguendo un Ph.D. Ha tenuto corsi di lingua, letteratura, architettura, storia dell’arte e sociologia per diverse istituzioni americane, insegna presso Duquesne University – Roma. Insieme a Giorgio de Finis e Andrea Facchi ha recentemente curato Exploit – Come rovesciare il mondo ad arte (2015), raccolta di saggi su arte, politica e movimenti.


Fabio Pinelli

Fabio Pinelli

Fabio Pinelli è laureato in semiologia dell’arte contemporanea con una tesi sulla prassi archivistica nella storia dell’arte tedesca da Aby Warburg a Gerhard Richter. Dal 2001 si occupa di visite culturali nei musei e gallerie di Roma nonché della stesura di contributi critici per periodici specializzati e alcune mostre di artisti contemporanei. Tra le più recenti: “Fuoriluogo” appuntamenti fuori dall’(h)-abitato.


Fabrizio Aimar

Fabrizio Aimar

Architetto libero professionista, si laurea a pieni voti presso la Facoltà di architettura del Politecnico di Torino. Ha collaborato in un noto studio di ingegneria civile ed infrastrutturale di Torino, redigendo progetti esecutivi e costruttivi in supporto a note firme di architettura internazionali (Jean Nouvel, Renzo Piano, Mario Cucinella, Aymeric Zublena). Ha inoltre collaborato al progetto costruttivo architettonico del Grattacielo Intesa Sanpaolo di RPBW. Dal 2009 è firma della rivista “Il Giornale dell’Architettura” e dal 2010 è membro della commissione cultura dell’Ordine degli architetti P.P.C. della Provincia di Asti. Nel 2014 scrive per la rivista coreana di architettura “C3″.


Fabrizio Florian

Fabrizio Florian

Nato a Torino nel 1964, dopo gli studi musicali (pianoforte) e dopo la scuola per interpreti e traduttori, dal 1984 ha intrapreso una lunga carriera in campo editoriale che lo ha portato a collaborare con molte case editrici torinesi (EGA, Seb 27, Ananke, Edizioni Sonda, Utet) in qualità di traduttore e editor. Del 1989 escono le prime traduzioni dal francese da Voltaire (per i tipi di Seb 27) e articoli e traduzioni di semiologia (per la rivista universitaria Quaderni di semiotica). Contemporaneamente è stato coinvolto nella ricerca di nuove modalità della comunicazione nell’ambito della mostra Progetto Sonda, curata dal Centro di Ricerche Semeion di Roma, occupandosi di analisi linguistica e testuale e seguendo i corsi di perfezionamento sul modello Mac P (Modello Attanziale Cognitivo-Paradigmatico). Organizzatore culturale è stato responsabile dell’ufficio stampa e dei rapporti con l’estero della casa editrice Ananke dove ha curato in particolare le collane di Filosofia e Psicologia (testi di Friedrich Nietzsche, Stefano Zecchi, Olivier Abel, Simone Sausse-Korff) e ha tradotto il saggio di studi culturali di Bran Nicol Stalking, quando la passione diventa ossessione e, per le Edizioni Sonda, il Dizionario Madre/Figlia degli psicologi Joseph e Caroline Messinger. Dal 2010 è iniziato l’impegno di organizzatore e curatore di mostre di arte contemporanea presso la Pow Gallery di Torino. Attivo anche in ambito giornalistico si è occupato di cinema e di musica prima di diventare, nel 2010, responsabile della redazione romana del “Corriere dell’Arte” e autore di centinaia di articoli dedicati all’arte contemporanea e alla scena artistica torinese e romana.


Fabrizio Pizzuto

Fabrizio Pizzuto

Fabrizio Pizzuto


Federica Casetti

Federica Casetti

Nata a Ferrara, a 5 anni realizza la sua prima casa delle bambole con spezzoni di travi in ferro; dal 1992 al 2006 vive a Venezia dove si laurea in architettura. Nel 2008 dopo un internship presso lo Studio Asymptote di New York rientra a Venezia, all’ Università IUAV, dove lavora come assistente alla didattica nel corso di Architettura degli Interni. Attualmente è tornata a Ferrara dove prosegue l’attività di Architetto e Designer nel suo studio tra i tetti della città medioevale.


Federica La Paglia

Federica La Paglia

Federica La Paglia è critico e curatore indipendente. E’ stata curatrice al CIAC – Centro Internazionale per l’Arte Contemporanea, Castello Colonna di Genazzano (Roma), consulente per la Fondazione Volume! (Roma) e gallerie, docente allo IED Roma. Collabora con Istituzioni straniere in Italia, in particolare latinoamericane, e in quest’ambito s’inquadra il suo lavoro per il Padiglione del Cile (53. Biennale di Venezia Arte e 12. Biennale di Venezia Architettura). Scrive per diverse riviste specializzate e suoi testi sono pubblicati su cataloghi in Italia e all’estero. La sua ricerca è orientata in particolare su progetti con taglio socio-politico e interdisciplinare.


Federico Manni

Federico Manni

Federico Manni


Fernanda Moneta

Fernanda Moneta

Regista, sceneggiatrice e giornalista professionista. Ha svolto il praticantato a Paese Sera, è stata nella redazione di Filmcritica, ha pubblicato anche su Il Manifesto, La Repubblica, Liberazione, Avvenimenti, Cinema D’oggi, Filmcronache, Visto, Ocula, Cinebazar, Plot di Affabula Readings. Consulente dell’Enciclopedia del Cinema Treccani per la Corea, ha pubblicato vari libri tra cui “Spike Lee” (Il Castoro), “Tecnocin@” (Costa & Nolan), “La chiave del cinema DUE. Tecniche segrete per realizzare un film di valore” (Universitalia), “Tutta un’altra storia. La scrittura creativa in pugno” (Universitalia), “10 Mondi-Storie” (Universitalia). Con “La Donna Luna in Azzurro” ha vinto il Gabbiano d’argento al Festival Anteprima per il cinema indipendente italiano di Bellaria (1986) e una Menzione Speciale al Salso Film&TV Festival (1987). Ha rappresentato l’Italia alla B’Biennale di Salonicco (1987). Finalista al Premio Solinas (2000) con il racconto “Latte Dolce”, nel 2003 fa parte del Consiglio Editoriale del Premio. Nel 2004 la sceneggiatura “THE DORA (a true story)” è selezionata da SOURCE 2, Script Development Workshop. Con “Love Conquers Mountains” è tra gli autori del concept film “Walls and Borders”. Docente di Metodi e tecniche della produzione video 3 all’Università di Firenze. Titolare di Regia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Dal 2009, è anche Referente del Triennio in Teorie e Tecniche dell’Audiovisivo.


Flavia Montecchi

Flavia Montecchi

Flavia Montecchi (Roma, 1985) si è laureata in D.A.M.S. nel maggio del 2008 presso l’Università degli Studi Roma Tre con il percorso “storico-critico”. Ha lavorato per Eva Clausen presso la Galleria Luxardo di fotografia contemporanea e dall’aprile 2009 fino al luglio 2010 è stata assistente di galleria per la Federica Schiavo Gallery di Roma. Ha curato diverse mostre per il Sinergy Art Studio e attualmente collabora con testate e webmagazine d’arte tra cui Exibart, Insideart e in ultimo il mensile di fotografia Fotografare.


Francesca Campli

Francesca Campli

Francesca Campli ha una laurea in Storia e Conservazione del Patrimonio artistico e una specialistica in Arte Contemporanea con una tesi sul rapporto tra disegno e video. La sua predilizione per linguaggi artistici contemporanei abbatte i confini tra le diverse discipline, portando avanti ricerche che si legano ogni volta a precisi territori e situazioni. La passione per la comunicazione e per il continuo confronto si traducono nelle eterogenee attività che pratica, spaziando dal ruolo di critica e curatrice e quello di educatrice e mediatrice d’arte, spinta dal desiderio di avviare sinergie e confrontarsi con pubblici sempre diversi.


Francesca Caputo

Francesca Caputo

Francesca Caputo, è iscritta all’Ordine dei Giornalisti della Campania come giornalista pubblicista. Dal 2008 collabora regolarmente con diverse testate di settore. Vive e lavora a Milano. Si è laureata a Napoli in Conservazione dei Beni Culturali, indirizzo storico-artistico, con una tesi sull’Arte Psichedelica. Si è specializzata a Milano con un Master curatoriale presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.
Ha scritto testi critici e saggi in diversi volumi collettanei e collaborato con spazi di arte contemporanea pubblici e privati. La sua ricerca è orientata particolarmente sulla produzione controculturale e underground, sulle indagini sperimentali degli anni Sessanta e Settanta, sulle interconnessioni linguistiche, la fotografia, sugli aspetti politico-sociali dell’arte e le giovani generazioni.


Francesca Castiglia

Francesca Castiglia

Francesca Castiglia


Francesca Di Fraia

Francesca Di Fraia

Francesca Di Fraia è laureata presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli L’Orientale con una tesi in letteratura spagnola contemporanea in cui ha approfondito il ruolo dell’editoria americana ed inglese nella ricezione dell’opera del poeta Federico García Lorca nei paesi anglofoni. E’ specializzanda in Relazioni Culturali e Sociali del Mediterraneo presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli L’Orientale. Vive a Londra dove lavora come insegnante di italiano, spagnolo e francese al liceo. Ha lavorato dal 2008 al 2010 come curatrice per l’artista coreana Francesca Cho, ed ha tenuto una serie di seminari di storia del cinema spagnolo contemporaneo al King’s College dell’Università di Londra tra il mese di ottobre 2008 e febbraio 2009. Si interessa soprattutto di poesia e del dialogo tra i contesti socio-culturali dei paesi del Mediterraneo ed il continente europeo.


Francesca Mentella

Francesca Mentella

Dopo la Laurea in Storia dell’Arte presso l’Università “La Sapienza”, ha frequentato un Master in Economia eValorizzazione delle Istituzioni Culturali presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università Roma Tre, affrontando in particolare temi di diritto, economia, organizzazione e gestione delle istituzioni culturali. Ha poi approfondito l’argomento del furto e del traffico illecito di opere d’arte con le relative politiche di contrasto legate all’operato del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma dei Carabinieri e all’attività di catalogazione dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione. Nutre un particolare interesse per il mercato dell’arte in generale, la storia del collezionismo d’arte e la museologia . Attualmente, oltre a scrivere per Agor@Magazine, collabora con l’Università Sperimentale Decentrata.


Francesca Orsi

Francesca Orsi

Laureata in Lettere e Filosofia indirizzo giornalistico con una tesi sulla fotografia psichiatrica, con citazione di tale ricerca nella versione anastatica di “Morire di classe” (Einaudi, 1969), fotoreportage di Carla Cerati e Gianni Berengo Gardin che nel 2009 Duemilauno-Agenzia Sociale ha ristampato, è giornalista pubblicista dal 2008. Dal 2010 lavora presso Palombi Editori in mansioni commerciali e di distribuzione. Ha scritto per numerose riviste d’arte e curato mostre seguendo autori che praticano il linguaggio fotografico e progetti di critica fotografica. Tale attività prosegue attualmente.


Francesca Pace

Francesca Pace

Nasco a Roma nel mese di marzo; sono laureata in storia del Risorgimento e vivo in periferia per caso, ma ora con sempre più convinzione. Ho fatto parecchi lavori ma il lavorare in una libreria mi ha dato le soddisfazioni maggiori. Ho anche insegnato materie letterarie nella scuola media inferiore e superiore. Attualmente disoccupata, mi sono inventata un biglietto da visita per definire i miei sogni e la mie speranze ” libraia errante”. Per pensare nuoto e canto in un coro, anch’esso periferico. La mia passione segreta sono le Marche.


Francesca Petito

Francesca Petito

Francesca Petito (Roma, 1987) è Storico e Critico d’arte laureata presso l’Università di Roma La Sapienza. Ha svolto lavori di archivio e catalogazione presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e ha lavorato come Staff Assistant per FONDAZIONE VOLUME!. I suoi studi sono improntati soprattutto sul rapporto tra arte e nuove tecnologie, in particolar modo sul campo dell’HCI (Human Computer Interaction), sul Web 2.0 e sul mondo della realtà virtuale (come testimonia la sua tesi di laurea in Scienze Storico-artistiche dal titolo: “Giuseppe Stampone. Dalla sequenzialità didascalica alla neodimensionalità”.)


Francesco Laddaga

Francesco Laddaga

Nato a Roma, nel quartiere Cinecittà, dove è cresciuto, si è laureato in Archeologia all’Università di Roma Tor Vergata, dove ha conseguito un Dottorato di Ricerca e per alcuni anni è stato ricercatore precario, collaborando con due cattedre universitarie.Presidente di una cooperativa archeologica, attraverso la quale si occupo di gestione e valorizzazione dei Beni Culturali, soprattutto tramite l’impiego delle tecnologie informatiche, ha fondato l’Associazione Culturale Archeomitato, una rete per promuovere il patrimonio storico-archeologico territoriale.


Francesco Lucifora

Francesco Lucifora

Modica, 1976 | è Laureato in Sociologia con indirizzo Comunicazione e Mass Media con una tesi sperimentale sulla “Storia della videoarte in Italia”. Si è poi formato nei settori della curatela e progettazione culturale attraverso un Master in Curatore Museale e Eventi Arte Contemporanea e Spettacolo allo IED di Roma (2007 – 2008) e un Corso di Alta Formazione in Finanziamenti e Progettazione Culturale all’Istituto Luigi Sturzo, Roma (2008).
Studioso di arte contemporanea e linguaggio audio-video, appassionato e produttore di musica elettronica, fonda a Modica il Laboratorio Autonomo Potenziale, un’Associazione per la diffusione di nuovi linguaggi espressivi, e crea “Kolla”, fanzine di scrittura, suoni e visioni.
Scrive testi critici, idea mostre d’arte ed eventi presso gallerie private e istituzioni pubbliche. E’ copywriter e Pubblicista e scrive per il “Giornale di Sicilia”, per la rivista “Arte & Critica”, per “Konsequenz” (Liguori Editore) e per il web magazine “art a part of cult(ure)”.


Francesco Rosetti

Francesco Rosetti

Francesco Rosetti nasce a Roma il 7/9/1973. Laureato in Lettere indirizzo Spettacolo presso L’università La Sapienza nel 2006, ha all’attivo collaborazioni con siti di critica cinematografica (Cinemastudio, Offscreen e Reflections), con il quotidiano “Il riformista” e con diverse testate per le quali scrive di critica cinematografica e storico-artistica (sulle riviste Paratesto e Avanguardia, Monitore romano). Ha inoltre collaborato alla stesura di volumi collettivi, firmando saggi sul cinema francese e inglese, sul cinema italiano, su Pasolini e la violenza e di arti visive.


Franco Di Matteo

Franco Di Matteo

Franco di Matteo partecipa da giovanissimo a mostre e kermesse tra cui la X ediz. della Quadriennale di Roma (1975) come scenografo e aiuto regista. Dal 1971 lavora con F. Mauri, G. Vasilicò, G. Marini, F. Fellini. Dal 77 realizza cortometraggi: “Enfasi”, con Enzo Moscato, “Non e mai troppo ovvio” con Mario Mieli, nell’80 presenta a Massenzio il lungometraggio “Le fertili chimere”. Dal 1978, firma la messa in scena di oltre 20 tra spettacoli e performances, della metà dei quali è anche autore. Tra autori rappresenta: Conteau, Bragaglia, Shakespeare, Junger, Wittgenstein, Capote. Nel 96, con “Ascesa e caduta della marchesa Casati” arriva alla fusione delle arti: coreografia, pittura, teatro. Negli anni ’80 pubblica su vari periodici articoli su arte e spettacolo e scrive sceneggiature. Nel decennio successivo torna nell’ambito visivo partecipando con installazioni e diverse mostre collettive. Dal 2005 con la “Fabbrica dei dannati” presso la Nuova Pesa, lavora nel sociale con laboratori teatrali e filmici e nei centri diurni del Comune di Roma.


Franco Paolinelli

Franco Paolinelli dirige SAP, un’Associazione aperta a chi ne condivide il sistema di lavoro e le linee guida e rete di operatori del mondo verde. La struttura svolge il proprio ruolo con obbiettivi economici, culturali e sociali tra cui: perizie su salute e stabilità degli alberi, potature e abbattimenti con le tecniche del tree climbing; protezione, conservazione e promozione del verde e del paesaggio; sviluppo eco-sostenibile del territorio, in Italia e altrove; animazione nel verde; formazione, educazione e comunicazione ambientale.


Franz Gustincich

Franz Gustincich

Franz Gustincich è fotografo e giornalista, ha insegnato reportage per sette anni presso l’Università Sapienza di Roma; ha pubblicato sei libri fotografici. Vorrebbe trasferire tutto il suo archivio in pellicola su supporti digitali, senza però pagare una tassa a quei musicisti che di solito non pagano i fotografi.


Gabriele De Marco

Gabriele De Marco

Dottore in Scienze dell’educazione e Scienze pedagogiche presso l’Università di Roma Uniroma3, è artigiano, elettrotecnico, fotografo, docente e giornalista free lance; si occupa da sempre di temi relativi al mondo della scuola e dell’Università, in particolare degli aspetti relativi alla formazione di competenze professionali e relazionali. Nel corso degli anni ha documentato i movimenti studenteschi in Italia e Germania. I suoi servizi sono stati pubblicati sul settimanale “L’Espresso” e su quotidiani nazionali tra i quali “Il Manifesto” e “La Repubblica”.


Gabriella Pastore

Gabriella Pastore

Gabriella Pastore, lucana di nascita, romana di adozione, si laurea nel 2007 in Scienze della Moda e del Costume. Dopo un breve periodo in veste di assistente costumista presso la celebre sartoria teatrale e cinematografica Tirelli, decide di
cambiare totalmente rotta e dedicarsi alla comunicazione. Frequenta un
corso di Ufficio stampa e organizzazione di eventi che la porta a lavorare dal
2009 al 2011 al settimanale “Romac’è” dapprima come collaboratrice e redattrice,
e in seguito come caporedattrice del giornale. Eventi della capitale hanno da
sempre solleticato la sua curiosità. Dal 2011 è Giornalista Pubblicista.


Gaja Cenciarelli

Gaja Cenciarelli

Gaja Cenciarelli è nata a Roma nel 1968. Laureata in lingue, ha lavorato per anni in diverse case editrici e ora traduce dall’inglese narrativa e saggistica. È specializzata in letteratura irlandese e dei paesi anglofoni. Suoi racconti sono apparsi sulle riviste «Accattone» e «Carta» e in diverse antologie. Ha pubblicato una novella «Espiazione 2.0» [Senzapatria, 2010] e tre libri: «Il cerchio» [Edizioni Empirìa, 2003], «Extra Omnes – L’infinita scomparsa di Emanuela Orlandi» [Editrice Zona, 2006] e «Sangue del suo sangue» [Nottetempo, 2011]. «I was born like this, I had no choice…» [Tower of Song – Leonard Cohen]. Il suo blog è www.sinestetica.net


Ganni Piacentini

Ganni Piacentini

Nato mezzo secolo fa a Roma e morto nel futuro, non attraversa di buongrado la strada senza motivo. Impiegato prima in un forno in cui faceva arte bianca poi del terziario avanzato, da mancino dedica alle arti maggiori la sola mano sinistra. Allestisce, installa, fa deperire, dimostra, si confonde, è uno scadente imbonitore, intelligentissimo ma con l’anima piuttosto ingenua. Ha fondato in acqua gli artisti§innocenti, gruppo di artisti e gente comune, che improvvisa inutilmente operette morali. Tra suoi progetti: la Partita Bianca (incontro di calcio uguale), una partita notturna tra due squadre vestite di bianco, a cura di ViaIndustriae, Stadio di Foligno 2010 e, in versione indoor, Reload, Roma 2011 e Carnibali (per farla finita con i tagliatori di carne), Galleria Gallerati, Roma 2012.
Ha contribuito alla performance collettiva TAXXI (Movimento di corpi e mezzi al riparo dalle piogge acide contemporanee) prodotto dal Dipartimento Educazione del Maxxi nel 2012. Sua la cura del Premio città etica (per l’anno duemilae…) e del Premio Retina per le arti visive.


Giampaola Marongiu

Giampaola Marongiu

Diplomata all’ISIA di Roma come designer industriale. Dall’89 al ’99 ha lavorato come progettista nel Triveneto. Diplomata danzatrice professionista ha lavorato come performer e coreografa a Roma e Treviso. Ha frequentato per due anni la scuola di formazione Art Therapy. Dal 2000 di nuovo a Roma, si occupa fondamentalmente di web design e grafica come titolare di KGfree.com. Dal 2009 al 2010 è docente presso lo IED per i corsi di Design Sostenibile. Dal 2008 è membro IWA International Webmasters Association e dal 2006 è socio ADI Associazione per il Disegno Industriale in qualità di progettista professionista. Cofondatrice di art a part of cult(ure), e Vice Presidente dell’associazione omonima.


Gian Maria Tosatti

Gian Maria Tosatti

Gian Maria Tosatti (Roma, 16.04.1980) ha fondato e diretto il gruppo di Hôtel de la Lune iniziando nel 2002 a lavorare con il Centro per la Ricerca e Sperimentazione Teatro di Pontedera. Nel 2005 si trasferisce a Roma per intraprendere una ricerca artistica tra architettura e arti visive che ha ispirato tutte le sue opere successive: essenzialmente installazioni e ambientazioni site specific. Oltre ad aver curato una serie di progetti espositivi e d’arte, ha fatto parte del gruppo di Direzione del Centro Culturale Indipendente Angelo Mai di Roma. La scrittura e la critica fanno parte integrante del suo percorso: è, infatti, anche giornalista ed è Direttore del settimanale di cultura «La Differenza» oltre a collaborare con «art a part of cult(ure)» che accoglie alcuni suoi contributi. Vive a Roma ed attualmente, vincitore di una Residenza internazionale, è a New York.
http://www.tosatti.org/www.tosatti.org/STATEMENT.html


Giancarlo Pagliasso

Giancarlo Pagliasso

Pagliasso, Giancarlo (Torino, 1949). Estetologo, scenografo, artista e scrittore. Fondatore, nel 1976, del G.R.M. e direttore dello Studio 16/e (Torino, 1977-90). Teorico e artista dell’Arte Debole (1985-96).Direttore dal 1997, dell’agenzia d’arte Figure. Caporedattore della rivista www Iride.to. (2002-2004). Ha pubblicato: Déjà Chimera Saggi/Writings, 1987-90 (Tangeri, 2001); La retorica dell’arte contemporanea (Udine,Campanotto, 2011); Il deficit estetico nell’arte contemporanea (Cercenasco, Marco Valerio, 2015); Fotografia 2 (Udine, Campanotto, 2015). Ha curato: Sheol (Torino, Marco Valerio, 2003); Collins&Milazzo Hyperframes (Udine, Campanotto, 2005); Julian Beck. Diari 1948-1957. (Udine, Campanotto, 2008); Julian Beck. In the Name of Painting (Pordenone, 2009). Curatore di mostre in Italia e all’estero, è uno dei redattori di Zeta (Udine), con cui collabora dal 2005.


Gianmatteo Funicelli

Gianmatteo Funicelli

Gianmatteo Funicelli (Eboli, 1986) è Storico e critico d’arte indipendente. Saggista, pubblicista e giornalista freelance con abilitazione internazionale (Free lance International Press – Roma), collabora attivamente per diverse testate di settore tra le quali art a part of cult(ure), remove background noise. Addetto stampa e assistente di galleria del MOA museum di Eboli.


Gianni Cela

Gianni Cela

Psichiatra, appassionato e conoscitore di illustrazione, fumetto, musica e arte, pratica quest’ultima come artista, fondamentalmente autodidatta e con mostre personali e collettive al suo attivo. Ha registrato una svolta nella sua vita più creativa all’inizio degli anni ’80, con la frequentazione dei protagonisti e del gruppo che dà origine alle riviste “Il Male”, “Cannibale”, “Frigidaire”, collaborando occasionalmente con quest’ultima testata. E’ molto interessato alle forme d’arte che nascono dalle cosiddette subculture popolari (Lowbrow Art, Custom cultura etc.) e… un giorno diventerà un grande chitarrista rock-blues…


Gianpaolo Saccomano

Gianpaolo Saccomano

Studia Giurisprudenza e si diploma in Criminologia Generale. Collabora con quotidiani, riviste e portali pubblicando numerosi articoli per riviste come Mystero,Giornale dei Misteri, FENIX e X-TIMES. Come soggettista e sceneggiatore esordisce con fumetti storici e poi con il pluripremiato film di Carmine Amoroso “COVER BOY” con Luca Lionello, Chiara Caselli e Luciana Littizzetto. Ha pubblicato la piece teatrale “E.A. POE: IL TEATRO DELLA FOLLIA” e con S. Ratti il romanzo epico/fantasy “GILGAMESH: due parti dagli dei e una dall’uomo”, Zona editrice. Come copywriter e art-director della 7Hart di Milano, ha realizzato il pre-quel a fumetti dell’horror film “SHADOW”, diretto da Federico Zampaglione e “IL MANUALE DEL CACCIATORE DI FANTASMI”, Mursia editore.


Ginevra Magiar Lucidi

Ginevra Magiar Lucidi

Ginevra Magiar Lucidi, fotografa, romana, classe ’88. Nata e cresciuta in una famiglia a dir poco strampalata, fin da piccolissima ha coltivato la passione per il pastrocchio, il confuso, il surreale… l’arte, insomma. Di mano fortunata in disegno e pittura, fine criticona nell’espressione scritta, sorprende però le aspettative abbandonandosi nella ferocia dell’adolescenza alla lascivia del teatro. Passione corteggiata, coltivata, infine abbandonata poiché incapace di soddisfare un suo bisogno primario, il guardare ossessivamente tutto ciò che la circonda. Se è vero che nel teatro si è guardati, è nella fotografia che gli occhi diventano il vero strumento del potere. Scattare una foto è il metodo attraverso cui vista e tatto vengono fusi, permettendo a chi osserva di catturare il tempo e lo spazio, cristallizzando il momento a proprio piacimento, e tutto ciò è indubbiamente il più conturbante dei desideri, la cerchiatura del quadro (molto meglio essere infiniti che un mucchietto di linee rette). Fatto tesoro dello studio delle forme e delle luci, riacciuffa la vecchia analogica dei genitori, fa rate millenarie per comprare una reflex digitale, combatte una lotta all’ultimo sangue con la polvere per tirare fuori dalle macerie la prima polaroid di famiglia, e si iscrive così alla Scuola Romana di Fotografia. Un delirio di onnipotenza che non poteva che culminare con lo studio della filosofia (politica ed estetica, perché senza bellezza non si può davvero pensare ad un mondo migliore), la creazione di uno studio fotografico collettivo partendo da un budget di circa 3,20 euro ciascuno, e la smodata passione per il proprio lavoro, nonostante tutto.


Gino Castelli

Gino Castelli


Gioia Perrone

Gioia Perrone

Ho 28 anni, provengo da studi di comunicazione e sono blogger dal 2005
Io mi occupo principalmente di scrittura e cultura fotografica,scrivo e faccio e esperimento di fotografia, ma da sempre sono legata anche alla scrittura poetica e ,in un percorso di totale auto formazione, mi sono avvicinata alle arti visive in generale, e in particolare nei rapporti tra mezzo fotografico, memoria ,identità, emotività
Scritture personali ma anche (nella sezione pagine) flash e scritti su cultura fotografica su: www.granbelblog.wordpress.com e il blog sui progetti fotografici: www.gioiaperrone.blogspot.it


Giorgia Calò

Giorgia Calò

Giorgia Calò è Storico, storico e critico d’are, curatore indipendente, vive a Roma.


Giorgio Vitolo

Giorgio Vitolo


Giovanna Astori

Giovanna Astori

Primo vagito: giugno 1972, nella mia amata Roma dove vivo e vivrò. Sono ricercatrice in una nota fabbrica di numeri e informazione, lavoro che amo e che mi dà da vivere. A latere, il secondo lavoro che mi ripaga in divertimento e salute è la scrittura. Ho pubblicato diversi racconti e poesie e i romanzi “Storie dentro storie” (2012, L’Erudita di Giulio Perrone Ed. e 2014, in edizione digitale) e “Preferisco il rumore del mare” (con Andrea Masotti, 2014, Narcissus Ed.). Il tempo libero lo dedico a mille curiosità e ai miei bimbi.


Giovanna dalla Chiesa

Giovanna dalla Chiesa

Giovanna dalla Chiesa è storico e critico d’arte. Si è laureata in Storia dell’Arte con una tesi innovativa su Calder all’ Università di Roma con G.C. Argan e
ha lavorato, in seguito, con Palma Bucarelli presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Vincitrice di una prestigiosa Borsa dell’American Council of Learned Societies nel 1976 è stata affiliata per un anno presso il M.O.M.A di New York,
dove ha arricchito le proprie conoscenze. In seguito, i suoi studi su de Chirico di cui è autorevole esperta, l’hanno condotta in svariati centri europei:
Parigi, Monaco di Baviera, Atene e Berlino. Ha curato importanti mostre monografiche in sedi pubbliche: Ca’ Pesaro, Palazzo delle Esposizioni, Palazzo Pitti, Ala Napoleonica del Museo Correr, Accademia di Francia.
E’ stata docente di Storia dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Roma. Ha collaborato con quotidiani e riviste come pubblicista indipendente
e curato mostre interdisciplinari e convegni come: Allo Sport l’Omaggio dell’Arte (Giffoni Valle Piana 2001), L’arte in Gioco (MACRO 2003), L’Età Nomade (Campo Boario 2005), Che cosa c’entra la morte ? (Aula Magna Liceo Artistico 2006, 3 Giornate si studio su Gino De Dominicis)


Giovanna Sarno

Giovanna Sarno

Giovanna Sarno, romana, si è formata all’Università di Psicologia all’Università di Roma “La Sapienza” e si è laureata alla facoltà di Lettere e Filosofia nella stessa sede universitaria; nel 1992 consegue un proficiency presso la University of Sussex e fa uno stage di 3 mesi per compilazione lecture su Luise Nevelson al Whitney Museum di New York, NY, USA. Ha vissuto e lavorato a Brighton U.K. ed è poi rientrata in Italia, occupandosi di conduzione storico-artistica per le residenze aristicratiche di Roma e Lazio per il Ministero degli Esteri e agenzie britanniche, e proseguendo le sue attività di curatrice di mostre e rassegne di arte contemporanea intensificate dopo il Master di II Livello per Curatrice di mostre ed eventi presso l’Università di Roma “La Sapienza”.


Giulia Conti

Giulia Conti

Giulia Conti nasce a Roma nel 1986. Nel gennaio 2012 si laurea in storia dell’arte contemporanea all’Università di Roma La Sapienza con il professor Claudio Zambianchi. Durante gli anni di studio lavora in ambito museale ed effettua esperienze nel campo della didattica dell’arte. Prima di terminare la carriera universitaria collabora all’allestimento della mostra di Carlos Amorales al Palazzo delle Esposizioni di Roma. Trascorre in seguito due mesi a Città del Messico, dove lavora nello studio dell’artista messicano, sul quale scrive la sua tesi di laurea magistrale. L’esperienza vissuta le permette di pubblicare due articoli su una prestigiosa rivista di settore.


Giulia Gabriele

Giulia Gabriele

Giornalista pubblicista dal 2012, scrive da quando, bambina, le è stato regalato il suo primo diario. Ha scritto a lungo su InStoria.it e ha aiutato manoscritti a diventare libri lavorando in una casa editrice romana, esperienza che ha definito i contorni dei suoi interessi influendo, inevitabilmente, sul suo percorso nel giornalismo. Nel 2013 ha collaborato con il mensile Leggere:tutti ma è scrivendo per art a part of cult(ure) che ha potuto trovare il suo posto fra libri, festival e arti. Essere nata nel 1989 le ha sempre dato la strana sensazione di essere “in tempo”, chissà poi per cosa…


Giulia Gueci

Giulia Gueci

Giulia Gueci, storica e critica d’arte vive e lavora a Palermo. Dopo un master in Valorizzazione dei beni culturali e sviluppo locale, la collaborazione dal 2009 al 2012  nel Settore Educazione di Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia e, dal 2009 al 2011, con la Galleria Aike/dell’Arco di Palermo e presso l’Istituto superiore per la Storia della Fotografia (2012), dal 2007 collabora con il Museum – Osservatorio dell’arte in Sicilia di Bagheria nella redazione di testi per differenti cataloghi. Attualmente, si occupa della direzione artistica dell’Archivio Pippo Rizzo ed è responsabile della comunicazione per Azoto – opus certum.


Giulia Mirimich

Giulia Mirimich

Nata e cresciuta a Roma dove si è laureata in Lettere alla Sapienza per poi specializzarsi in Editoria e Scrittura con una tesi sul giornalismo corsaro di Pier Paolo Pasolini. Appassionata di letteratura e giornalismo, di cinema e moda, sogna di scrivere per vivere. Per ora si accontenta di vivere per scrivere.


Giulia Verde

Giulia Verde

Giulia Verde nasce a Roma nel 1986. Si laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo all’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, con tesi in Storia e Critica del Cinema, in seguito lavora per una casa di produzione cinematografica. Dal 2010 vive a NYC, dove si è diplomata ad un corso di studi in Accademia Teatrale. Durante il suo soggiorno newyorkese ha frequentato e partecipato attivamente agli eventi artistici dell’ultima generazione, inoltre lavora come corrispondente per riviste di cinema, arte e architettura.


Giuliana Bottino

Giuliana Bottino

Giuliana Bottino dal 2000 opera a Roma nel settore dei beni culturali e dell’economia della cultura. Fundraiser, europrogettista e manager culturale, nel 2013 ha sviluppato il piano di fattibilità di Roma Design Lab, Young Talents + Creative Cities, di cui nel 2014 ha coordinato la fase di concertazione con i decisori istituzionali, ha costruito la partnership nazionale e internazionale e coordinato le attività di comunicazione. E’ docente di tecniche di fundraising, europrogettazione e management culturale.


Giulietta Stirati

Giulietta Stirati

Giulietta Stirati, docente di materie letterarie e latino in un Liceo romano. Appassionata da sempre alla lettura, ha fatto di questa attività, declinata nelle sue funzioni più ampie e profonde, il senso del proprio mestiere. Insegnare è insegnare a leggere il mondo, sé stessi, gli altri. Attraverso la trasmissione del sapere si educa a leggere, a scegliere che vita si vuole.


Giuseppe Schinaia

Giuseppe Schinaia

Matematico e musicista, da sempre in equilibrio tra i due campi culturali, ha gestito con successo ed indipendenza attività di ricerca, applicazioni e strumenti di promozione culturale. Attualmente svolge attività di ricerca in campo matematico e statistico in qualità di docente presso la Sapienza a Roma, è direttore artistico della rassegna di musica antica Trebantiqua a Trevi nel Lazio e riconosciuto concertista alle tastiere antiche, avendo al suo attivo concerti in Italia, Europa e Nordamerica in ensemble e come solista, oltre a svolgere attività di editore e ricercatore di inediti del periodo barocco per varie edizioni musicali.


Giuseppe Ussani d’Escobar

Giuseppe Ussani d’Escobar

Giuseppe Ussani d’Escobar nasce a Roma il 20/10/1966 da una famiglia di antiche origini nobiliari appartenente al Sovrano Militare Ordine di Malta, consegue la maturità classica presso l’Istituto Villa Flaminia. Consegue la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università LUMSA in letteratura spagnola con una tesi sul teatro di Lope de Vega. Partecipa al Congresso su Calderon de la Barca presso l’Università di Navarra, Pamplona, Spagna, con uno studio agli atti del medesimo congresso sulle rappresentazioni di El Gran Teatro del Mundo in Italia dal 1930 ai giorni nostri. Partecipa ad un Congresso in Messico in Ciudad Juarez, con un intervento sullo scrittore famoso a livello internazionale Carlos Montemayor (le influenze indigene nella sua opera). Pubblica articoli su una rivista di teatro diffusa a livello nazionale “Prima Fila”.
Ha ricoperto incarichi di addetto culturale presso l’Ambasciata del Pakistan in Italia. Ha svolto funzioni di addetto culturale presso l’Ambasciata del Guatemala per un breve periodo. Ha svolto l’incarico di coordinamento ed organizzazione di importanti mostre: Il Barocco Ispanoamericano in Cile presso il Palazzo della Cancelleria a Roma, luglio 2003; Dino Lanaro e gli artisti di Corrente presso Castel Sant’Angelo, ottobre – dicembre 2004; Quale Presidente della Vlad Tepes Foundation in collaborazione con l’Istituto Cervantes organizza: “Manifesti della Guerra Civile di Spagna” presso la Centrale Montemartini di Roma, maggio – giugno 2006. Quale Artformers progetta ed organizza la Mostra Flash of Dance settembre-dicembre 2007 presso il Teatro dell’Opera di Roma con il Museo Nazionale della Fotografia Fratelli Alinari di Firenze; Nel 2008 in parte sponsorizza e collabora attivamente con l’Ambasciata del Guatemala all’organizzazione presso la Fondazione Casamerica di Genova della Settimana destinata a diffondere la conoscenza della cultura guatemalteca in Italia. Organizza presso l’ISA, Istituto Superiore Antincendi a Roma da 15 al 31 dicembre del 2008 la mostra Impronta Globale ove sono presenti i maggiori artisti italiani e stranieri contemporanei. Nel 2009 in occasione della X edizione del festival del Cinema Europeo di Lecce cura la mostra fotografica sul grande regista Michelangelo Antonioni “I Silenzi di Michelangelo” del Fotografo Piero Marsili Libelli presso l’hotel Risorgimento Resort. Dal 20 maggio al 26 giugno del 2009 organizza quale Sphaerica presso la Sala Santa Rita del Comune di Roma la mostra fotografica “Whispers” dell’artista Paul Harbutt con un suo testo in catalogo; Dal 18 dicembre 2009 al 15 gennaio 2010 organizza quale Sphaerica e cura la personale di Iginio Iurilli a Roma presso il Complesso Monumentale di San Michele a Ripa; dal 4 marzo al 5 aprile del 2010, cura la personale di Vettor Pisani “Le pleiadi” presso la galleria romana Horti Lamiani Bettivò con ideazione e progettazione di Sphaerica; dal 23 marzo al 12 giugno 2011 organizza e promuove quale Sphaerica la mostra “Il Guercino ritrovato Quando Amore ferma la Guerra” presso Il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo con un suo testo in catalogo accanto a Maurizio Marini e Federica Gasparrini. Scrive e collabora con diverse riviste on line.


Giusto Puri Purini

Giusto Puri Purini

L’architetto Giusto Puri Purini inizia come scenografo in alcuni film didattici per la TV, di Roberto Rossellini – tra cui gli Atti degli Apostoli ed il Socrate -, lavora e crea, come project manager per i Vivai Del Sud dal 1972 al 1977 e fonda nel 1978, lo Studio di Architettura. Queste ed altre esperienze lo porteranno a viaggiare nel mondo per promuovere l’immagine del design e dell’architettura italiana. Collabora con il CNR per la Fiera del Levante e la Fiera di Milano – edizioni 1988/89 – realizzando una piramide di cristallo autosufficente dal punto di vista energetico; lavora al MAE ristrutturando la Farnesina e alle Scuderie del Qurinale realizza la mostra Da Giotto a Malevich, 800 anni di rapporti tra l’Italia e la Russia (2004). Collabora dal 2009 in India, nel Tamil Nadu, all’evoluzione della città universale di Auroville, voluta dal grande filosofo indiano Aurobindo.


Gregorio Raspa

Gregorio Raspa

Gregorio Raspa (Catanzaro, 1988). Economista “artolico”, vive e lavora a Milano. Si è laureato in Economia Aziendale presso l’UNICAL prima di specializzarsi in Economia dell’Arte. Curatore indipendente, dal 2008 collabora con il MAON di Rende (CS) e dal 2012 con la Fondazione Rocco Guglielmo. Da quasi cinque anni racconta, sulla rivista SMALL ZINE, “la meglio gioventù” dell’arte italiana esplorando profili emergenti e consolidate promesse. Numerosi suoi testi sono stati pubblicati su cataloghi e monografie tra cui ricordiamo: “Artisti nello Spazio. Da Lucio Fontana a oggi: gli ambienti nell’arte italiana” (Silvana Editoriale), “Chiara Dynys. Right to play” (Prearo Editore) e “Giovanni Longo. Fragile Landscapes” (Rubbettino Editore).


Guido Laudani

Guido Laudani

Guido Laudani


Helia Hamedani

Helia Hamedani

Helia Hamedani è nata a Teheran-Iran nel 1981 e vive e lavora a Roma. Laureata alla Sapienza in storia dell’arte, scrive per riviste di settore e si è dimostrata una curatrice indipendente particolarmente attenta all’interculturalità. Come nel 2013 con Artisti Nomadi in Città d’Arte al Factory, Museo Macro di Testaccio (ex mattatoio) e una rassegna sul tema della casa che va avanti da due anni alla galleria la nube di Oort . E’ la curatrice della prima residenza di BridgeArt, il progetto che mira a creare un ponte per la condivisione creativa e per il dialogo tra mondi distanti.


il7 - Marco Settembre

il7 - Marco Settembre

il7 – Marco Settembre, laureato cum laude in Sociologia ad indirizzo comunicazione con una tesi su cinema sperimentale e videoarte, accanto all’attività giornalistica da pubblicista (arte, musica, cinema) mantiene pervicacemente la sua dimensione da artistoide, come documentato negli anni dal suo impegno nella pittura (decennale), nella grafica pubblicitaria, nella videoarte, nella fotografia (ha da poco aperto un suo sito dedicato). Nel 1997 è risultato tra i vincitori del concorso comunale L’Arte a Roma e perciò potè presentare una videoinstallazione post-apocalittica nei locali dell’ex mattatoio di Testaccio; da allora alcuni suoi video sono nell’archivio del MACRO di Via Reggio Emilia. Di recente ha prevalso però l’interesse per la scrittura creativa, portando la vena amara della sua ironia surreale, grottesca e visionaria a trovare sbocco in diverse pubblicazioni: il libro fotografico “Esterno, giorno” (Edilet, 2011), i sei racconti presenti nell’antologia “Racconti di Traslochi ad Ar-te” (Associazione Traslochi ad Arte e Ilmiolibro.it, 2012), gli scritti “obliqui” nel Catalogo del Loverismo (I e II) e l’anteprima del suo romanzo sperimentale Progetto NO all’interno del numero 7 della rivista italo-americana di cultura underground Night; il Progetto NO, presentato già in diversi readings e classificatosi secondo al concorso MArte Live sezione letteratura, edizione 2010) verrà pubblicato nel 2014. il7 fa suo il gramsciano pessimismo della ragione e l’ottimismo della volontà, ed ha un profilo da outsider discreto!


Ilaria Caravaglio

Ilaria Caravaglio

Ilaria Caravaglio


Ilde Cavaterra

Ilde Cavaterra

Ilde Cavaterra è nata a Roma dove vive e lavora. Laureata in Lettere e Filosofia, si interessa di cinema e arte contemporanea di cui scrive collaborando con art a part of cult(ure).


Ileana Zaza

Ileana Zaza

Laureata in Filosofia presso l’Università la Sapienza di Roma e diplomata in Bioetica a Ginevra, si specializza in regia cinematografica alla New York Film Academy e in un corso di Marco Bellocchio. Assistente alla regia di Memè Perlini (e attrice), si dedica principalmente alla regia teatrale e cinematografica. Collabora con Michele Zaza come soggetto dei lavori fotografici, cameraman dei video e degli scatti. Scrive ed è da sempre interessata al cinema, all’arte e al valore poietico delle immagini.


Irene Tempestini

Irene Tempestini

Scrittrice per passione, ma soprattutto per professione. Dopo la
laurea in Informazione e sistemi editoriali si getta a capofitto nel
mondo della comunicazione lavorando come redattrice, web editor,
social media editor e blogger. Si diletta a scrivere interviste, a
investigare il bello e a fotografarlo, anche se è ancora alle prime
armi. E se il mondo appare grigio, le basta una penna per colorarlo.


Isabella Borghese

Isabella Borghese

Romana, giornalista pubblicista, scrittrice ufficio stampa e organizzatrice di eventi editoriali. Suoi racconti e recensioni potete trovarli sul web, in vari blog letterari e antologie, tra cui Nazione Indiana, Opifice, Terranullius. “Parole e persone” sono le questioni che ama di più nella vita


Isabella Carlizzi

Isabella Carlizzi

Vive a Roma, specialista in Storia e Arte Contemporanea presso la Sapienza di Roma, ha conseguito un master e attualmente si occupa di progettazione europea nell’ambito del sottoprogramma cultura, con specifiche competenze nel programma “Creative Europe”. Ha collaborato ad alcune riviste culturali, scritto saltuariamente di politica per alcune testate on line.


Isabella Moroni

Isabella Moroni

Giornalista culturale e autrice di testi ed adattamenti, si dedica da sempre alla ricerca di scritture, viaggi, tradizioni e memorie. Per dieci anni direttore responsabile del mensile “Carcere e Comunità” e co-fondatrice di “SOS Razzismo Italia”, nel 1990 fonda l’Associazione Teatrale “The Way to the Indies Argillateatri”. Collabora con diverse testate e si occupa di progetti non profit, educativi, teatrali, editoriali, letterari, giornalistici e web.


Ivan V. Cozzi

Ivan V. Cozzi

Attore, regista, performer, ha scambiato numerose esperienze con i gruppi storici delle avanguardie teatrali (Living Theatre, Odin Teatret). Il suo lavoro è rivolto ad esplorare le possibilità creative ed espressive dell’attore approfondendo le tecniche psicofisiche del teatro occidentale e di quello orientale e sperimentando le energie che contribuiscono alla realizzazione dell’opera. Ha progettato e realizzato eventi, partecipato a produzioni di Festival e Rassegne nazionali ed internazionali ed ha preso parte a spettacoli televisivi e cinematografici. Ha fondato Argillateatri ed è stato direttore artistico di “Per le Antiche Strade” Buskers & Performers Festival di Carpineto Romano. Insegna il Tai Chi Chuan che ha appreso dal maestro Grant Muradoff.


Jacopo Ricciardi

Jacopo Ricciardi

Jacopo Ricciardi è nato nel 1976 a Roma, dove vive e lavora. Vincitore di diversi premi, ha pubblicato sette libri di poesie – Intermezzo IV (Campanotto, 1998), Ataraxia (Manni, 2000), Atòin (Campanotto, 2000), Scultura (con Teodosio Magnoni; Exit, 2002), Poesie della non morte (con Nicola Carrino; Scheiwiller, 2003), Colosseo (Anterem, 2004), Plastico (Il Melangolo, 2006), Scheggedellalba (con Pietro Cascella; Cento amici del libro, 2008) – nei quali il suo modo di procedere è “vasto quanto un luogo poiché lì è qui ma quando/ci si avvicina al luogo qui e lì già accade tra la/parola e l’universo che si toccano”. Ha ideato e curato dal 2001 al 2006, per Aeroporti di Roma, il progetto culturale “PlayOn” e ha diretto l’omonima collana presso Scheiwiller. Ha pubblicato due romanzi, Will (Campanotto, 1997) e Amsterdam (PlayOn, 2008). È presente nell’antologia “Nuovissima poesia italiana” (Mondadori, 2005) curata da Maurizio Cucchi e Antonio Riccardi.


Jacqueline Lustig

Jacqueline Lustig

Jacqueline Lustig vive tra Buenos Aires e Roma. Come attrice ha lavorato nei film di Marco Bechis, Thomas Robsahm, Fabio Carpi e Marco Bellocchio, tra gli altri. Dietro la macchina da presa, come produttrice associata del film Improvvisamente l’inverno scorso, di Gustav Hoffer e Luca Ragazzi.


Jo Gabel

Jo Gabel

Fulminata sulla via della recitazione a 9 anni, volevo fare la filmmaker a 14 e sognavo la trasposizione cinematografica dei miei romanzi a 17. Solo a 18 anni ho iniziato a flirtare col cinema d’autore ed a scrivere per La Gazzetta di Casalpalocco e per il Messaggero, sotto lo sguardo attento del mio​ indimenticato​ maestro, il giornalista ​Fabrizio Schneide​r​. Alla fine degli anni 90, durante gli studi di Filosofia prima e di Psicologia poi, ho dato vita ad un progetto di ricettività ecologica: un rifugio d’autore, dove gli artisti potessero concentrare la loro vena creativa, premiato dalla Comunità Europea. Attualmente sono autrice della rubrica “Polvere di stelle” sul magazine art a part of cult(ure) e collaboro con altre testate giornalistiche; la mia passione è sempre la sceneggiatura, con due progetti nel cassetto, che spero di poter realizzare a breve.



Kalporz

Kalporz

Kalporz è nato ormai un bel po’ di anni fa, nel 2000, per essere un contenitore di recensioni ed articoli musicali, scritti con cura cercando di essere competenti e curiosi. Il progetto editoriale è in regime di Creative Commons (CC BY-NC-ND 3.0 IT), ovvero tutti possono redistribuire i nostri contenuti, citando “Kalporz” come fonte. Ci muove dunque uno spirito libero di condivisione tra persone entusiaste della musica, e continueremo a gestire Kalporz unicamente per passione.


Katia Almerini

Katia Almerini

Katia Almerini (Novara, 1982) si è laureata nel 2005 con Alessandro Serra al DAMS (Arte) di Bologna. Nel 2009 a Roma, discute la tesi della Laurea Magistrale in Storia dell’Arte con Barbara Cinelli e Laura Iamurri , Arte e Femminismo in Italia negli anni Settanta. Il caso della Cooperativa Beato Angelico. Ha realizzato il sito web dell’artista Suzanne Santoro, è stata curatrice di una Collezione d’arte privata a Roma e collabora con Artonweb.com. Attualmente vive tra Roma e Madrid dove risiede dal 2010 grazie alla borsa di studio europea Leonardo da Vinci lavorando per sei mesi nel dipartimento Esposizioni de La Fábrica.


Korinne Cammarano

Korinne Cammarano

Korinne Cammarano. Si sta laureando con una tesi in Regia all’Accademia di Belle Arti di Roma. Filmaker e performer, è la responsabile dell’Ufficio Stampa del corso.


Laura Cherubini

Laura Cherubini


Laura Elia

Laura Elia

Laura Elia (Roma, 1982), consegue prima la Laurea triennale in “Scienze della Comunicazione” e poi si specializza in “Editoria, Comunicazione multimediale e Giornalismo” presso l’Università “La Sapienza di Roma. Durante gli anni universitari si reca negli Stati Uniti per studiare il fenomeno del giornalismo partecipativo su cui scirve una tesi sperimentale. Lavora quindi per 3 mesi per il ChiTownDailyNews, un giornale on-line di Chicago, dove si occupa prevalentemente della cronaca di alcuni quartieri della città. Ha inoltre svolto diverse esperienze presso redazioni radiofoniche (Rai) e televisive (Sky), nel ruolo di redattrice, ma si è anche occupata di pubblicità ed organizzazione di eventi, sia culturali che sportivi. Attualmente lavora al Centro per il Libro e la Lettura, del Ministero per i Beni culturali.


Laura Francesca Di Trapani

Laura Francesca Di Trapani

Laura Francesca Di Trapani è nata a Palermo dove vive. Storica dell’arte e curatrice indipendente, si è formata presso l’Università La Sapienza di Roma. E’ critica d’arte contemporanea con un particolare interesse rivolto alle nuove generazioni di artisti (tra gli ultimi progetti di curatela vi sono la mostra personale di Fulvio Di Piazza a Palazzo Ziino a Palermo, la personale di William Marc Zanghi da BonelliLab a Canneto S.O, la bi-personale di Federico Lupo e Giovanni Blanco da Bt’f Gallery a Bologna, la curatela critica della ricerca fotografica di Stefania Romano al MIA-Milan-image art fair e la bi-personale fotografica di Alessandro Di Giugno e Francesco Paolo Catalano NORMALE). Si è interessata di mercato dell’arte per la rivista X-press edita dalla Deutsche Bank (Francoforte). Collabora con alcune riviste e redazioni di settore tra le quali Espoarte.


Laura Traversi

Laura Traversi

Laura Traversi, laureata e specializzata in storia dell’arte all’ Università “La Sapienza” di Roma, ha svolto, tra 1989 e 2003, attività di studio, ricerca e didattica universitaria, come borsista, ricercatore e docente con il sostegno o presso i seguenti istituti, enti di ricerca e università: Accademia di San Luca, Comunità Francese del Belgio, CNR, ENEA, E.U-Unione Europea, Università Libera di Bruxelles, Università di Napoli-S.O Benincasa. Dal 2004 è docente di Storia del collezionismo presso l’Università degli Studi di Chieti-Università Telematica Leonardo da Vinci.
Ha pubblicato saggi ed articoli in riviste specialistiche italiane e straniere, atti di convegni in Italia e all’estero, opere enciclopediche, volumi collettivi, sui seguenti argomenti: ritrattistica e storia del collezionismo, pittura leonardesca, ebanisteria, medaglistica e scultura, materiali e tecniche artistiche, tecnologie scientifiche applicate allo studio delle opere d’arte.


Lello Lopez

Lello Lopez

Lello Lopez (Pozzuoli 1954). Dopo il Diploma all’Accademia di Belle Arti di Napoli ha lavorato con gallerie italiane e straniere. Dal 1986 ha all’attivo numerose partecipazioni a mostre collettive e rassegne internazionali. Tra le più recenti si segnalano: “Blog on Arthur Rimbaud Italia”, Castello di Rivara, Torino (2005); “Napoli presente”, Museo PAN, Napoli (2005); “In Contrattempo”, Museo d’Arte Moderna, Ferrara (2007); “Vesuvius”, Moderna Museet Stockholm(2007); “Passato, presente, futuro” video performance of D. Medalla, Chelsea Art Museum, New York (2007); “59 second”, Video Festival, Itinere International (2008); “The last book”, Biblioteca Nacional de Buenos Aires (2008). Tra le personali: “Storie”, Palazzo Reale, Napoli(2005); Metropolitana di Napoli-Site Specific, Stazione Piscinola-Scampia,(2005); “Maestra Concetta R.L. classe 1927″, videoinstallazione studio.ra | 1Fmediaproject, Roma (2008). Sarà presente a ‚”Détournement Venise 2009‚”. Evento collaterale Biennale di Arti Visive Venezia.


Lello Masucci

Lello Masucci

Lello Masucci nasce come pittore, scultore, performer. Partecipa alle avanguardie concettuali del secondo novecento. Dagli anni novanta si interessa di un’arte collegata alle nuove tecnologie, al digitale, alle reti di computer, ad internet. Ricercatore indipendente fonda l’OLE Officina di Letteratura Elettronica. Viene citato come esperto in numerose tesi di laurea sulla Letteratura elettronica e Culture digitali in varie università italiane e straniere.


Lidia Massari

Lidia Massari

Nasce in una piovosa notte d’ottobre, tenendo desti i genitori per quella e per molte altre notti a venire. Impara a leggere a quattro anni, e nei quaranta (e rotti) successivi non smette di farlo, anche per conto di terze persone. Si laurea con una tesi sperimentale sulla malattia d’amore. Da allora vive tentando di insegnare lingue morte a giovani teste vive ideando curiosi esperimenti (frequenti i fallimenti). Giura alla luna che non scriverà mai niente, ma è una menzogna notturna. Sta attualmente valutando cosa fare da grande.


Loredana De Pace

Loredana De Pace

La biografia ufficiale recita: giornalista specializzata in fotografia, curatrice e fotografa. Membro di giurie di premi nazionali e internazionali, partecipa alle letture di portfolio, cura progetti fotografici ed espositivi, segue un filone di ricerca personale. Sono un cielo nuvoloso è la sua più recente esposizione fotografica. Collabora con associazioni culturali nell’organizzazione di eventi e conferenze sulla fotografia, partecipa alla realizzazione di vari progetti editoriali e cura l’archivio della fotografa calabrese Gina Alessandra Sangermano. Nella biografia ufficiosa, invece, si legge che Loredana è una cittadina del mondo nata nel Sud Italia, che ama viaggiare, intraprendere nuovi percorsi interculturali, e che ha fatto della fotografia e della cultura fotografica la ragione della sua vita.


Lorella Scacco

Lorella Scacco

Lorella Scacco è una critica d’arte, giornalista e curatrice indipendente di eventi culturali. Laureata in Storia dell’Arte Contemporanea e in Estetica. E’ membro della SIE, Società Italiana d’Estetica. Ha curato esposizioni e cataloghi di numerose mostre d’arte contemporanea in spazi espositivi pubblici e privati in Italia e all’estero, tra cui Artesto al Palazzo della Triennale di Milano (2006), Mobile Journey alla 52ma Biennale di Venezia (2007) e The Hot Season – Italian Art Now allo Stenersen Museum di Oslo (2008). Collabora con riviste d’arte specializzate. E’ particolarmente interessata e competente di arte contemporanea dei Paesi Nordici e di arte applicata alla tecnologia mobile e video. Autrice del libro Estetica mediale. Da Jean Baudrillard a Derrick de Kerckhove edito da Guerini, Milano 2004, e del libro Northwave. Una ricognizione sulla video arte nei Paesi Nordici, edito da Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2009.


Lorenzo Gasparrini

Lorenzo Gasparrini

Lorenzo Gasparrini Dottore di ricerca in Estetica, dopo anni di attività universitaria a Roma, Ascoli, Narni in filosofia, scienze della formazione, informatica, ora è editor per un editore scientifico internazionale. Attivista antisessista, blogger compulsivo, ciclista assiduo, interessato a tutti gli usi e costumi del linguaggio.


Lorenzo Moltedo

Lorenzo Moltedo

Lorenzo Moltedo nasce a Roma nel 1991. Laureato (triennale) in Lettere Moderne presso “Sapienza” Università di Roma con una tesi sull’Orlando Furioso, è davvero curioso di conoscere cosa gli riserva il futuro. Non saprebbe immaginare una vita senza libri (e lo scrive con il rischio di sembrare retorico). Tra gli altri suoi interessi: viaggi, corsa, cinema e, in generale, ogni forma di manifestazione artistica. Quella con artapartofcult(ure) è la sua prima esperienza “ufficiale” di scrittura.


Lori Adragna

Lori Adragna

Lori Adragna nata a Palermo, vive e lavora a Roma. Storico dell’arte con perfezionamento in simbologia, critico e curatore indipendente, dal 1996 organizza mostre ed eventi per spazi pubblici e privati tra cui: Museo Nazionale d’Arte orientale di Roma; Villa Piccolomini, Roma; Museo D’Annunzio, Pescara; Teatro Palladium, Università Roma Tre; Teatro Furio Camillo, Roma; Palazzo Sant’Elia, Palermo; Museo di Capodimonte, Napoli; Complesso monumentale di San Leucio, Caserta; Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, Roma. Come consulente editoriale e artistico ha collaborato con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (mostre e cataloghi nel Complesso monumentale di S.Michele a Ripa) e come collaboratore-autore presso l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani. Lavora con la qualifica di content editor presso Editalia, IPZS. I suoi testi sono pubblicati su enciclopedie, libri, cataloghi e riviste, in Italia e all’Estero. Scrive come free lance per numerose riviste specializzate nel settore artistico e collabora con la testata Artribune.


Luca Barberini Boffi

Luca Barberini Boffi

Luca Barberini Boffi, ex imprenditore nel mondo della carta stampata.
Esperto di comunicazione e di arti visive, vive tra Milano, Roma e Strasburgo, dove risiede. Organizza convegni internazionali su Beni Culturali e collezionismo, scrive su testate di settore. Viaggia molto all’estero per lavoro e per passione. Collabora saltuariamente come consulente artistico nel Maine, U.S.A.


Luca Onesti

Luca Onesti

Nato a Cosenza il 1 marzo 1984, da padre campano e madre calabro-bergamasca, non sa bene cosa rispondere quando gli si chiede: di dove sei? Anche perché ora vive a Lisbona. Ma in fondo, se ci pensa solo un po’, si rende conto di essere soprattutto calabrese. Laureato in filosofia alla Federico II di Napoli, si divide tra collaborazioni editoriali, traduzioni dal portoghese, giornalismo, fotografia e cinema documentaristico. Fotografa e scrive come freelance dal Portogallo per diversi giornali italiani. Con l’amico e collega Daniele Coltrinari gestisce il sito Sosteniamo Pereira (www.sosteniamopereira.blogspot.it), che si occupa di cultura, politica, attualità e sport portoghesi e dei paesi lusofoni.


Luca Raffaelli

Luca Raffaelli

Luca Raffaelli è considerato uno dei più grandi esperti di fumetto e di cinema d’animazione. Ha scritto saggi come “Le anime disegnate”, diretto festival (“Castelli animati” e “Romics”), curato edizioni di libri a fumetti (quelli di “Repubblica” e de “L’Espresso”) e ha firmato centinaia di articoli sull’argomento in quotidiani, riviste, magazine e non solo. Ha scritto anche “Enrichetto Cosimo”, un romanzo comico per ragazzi. Una sua canzone (Ninna Pa’) è stata incisa da Mina.


Lucia Rossi

Lucia Rossi

Laureata in Arte, Spettacolo e Immagine Multimediale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Parma, dal 2014 ha deciso di trasferirsi in quella città per la quale si era perdutamente innamorata tanti anni fa: Berlino. Nata a Parma da mamma parmigiana e padre toscano, è appassionata di arte da quando ne ha memoria. Avvicinatasi in particolare all’arte contemporanea durante gli anni universitari, ha alle spalle diverse esperienze come organizzatrice di mostre d’arte. Negli ultimi anni i suoi interessi si sono concentrati principalmente sul mondo della Street Art.


Luigi Auriemma

Luigi Auriemma

Luigi Auriemma (1961) fin dal 1988 ha partecipato a svariate esposizioni personali e collettive. Nelle sue opere il linguaggio,la parola,s’interroga sulla propria consistenza, origine e natura prima di diventare immagine di se stessa. Sue opere sono inserite in collezioni pubbliche e private.



Luna Todaro

Luna Todaro

Nata a Roma nel 1984, laureata cum laude in storia dell’arte presso l’Università di Roma La Sapienza con una tesi (pubblicata) in storia dell’arte contemporanea dal titolo “Arte Metafisica e Wunderkammer”, un primo studio che pone in relazione i protomusei con le più recenti sperimentazioni artistiche tramite l’arte metafisica di De Chirico. Interessata da sempre alle più variegate espressioni culturali ed artistiche, oggi si occupa di storia e critica d’arte, di web e nuovi linguaggi mediatici. E’ grafico, art director e musicista.


Maddalena Marinelli

Maddalena Marinelli

“L’arte è l’anima del mondo, evita che il mio inconscio s’ingravidi di deformi bestie nere.” Laureata in Scenografia e in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Roma ha lavorato in ambito teatrale collaborando con esponenti della scena sperimentale romana come Giuliano Vasilicò e l’Accademia degli Artefatti e, come fotografa di scena, per teatri off. Negli ultimi anni, accanto alla critica d’arte affianca la critica cinematografica. Ha scritto per Sentieri Selvaggi, CineCritica e attualmente per Schermaglie oltre che per art a part of cult(ure). Nel 2012 ha curato la rassegna cinematografica “FINIMONDI: Cataclismi emotivi,cosmici ed estetici nel cinema” presso la libreria Altroquando di Roma.


Maila Buglioni

Maila Buglioni

Buglioni Maila è storico dell’arte e curatore di mostre. Fin da piccola ha manifestato un innato interesse verso ogni forma d’arte: dalle arti visive alla danza, dal teatro all’architettura. Dopo il diploma presso l’Istituto d’Arte Sacra Roma II, ha proseguito gli studi all’Università ‘La Sapienza’ di Roma, dove ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’arte contemporanea. Ha collaborato con l’associazione turistica Genti&Paesi in qualità di guida turistica nella città di Roma. Collabora attivamente con altre riviste specializzate del settore artistico. Nel 2013 ha collaborato alla realizzazione di Memorie Urbane – Street Art Festival a Gaeta e Terracina.


Manuela De Leonardis

Manuela De Leonardis

Manuela De Leonardis (Roma 1966), storico e critico d’arte scrive dal 2004 di arti visive su il manifesto/Alias e Exibart. Dal 2009 è redattore di art a part of cult(ure). E’ ideatrice e curatrice di Cake. La cultura del dessert tra tradizione Araba e Occidente (Postcart 2013), art & food book a sostegno di Bait al Karama. Con Postcart (collana postwords) ha pubblicato A tu per tu con i grandi fotografi – Vol. I (I edizione 2011; II edizione 2013), A tu per tu con i grandi fotografi e videoartisti – Vol. II (2012) e A tu per tu con gli artisti che usano la fotografia – Vol. III (2013).


Marcello Carriero

Marcello Carriero

Classe 1965, Marcello Carriero è Laureato in Conservazione dei Beni Culturali ed Ambientali presso l’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo (città natale e dove attualmente risiede), Specializzato in Archeologia e Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Siena e con Stage / master in Cura critica ed installazione musale presso il MLAC dell’Università “La Sapienza “ di Roma. E’ storico e critico d’arte e curatore nonchè docente universitario. Ha curato e organizzato mostre in spazi pubblici e privati, ha partecipato a Convegni e Seminari, redatto cataloghi e scritto saggi e articoli collaborando con riviste di settore e quotidiani. Dal 2001 scrive sulla rivista specializzata “Arte e Critica”, sui Siti web www.oparts.it, www.luxflux.net, www.exibart.com, www.merzbau.it, e sul webmagazine “art a part of cult(ure)”. Attualmente è impegnato nel progetto curatoriale “la testa tra le nuvole” che, inaugurando con una prima mostra (omonima, il 12 dicembre 2009 a Viterbo), fonda le basi per aprire una Galleria d’Arte Contemporanea pubblica e istituzionale nella città di Viterbo.


Marco Ancora

Marco Ancora

Marco Ancora è Direttore del Cisi – Centro Italiano Studi e Indagini. Cura mostre e scrive d’arte, è conferenziere e organizzatore di eventi culturali.


Marco Ferrai

Marco Ferrai

Nato nel 1987, poco più che maggiorenne attraversa il Tirreno per conseguire laurea triennale e magistrale presso “La Sapienza” in Storia dell’Arte. Interessato, oltre che al mondo dell’arte, all’universo del turismo ha coniugato tutto ciò tramite l’attività nell’associazionismo, organizzando mostre, seminari ed eventi pubblici. Girovaga in un isola a seguito di conferenze e dibattiti ( e sagre) in attesa di capire cosa fare del futuro.


Marco Maria Gazzano

Marco Maria Gazzano


Marco Pietrosante

Marco Pietrosante

Marco Pietrosante, system designer. Studioso e progettista in ambito Social Food, si è occupato di design industriale con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale e sociale. È consulente per il marketing strategico ed esperto in Design thinking. È stato promotore e conduttore del primo master in Food Design europeo. Ha ideato e gestisce il premio Social design prize che viene conferito ai progettisti più attenti al sociale. Si occupa di eventi culturali legati al design e all’architettura ed è responsabile dell’area master presso l’ISIA Roma Design.


Marco Trotta

Marco Trotta

Marco Trotta è nato a Napoli nel 1981. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali con indirizzo Storico-Artistico alla S.U.N. con una tesi sul restauro del Duomo di Napoli. Ha conseguito un master regionale di “Rilievo architettonico per i Beni Culturali”. Restauratore di beni culturali e poi catalogatore per la Soprintendenza di Caserta, ha tenuto corsi di Storia dell’Arte presso diverse associazioni e per progetti P.O.N.. Promotore di eventi culturali di natura trasversale. Attualmente è anche giornalista per Campaniarock.it


Marco Trulli

Marco Trulli

Marco Trulli è operatore culturale presso Arci Viterbo e curatore di progetti d’arte contemporanea tra i quali: Cantieri d’Arte, piattaforma di arte pubblica attiva a Viterbo, Disorder, progetto internazionale tenutosi a Nottingham e Milano nel 2012; Mediterranea 16. Young Artists Biennial, Ancona 2013. Collabora attivamente con il Giardino di scultura La Serpara di Paul Wiedmer e coordina il programma internazionale di arte pubblica promosso La Ville Ouverte. Cura inoltre Librimmaginari, festival di illustrazione e disegno, e la residenza d’artista Fuoco project.


Maria Arcidiacono

Maria Arcidiacono

Maria Arcidiacono Archeologa e storica dell’arte, collabora con quotidiani e riviste. Attualmente si occupa, presso una casa editrice, di un progetto editoriale riguardante il patrimonio del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno.


Maria Elisa Sassu

Maria Elisa Sassu

Laureatasi presso l’Università la Sapienza di Roma, è dottore in Studi storico-artistici.


Maria Giordano

Maria Giordano

Maria Giordano, romanissima, adolescente innamorata della politica – il primo amore non si scorda mai, ma non si sposa- Fino al 2003 ho diretto, ideato, organizzato eventi e servizi culturali e informativi e mi sono a lungo occupata di comunicazione pubblica, diritti di cittadinanza e trasparenza. Ora dirigo il portale web di un azienda pubblica. Medito per resistere.  Accanita (complusiva) lettrice, m’incanto ancora per un film, uno spettacolo, un quadro. Penso che le arti siano, come la meditazione e la solidarietà verso l’altro, formidabili ganci per ritrovare un senso. O almeno provarci.


Maria Rita Di Bari

Maria Rita Di Bari

Maria Rita Di Bari è un acquario del 1986. Si laurea in lingue con una tesi sulla giustizia letteraria dedicata a Sophia de Mello Breyner Andresen e scrive di critica teatrale e cinematografica per testate quali Repubblica.it, “O”, “Point Blank” e “InsideArt”. Ha pubblicato con Flanerì un racconto dal titolo “La fuga di Polonio”.


Maria Teresa Capacchione

Maria Teresa Capacchione

Maria Teresa Capacchione, una Laurea in Lingue e Letterature Straniere
e il Master per “Responsabile di progetti culturali” della Fondazione
Fitzcarraldo di Torino, è stata direttore artistico (2005-2008) di San
Lo’ Arte (Roma). Giornalista, scrive per testate di settore ed è
curatrice indipendente specializzata in arte contemporanea indiana.
www.tecacontemporary.com


Mariacarla Auteri

Mariacarla Auteri

Mariacarla Auteri nasce a Caltagirone (CT), ma si trasferisce subito al Nord dove si diploma al Liceo Artistico di Bologna e si laurea in Progettazione e produzione delle arti visive presso l’Università IUAV di Venezia con una tesi sulla performance In search of the miraculous di Bas Jan Ader, estrapolando da essa possibili interpretazioni sull’esperienza estetica tra uomo e “territorio magico”. Collabora attivamente con riviste d’arte contemporanea online, è autrice di diversi saggi e testi critici.


Mariacristina Ferraioli

Mariacristina Ferraioli

Mariacristina Ferraioli, curatrice, vive e lavora a Milano. Dopo la laurea in lettere moderne indirizzo storico-artistico, si è specializzata all’Università Sorbonne di Parigi. Ha frequentato il master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Brera. In seguito al master ha svolto uno stage alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino ed al Centre Culturel Fran√ßais di Milano. Ha vinto la residenza per curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso Il Centre International d’accueil et d’échanges des Recollets di Parigi ed ha svolto un tirocinio di 6 mesi presso il Centre Pompidou, ove ha collaborato all’organizzazione della mostra Traces du Sacre. Ha, in seguito, pubblicato un suo testo critico sul catalogo della mostra. E’ co-fondatrice di 317 associazione per l’arte contemporanea con sede a Nizza e collabora con l’Accademia di Belle Arti di Brera.


Mariangela Capozzi

Mariangela Capozzi

Comunicatrice estetica e museale, segue con interesse i fermenti artistici dell’arte urbana e dell’arte contemporanea. Scrive per i portali web art a part of cult(ure) ed Exibart realizzando recensioni, interviste e articoli di approfondimento. Ha lavorato per artisti, gallerie e festival per le fasi di ideazione, progettazione e realizzazione degli eventi artistici. Negli studi di formazione come architetto si è concentrata sui focus della storia dell’arte, estetica e allestimento museale. E’ impegnata nella realizzazione di un innovativo portale dedicato all’arte e nell’organizzazione del festival Memorie Urbane.


Mariangela Orabona

Mariangela Orabona

Mariangela Orabona è dottore di ricerca in Studi culturali e postcoloniali del mondo anglofono. La sua recente tesi «La presenza assente. Tracce dell’incorporeo femminile nell’arte contemporanea postcoloniale» (Università degli studi di Napoli l’Orientale, 2009), in cui criticamente indaga l’opera d’arte delle artiste Renée Green, Lorna Simpson and Kara Walker in termini di una cancellazione del corpo femminile africano americano, rappresenta la sintesi della sua ricerca nell’ambito delle arti visive. In maniera più approfondita questo lavoro continua una ricerca inaugurata dal Master in “Arts des images et art contemporain” all’Université Paris 8, Saint-Denis, con una tesi dal titolo «Identité: entre anonymat et suture –l’Oeuvre de Rosângela Rennó et Adriana Varejão». Mariangela è autrice di saggi sulle politiche di rappresentazione del corpo femminile. I suoi ambiti di interesse sono gli studi culturali, i visual culture studies e l’arte contemporanea.
Mariangela è inoltre visual designer e lavora con le immagini sia a livello pratico che concettuale. Dal 2000 ha realizzato diversi progetti artistici in qualità di visual designer, curator e videomaker in ambito accademico e non. www.mariangelaorabona.com


Marina Guida

Marina Guida

Marina Guida si laurea in Conservazione dei Beni Culturali ed Ambientali, presso L’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli, (città natale dove vive e lavora) con una tesi sulla ricezione critica delle opere di Robert Mapplethorpe in Italia.
Frequenta i seminari e gli incontri dell’arte tenuti presso il centro di Documentazione Filiberto Menna di Salerno, moderati Dal Prof.Angelo Trimarco e dalla Prof.ssa Stefania Zuliani.
Critico militante, curatore indipendente, redattore free lance, collabora con diverse riviste d’arte contemporanea e periodici d’arte e cultura, scrivendo recensioni delle mostre ed articoli di approfondimento, firma saggi e testi critici per cataloghi di progetti espositivi in spazi privati.


Marino de Medici

Marino de Medici

Marino de Medici è romano, giornalista professionista da una vita. E’ stato Corrispondente da Washington dell’Agenzia ANSA e Corrispondente dagli Stati Uniti per il quotidiano Il Tempo. Ha intervistato Presidenti, Segretari di Stato e della Difesa americani, Presidenti di vari Paesi in America Latina e Asia. Ha coperto la guerra nel Vietnam, colpi di stato nel Cile e in Argentina, e quaranta anni di avvenimenti negli Stati Uniti e nel mondo. Ha anche insegnato giornalismo e comunicazioni in Italia e negli Stati Uniti. Non ha ancora finito di viaggiare e di scrivere dei luoghi che visita. Finora è stato in 110 Paesi e conta di vederne altri.


Marta Montanari

Marta Montanari si è laureata all’Università Cattolica S.Cuore di Milano in Lettere con studi specifici in Storia dell’Arte. Curatrice di mostre e autrice di saggi, si è occupata particolarmente della ricerca relativa ad argomenti di Arte Moderna e Contemporanea ed ad essi afferenti, con particolare riferimento all’Astrattismo. Ha insegnato Storia dell’Arte all’Accademia Carrara di Bergamo e nei licei di Milano. Dagli Anni Ottanta si è occupata di didattica e divulgazione della Storia dell’Arte. Attualmente insegna al Liceo di Faenza.


Martina Capuano

Martina Capuano


Massimiliano Pirri

Massimiliano Pirri

Massimiliano Pirri


Massimo Canorro

Massimo Canorro

Massimo Canorro è un giornalista freelance, laureato in Scienze della Comunicazione all’Università Lumsa di Roma con una tesi sul rapporto tra i B-movie e il cinema di Tim Burton. Svolge la sua attività professionale prevalentemente nella capitale, collaborando come redattore con testate di arte, cultura e spettacolo. Cura inoltre gli uffici stampa di mostre, libri, concerti e spettacoli teatrali.


Massimo Rosa

Massimo Rosa

Massimo Rosa è curatore d’arte ed ha diretto alcune gallerie italiane. Ama l’arte contemporanea e la filosofia. Attualmente vive a Parigi.


Massimo Schiavoni

Massimo Schiavoni

Arteologo del contemporaneo, Schiavoni Massimo è docente e project manager. Attento alle esperienze della giovane scena performativa e all’interazione delle forme teatrali–coreutiche con l’antropologia, la sociologia e l’estetica dei nuovi media, nel 2014 ha pubblicato il saggio Danza Paola, danza! in Corpo politico. Distopia del gesto, utopia del movimento a cura di Silvia Bottiroli e Silvia Parlagreco. Editoria & Spettacolo, Spoleto, 2014. Nel 2013 ha curato il volume Creatori di senso. Identità, pratiche e confronti nella danza contemporanea italiana, Aracne Editrice, Roma. Nel 2011 ha pubblicato il volume PERFORMATIVI. Per uno sguardo scenico contemporaneo, Gwynplaine Edizioni, Camerano (AN) e sempre nel 2011 ha pubblicato il saggio Antropologia coreutica di Francesca Proia. Fenomenologie e riferimenti storici performativi come sviluppo dell’immagine corporea in Declinazioni yoga dell’immagine corporea. Due studi complementari di Francesca Proia per la Titivillus Edizioni, Corazzano (PI). Collabora con riviste e artisti contemporanei, cura inserti teorici/poetici ed è conferenziere di manifestazioni e festival internazionali.


Matteo Pacini


Mattia Salvia

Mattia Salvia

Classe ’90. Vedo cose, scrivo cose, etc etc – www.bruceremotuttiallinferno.blogspot.com – Twitter: @mttslv


Mattia Zappile

Mattia Zappile

Mattia Zappile nasce a Milano nel 1980. Già in adolescenza comincia la sua avventura nel mondo della scrittura con romanzi, poesie, fumetti, saggi. Presto alla passione per la lettura, e principalmente per la filosofia, si aggiunge quella per le arti visive, in particolar modo per il mondo del cinema. Tra biblioteche e sale cinematografiche passa gran parte della sua giovinezza. Si iscrive al D.A.M.S. laureandosi con lode a Bologna. Subito comincia un nuovo percorso universitario per la seconda laurea in Filosofia. Nel frattempo porta avanti le sue passioni che trasforma in professioni. Lavora come filmaker indipendente e assistente alla regia, infine comincia a scrivere, dapprima per blog, poi per un magazine online (“CoolmagArt”), in qualità di critico cinematografico e il suo ingresso ufficiale nel mondo dell’arte con la rivista “Espoarte” per la quale cura la rubrica Gremlins, sabotaggi e mutazioni tra cinema e pittura. Presto si aggiungono articoli con la sua firma all’interno della rivista e su “Inside Art” e, parallelamente, le curatele e i testi critici per cataloghi d’arte tra cui la pubblicazione della Biennale di Venezia Arte. Dal febbraio 2012 inizia la sua collaborazione con “art a part of cult(ure)”.


Maura Gancitano

Maura Gancitano

Maura Gancitano è nata a Mazara del Vallo (TP) nel 1985. Lavora come editor e redattrice free-lance. Ha pubblicato racconti su antologie (Voi siete qui, Minimum Fax 2007; Sizilien und Palermo, Wagenbach 2008; Libro sui libri, Lupo 2010) e una raccolta di poesie (I lacci bianchi, Armando Siciliano 2007), ha scritto sceneggiature per lungometraggi (Tuttotorna, Cecchi Gori 2006) e booktrailers (Il primo che sorride, RAI Educational 2007), ha organizzato e promosso eventi culturali e curato l’ufficio stampa di associazioni e case editrici.


Maya Pacifico

Maya Pacifico

Maya Pacifico è un critico d’arte, vive e lavora a Napoli


Melania Ceccarelli

Melania Ceccarelli

Mi chiamo Melania Ceccarelli, sono nata e vivo a Pisa. Per fortuna ho viaggiato e vissuto anche all’ estero e così ho imparato a non avere certezze assolute su me stessa e sulla mia cultura d’origine. Lavoro da sempre in ambito sociale, per molti anni ho fatto politica e volontariato in maniera attiva. Attualmente la cosa che mi interessa di più è la lettura e la scrittura.


Melania Rossi

Melania Rossi

Si è laureata in Storia dell’arte e ha conseguito un master in Art management presso l’Università degli Studi di Firenze. Da anni scrive d’arte contemporanea per riviste specializzate e testi critici per artisti. Come curatrice indipendente ha lavorato alla selezione degli artisti e all’organizzazione di mostre presso associazioni private e istituzioni pubbliche. Da sempre interessata al linguaggio televisivo applicato al mondo dell’arte, dopo un’esperienza presso il programma Passepartout, realizza interviste video a protagonisti del mondo dell’arte contemporanea e lavora per Fox International Channels Italy.


Michael Pergolani

Michael Pergolani


Michela Alessandrini

Michela Alessandrini

Michela Alessandrini (Roma, 1987) si è laureata in Storia dell’Arte Contemporanea nel 2009 presso l’Università Sapienza di Roma con un lavoro critico monografico sull’artista italiana Micol Assael e, dopo un periodo di studi presso la Sorbonne di Parigi, ha conseguito una laurea magistrale in Curatore d’Arte Contemporanea nel 2011 con una tesi sulle implicazioni socio-antropologiche del museo francese MAC/VAL (Musée d’Art Contemporain du Val-de-Marne, Vitry-sur-Seine). Dal 2008 ha intrapreso diverse proficue collaborazioni con artisti, istituzioni di arte contemporanea e organizzazioni no profit nel suo paese e in Europa, per esempio in Ungheria (Studio of Young Artists Association, Budapest) e in Repubblica Ceca (FUTURA, fondazione no profit per l’arte contemporanea, Praga). Negli ultimi anni ha acquisito esperienza nel settore dell’editoria, collaborando anche a riviste d’arte online, e, nel 2012, è stata selezionata come curatore in residenza per il Labor Guest Space 2012 a Budapest. In questa occasione, ha curato PlartFORM, in collaborazione con l’artista ungherese Zsuzsi Flohr, un’esposizione basata sul concetto di consapevolezza personale e nazionale e concepita per essere una ricerca su persone e nazioni e sulle contaminazioni culturali tra identità singole e collettive. Attualmente è una dei sei giovani curatori della scuola internazionale per pratiche curatoriali di Grenoble, l’école du Magasin.


Michela Becchis

Michela Becchis

Michela Becchis è Storica e Critica dell’arte. Ha insegnato nelle Università dell’Aquila e di Chieti, all’Istituto Universitario “Suor Orsola Benincasa” di Napoli e ha collaborato con l’Istituto Universitario di Fiesole. Ha curato mostre e divide i suoi studi fra l’arte medievale (“Capolavori della terra di mezzo”, cat. della mostra, arte’m, 2012; “Pietro Lorenzetti”, Silvana editoriale, 2012) e quella contemporanea e relativamentea questo settore dirige la collana TAC-Tomografie di Arte Contemporanea per la casa editrice Exòrma; in entrambi i casi rivolge il suo particolare interesse al rapporto tra arte e storia e alla circolazione dei modelli figurativi e linguistici.


Michela Casavola

Michela Casavola

Michela Casavola (Taranto, 1976) si laurea in Conservazione dei Beni Culturali, indirizzo Storia dell’Arte Contemporanea all’Università di Lecce. Inizia la sua carriera lavorativa a Roma, specializzandosi in comunicazione applicata alle arti visive ed eventi culturali per poi diventare freelance seguendo progetti in Italia e all’estero. Dal 2008 è coordinatrice artistica del Centro per l’Arte Contemporanea Torrione Passari in Puglia e sceglie Berlino come dimora fissa per poter alimentare la sua continua ricerca nelle arti visive e la conoscenza delle sperimentazioni più attuali. Collabora con diverse testate giornalistiche del settore.


Mike Watson

Mike Watson

Mike Watson è nato in Inghilterra nel 1979. Redattore, scrittore e teorico, ha contribuito, anche come curatore, a mostre a Londra e in Europa. Come scrittore, ha pubblicato in giro per il mondo – per Frieze, Art Review, Art Monthly, ecc. – sia su web sia in stampa. Contemporaneamente Mike Watson sta completando il Dottorato di ricerca in Teoria dell’arte ed Estetica al Goldsmith College di Londra, dopo aver conseguito una Laurea in Teoria dell’Arte e Pittura e aver lavorato al restauro della Cattedrale di St Paul a Londra. Sta scrivendo uno libro che sarà pubblicato in Inghilterra da ZerO Books: ‘Joan of Art: Towards a Conceptual Militancy’ (Jeanne d’Arte: Verso una Militanza Concettuale)


Milvia Comastri

Milvia Comastri

Milvia Comastri è nata e vive a Bologna. Lettura e scrittura sono da sempre sue compagne di vita. Ha pubblicato tre raccolte di racconti: “Donne, ricette, ritorni e abbandoni” (Pendragon), “Colazione con i Modena City Ramblers” (Historica), “Squilibri” (Antonio Tombolini)
Ha partecipato all’antologia “Nessuna più” (Elliot), a cura di Marilù Oliva e al “Repertorio dei matti della città di Bologna” (MarcosYMarcos) a cura di Paolo Nori.


Monica Zanfini

Monica Zanfini


Naima Morelli

Naima Morelli

Naima Morelli è critica d’arte e curatrice indipendente. Nasce a Sorrento e studia all’Accademia di Belle Arti di Roma. Comincia collaborando con il Mattino e scrivendo di musica per numerosi magazine d’orientamento rockettaro (Il Mucchio, Rockshock etc.). Recensisce le mostre d’arte contemporanea per Teknemedia, finchè non viene radiata per una stroncatura di Sandro Chia. Trasferitasi a Roma comincia la duratura collaborazione con art a part of a cult(ure), Women in the City e riviste d’arte straniere tra cui Art Monthly. Contemporaneamente collabora con varie gallerie del panorama romano ed è resident curator per The Room Gallery.


Nicola Maggi

Nicola Maggi

Nicola Maggi (Firenze, 1975) è giornalista professionista e storico della critica d’arte. Allievo di Giuliano Ercoli, negli anni si è occupato soprattutto di arte e critica in Italia tra Ottocento e Novecento partecipando a vari incontri, tra i quali i seminari di studi: Ugo Ojetti – Ritratto di un intellettuale, organizzato dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e dalla Società di Studi Fiorentini; Arte e Critica in Italia nella prima metà del Novecento, a cura della professoressa Giovanna De Lorenzi del Dipartimento di Storia delle Arti e dello Spettacolo dell’Università di Firenze e Le Associazioni di cultura a Firenze nel primo Novecento organizzato dal Gabinetto Vieusseux di Firenze.
Sempre in campo storico-artistico è autore di alcuni saggi apparsi su riviste tra i quali: “Ugo Ojetti e il bianco e nero: quattro esposizioni fiorentine (1910-1914)” (2004); “Ugo Ojetti e la Società «Leonardo Da Vinci». Tra affinità e convenienza” (2005); “Maxime Dethomas e la ‘musa’ Italia” (2007). Nel 2007, inoltre, ha curato l’edizione critica del testo inedito di Angiolo Orvieto Storie e Cronaca della «Leonardo», pubblicato dalla casa editrice Sef di Firenze.
Dopo essere stato per tre anni redattore in un periodico toscano, dove ha ricoperto anche funzioni di responsabilità redazionale, attualmente cura l’ufficio stampa dell’Agenzia regionale di Promozione Economica “Toscana Promozione” e collabora con l’Agenzia ANSA di Firenze e con il magazine Artkey. Dal 2010, inoltre, è direttore responsabile della rivista N.B. I linguaggi della comunicazione.


Paola Marulli

Paola Marulli

Paola Marulli è nata a L’Aquila nel 1985. Laureata – triennale – in Beni Culturali e Ambientali presso l’Università degli Studi dell’Aquila con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea – su Sandro Chia e la Transavanguardia Italiana seguita dalla Prof.ssa Ester Coen- compie poi i suoi studi specialistici presso la Sapienza di Roma concludendo il corso di laurea in Studi storico-artistici con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea sull’artista Licia Galizia. Attualmente collabora con l’Ufficio del Vice Commissario delegato per la tutela dei Beni Culturali a L’Aquila e redige articoli per riviste specializzate d’arte, quotidiani locali on line e free press cittadini, raccontando le espressioni artistiche contemporanee.


Paolo Aita

Paolo Aita

Paolo Aita


Paolo Carnevale

Paolo Carnevale

Paolo Carnevale


Paolo Di Pasquale

Paolo Di Pasquale

Paolo Di Pasquale si forma studiando prima Architettura poi Disegno Industriale a Roma, specializzandosi in Lighting design. Nel 2004 è co-fondatore dello STUDIOILLUMINA, dove si occupa principalmente di Architectural Lighting Design e Luce per la Comunicazione: lo Studio progetta e realizza allestimenti espositivi e museali, ideazione della luce, corpi illuminanti, scenografia notturna – nel settore della riqualificazione urbana e in progettazione di arredi (porti turistici, parchi, giardini, piazze etc.)-, piani della luce per alcuni Comuni italiani e spettacoli di luce. Nel 2007 fonda lo Studio BLACKSHEEP per la progettazione di architettura di interni e di supporto alla pianificazione di eventi, meeting e fiere. E’ interessato alla divulgazione della cultura della luce e del progetto attraverso corsi, workshop, convegni e articoli. Ha insegnato allo IED e in strutture istituzionali. E’ docente di Illuminotecnica presso l’Istituto Quasar – Design University Roma di nel corso di Habitat Design e in quello di Architettura dei Giardini. E’ Redattore di art a part of cult(ure) per cui segue la sezione Architettura, Design e Grafica con incursioni nell’Arte contemporanea. Dal 2011 aderisce a FEED Trasforma Roma, collettivo di architetti romani che si interroga sul valore contemporaneo dello spazio pubblico esistente, suggerendone una nuova lettura e uso con incursioni e azioni dimostrative sul territorio metropolitano.


Paolo Evangelisti

Paolo Evangelisti

Posseduto da una innata attrazione per la lettura di qualsiasi genere di romanzo, paradossalmente ha scelto di seguire la carriera
scolastica e lavorativa di ingegnere industriale. Oggi passata la soglia dei quarant’anni divide la sua vita tra le linee di produzione e le linee
di testo dei romanzi che continua a leggere, alla ricerca di sempre nuove storie che possano emozionarlo


Paolo Ottai

Mi sono laureato in ingegneria elettronica ed ho lavorato molto all’estero imparando molteplici lingue e tenendo corsi su apparati elettronici, oltre ad aver sviluppato proposte economiche e scritto parecchie decine di manuali tecnici. Dal mondo anglosassone ho assimilato la sinteticità espressiva che elimina il superfluo e descrive i punti essenziali con linguaggio chiaro e accessibile a tutti. Nonostante la mia formazione tecnica, non ho mai rinunciato all’imprinting umanistico che mi hanno dato gli studi classici che ho sempre arricchito con le letture sul buddismo zen, tanti viaggi all’estero, per lo più in Sud America. Da vent’anni pratico il kung fu e il tai ka presso la scuola del Maestro Nelson Tello. Ho un’ideale di felicità: lo spirito puro delle persone in pace con la propria coscienza e con il mondo; l’armonia che si instaura fra le energie di più persone; la capacità di contattare le emozioni degli altri immaginando ed intuendo la loro vitalità.


Paolo Tonini

Paolo Tonini

Paolo Tonini, con Bruno Tonini, è anima e motore de L’Arengario Studio Bibliografico (Via Pratolungo 192 25064 Gussago, BS – ITALIA); è Member of ALAI-LILA, Iscritto all’Albo dei Consulenti Tecnici del Tribunale di Brescia


Patrizia Ferri

Patrizia Ferri

Patrizia Ferri- storica, critica d’arte, curatrice e giornalista. Docente presso l’Accademia di Belle Arti e l’Università “La Sapienza” dove co-dirige il CEDRAP (Centro di ricerca e documentazione sull’arte pubblica).


Patrizia Tozza

Patrizia Tozza

Patrizia Tozza insegna Storia della Musica presso il Liceo Musicale
“P.E.Imbriani” di Avellino. Diplomata in pianoforte presso il Conservatorio
“D.Cimarosa” di Avellino nel 1984. Laureata al “D.A.M.S” di Bologna nel
novembre del 1988. Ha collaborato in qualità di critico musicale alla pagina
del “Giornale di Napoli” dedicata alla cronaca di Avellino dal 1986 al 1992.
Le hanno affidato note critiche ai programmi di sala di note Associazioni
musicali della Campania tra cui “Il Circolo degli Artisti” di Napoli. Attualmente le affidano conferenze di Storia della Musica in città per note
Associazioni Musicali, in particolare “L’Euterpe” di Avellino.


Pier Luigi Manieri

Pier Luigi Manieri

Pier Luigi Manieri, curatore di eventi, scrittore, saggista e cultore della materia cinematografica. Ha dato alle stampe l’antologia di racconti spy, horror, sci fi, urban fantasy e a tematica supereroistica “Roma Special effects -di vampiri mutanti supereroi e altre storie” (PS ed.) e la monografia “La Regia di Frontiera di John Carpenter “( Elara). D’imminente pubblicazione il saggio “Le Guerre Stellari – Ovvero, la space opera cine televisiva da Lucas ad oggi” contenuta nel volume “Effetti Collaterali – la fantascienza tra letteratura, cinema e TV” (Elara). Ha all’attivo centinaia di articoli su diverse testate di settore. Esperto d’immaginario e sottoculture di genere, ha curato il volume, “Il Tuo capitolo finale” dedicato a Sherlock Holmes. È autore e regista dei reading video musicali “Iconico & Fantastico” e “Il cinema del telfoni bianchi”. Ha ideato e curato eventi come Urania: stregati dalla Luna, Il cinema italiano al tempo della Dolce Vita, Effetti Speciali, MassArt, Radar-esploratori dell’immaginario.


Piera Cristiani

Piera Cristiani


Pierfrancesco della Porta

Pierfrancesco della Porta

Esperto di rapporti con la pubblica amministrazione e gli enti pubblici italiani. Svolge attività di docenza e formativa. E’ autore di articoli e volumi specialistici. Ha partecipato alla stesura di testi legislativi e regolamentari in materia di organizzazione amministrativa, centrali di committenza e strumenti di controllo della spesa pubblica. Partecipa a progetti di ricerca sul servizio pubblico.


Piero Bonacci

Piero Bonacci

Piero Bonacci, romano, è stato appassionato di fotografia sin da giovanissimo. La sua formazione avviene presso il C.I.A.C (Centro Italiano Addestramento Cinematografico), ove si diploma negli anni ’60. Sono stati suoi compagni di corso: Vittorio Storaro, direttore della fotografia, vincitore di 3 Premi Oscar. Roberto Brega, operatore alla macchina, celebre per il film “ La vita é bella”, vincitore dell’Oscar. Claudio Speranza, giornalista e cameramen Rai per servizi nazionali ed internazionali. Piero Bonacci ha poi lavorato nella Pubblica Amministrazione. Specialista della fotografia in bianco nero e tecnica del colore ha realizzato numerosi servizi fotografici per eventi culturali, cerimonie ufficiali e matrimoni. Negli ultimi anni si è dedicato alla nuova fotografia digitale con l’utilizzo di apparecchiature professionali in HD.s


Pietro Gaglianò

Pietro Gaglianò

Pietro Gaglianò (1975) è critico d’arte e studioso dei linguaggi della contemporaneità. I suoi principali campi di indagine riguardano il rapporto tra l’arte visiva e i sistemi teorici della performance art e del teatro di ricerca, e il contesto urbano, architettonico e sociale come scena delle pratiche artistiche contemporanee. Sperimenta formati ibridi dello spazio di verifica dell’arte, in cui esperienze di laboratorio e formazione si innestano sul modello tradizionale della mostra, del convegno, della didattica. Fondatore di thewallarchives.net, è attivo in progetti nazionali e reti internazionali per la sperimentazione di processi di formazione non formale e uso dei linguaggi artistici per l’educazione contro la discriminazione. Ritratto ©photo male


Pietro Masci

Pietro Masci

Pietro Masci è professore all’Istituto Studi Europei (ISE) di Roma e membro del Collegio dei Revisori dei Conti dell’Associazione Mondiale della Strada (AIPCR). Nella sua carriera ha viaggiato in tutto il mondo e soprattutto in America Latina, Europa e Nord Africa. Ha vissuto in Italia, Francia, Inghilterra e Messico e per oltre 25 anni negli Stati Uniti, dove attualmente risiede. E’ membro di Politics and Prose, Independent Bookstore and Coffee House, dello Yale Club e di Amigos de las Americas di Washington, DC. Collabora con periodici nazionali. E’ esperto in materie economiche e finanziarie ed e’ interessato a temi culturali, sociali e politici, in particolare a quelli della conoscenza, incertezza e complessità, e all’introduzione di appropriate politiche pubbliche.


Pino Giampà

Pino Giampà

Pino Giampà vive e sopravvive nel Villaggio Minerario di Normann nel profondo Sud-Ovest della Sardegna, dove fa parte di GiuseppeFrau Gallery, www.giuseppefraugallery.com, uno spazio non-profit, un collettivo, una postazione di ricerca nel territorio più povero d’Italia. Progetta, realizza e scrive, collaborando per “art a part of cult(ure)” come occhio vigile sulle realtà culturali e artistiche in terra sarda


Pino Moroni

Pino Moroni

Pino Moroni ha studiato e vissuto a Roma dove ha partecipato ai fermenti culturali del secolo scorso. Laureato in Giurisprudenza e giornalista pubblicista dal 1976, negli anni ’70/80 è stato collaboratore dei giornali: “Il Messaggero”, “Il Corriere dello Sport”, “Momento Sera”, “Tuscia”, “Corriere di Viterbo”. Ha vissuto e lavorato negli Stati Uniti. Dal 1990 è stato collaboratore di varie Agenzie Stampa, tra cui “Dire”, “Vespina Edizioni”,e “Mediapress2001”. E’ collaboratore dei siti Web: “Cinebazar”, “Forumcinema” e“Centro Sperimentale di Cinematografia”.


Raffaela Cuccu

Raffaela Cuccu

Nata il 20 maggio 1986, laureata in Storia dell’Arte presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Milano con la tesi “Linee guida innovative per la valorizzazione dei beni culturali: Italia e Unione Europea a confronto”. Ha avuto esperienze lavorative in campo musicale e teatrale e collaborazioni con gallerie d’arte. Scrive per alcune riviste online tra le quali “Latitudeslife” e “Milanocultura”.
Vive e lavora essenzialmente a Milano.


Raffaella Aragosa

Raffaella Aragosa

Raffaella Aragosa compie studi di architettura con indirizzo storico di restauro e storia dell’arte. Dal 1995 al 2002 collabora con la Cappa Production alla realizzazione di documentari sull’arte e la storia. Cura numerose mostre, collabrando con Cesare Garboli e Fred Licht, e nel 2008 è fondatrice con altri specialisti dell’Istituto nazionale di pedagogia familiare. Presenta e introduce saggi, si occupa di rapporti tra letteratura e arte e svolge l’attività di curatore.


Raffaella Losapio

Raffaella Losapio

Multimedia artist, Director of STUDIO.RA and 1F MEDIAPROJECT. Email: info@studiora.eu | Address: Via Bartolomeo Platina 1F 00179 Roma (Italy) | Web: http://www.studiora.eu | http://www.1fmediaproject.net | http://www.raffaellalosapio.com | Telephone: +39 3491597571 | Rome: +39 0643417800


Raja El Fani

Raja El Fani

Franco-Tunisina, vive a Roma e per la sua ricerca ha bisogno di rimettere insieme “i pezzi” dell’arte italiana contemporanea che, infatti, segue con passione.


Rebecca Spitzmiller

Rebecca Spitzmiller

Insegna Diritto comparato e internazionale all’Università degli Studi Roma Tre. Ha iniziato la carriera come insegnante d’arte nelle scuole media statali negli Stati Uniti. Dal 2009 si impegna nelle attività di Retake Roma, finalizzate alla diffusione di un comune sentire intorno ai principi della sussidiarietà (articolo 118 Cost.), con specifico riguardo alla promozione della partecipazione dei cittadini nella cura dei Beni Comuni. Rebecca ha la doppia cittadinanza italiana e statunitense da oltre 20 anni, e cerca di trarre il meglio dai due mondi, al fine di combattere – tramite il concetto di “empowerment” (cioè la creazione di cittadini autonomi e responsabili) – il degrado urbano e promuovere la creatività riconosciuta dalle istituzioni pubbliche e private.


Riccardo Lucciola

Riccardo Lucciola

Riccardo Lucciola (Roma, 1981) Graphic designer e Fotografo freelance nonché grande appassionato di videogiochi, diplomato presso l’istituto Quasar desig university in grafica e comunicazione visiva
Ha collaborato con La casa Editrice imago Edizioni come Art director per l’edizione italiana della testata 3D Artist e come designer per Computer grafica tecniche & applicazioni


Rita Caramma

Rita Caramma

Rita Caramma è nata ad Augusta (SR), ma vive e lavora ad Acireale (CT).
E’ giornalista, scrittrice, poetessa, autrice di testi teatrali e organizzatrice di eventi culturali.Collabora con il quotidiano “La Sicilia” ed è componente del dipartimento “Informazione e cultura” dell’Assostampa. Ha pubblicato “Nella mia ricca solitudine” (Il Filo – Roma), “Retrospettive dell’inquietudine” (Zona – Arezzo), la favola in rima “Il Ragno” (Arteincircolo) rappresentata in vari ospedali della zona, il testo per il teatro “Vestale di maschere” (Zona – Arezzo) rappresentato per due stagioni al Teatro del Tre di Catania e al Piccolo Teatro di Catania. Ha curato, tra l’altro, l’antologia poetica “Sicilia tra versi sparsi” (Giulio Perrone – Roma), l’antologia di racconti “Voci di Sicilia” (Giulio Perrone – Roma). E’ componente di giuria in diversi premi letterari e, a sua volta, ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il premio “Ercole Patti – 2010”.


Roberta Minnucci

Roberta Minnucci

Roberta Minnucci nasce nel 1985 a Fermo (AP) il 14 novembre. Si iscrive alla Facoltà di Lettere dell’Università di Bologna, appassionandosi da subito alla storia dell’arte. Durante la Laurea triennale svolge un tirocinio all’interno della Fondazione Federico Zeri di Bologna, e si laurea con il massimo dei voti con la Prof.ssa Anna Ottani Cavina. Si iscrive successivamente alla Laurea magistrale e trascorre un periodo di studio all’estero all’Université “Le Mirail” di Toulouse (Francia). All’interno del proprio percorso formativo continua a prediligere la storia dell’arte, in particolare quella contemporanea. Svolge un periodo di tirocinio nella Galleria d’Arte Maggiore di Bologna come assistente gallerista, e si laurea con la Prof.ssa Silvia Grandi in Fenomenologia dell’arte contemporanea con una valutazione di 110/110 con lode. Attualmente sta collaborando con il Museo Pino Pascali di Polignano a Mare (Ba) per la mostra in preparazione dedicata a Bertozzi & Casoni sui quali si è laureata.


Roberto Bocchi

Roberto Bocchi

Cresciuto a Lerici (SP), si è laureato in Scienze dell’Informazione e per molti anni ha lavorato come informatico, iniziando nel frattempo, dopo essersi trasferito a Milano, a lavorare in pubblicità, come protagonista di numerosi spot televisivi e campagne stampa. Ha partecipato a molti cortometraggi. Per la televisione ha interpretato la soap-opera Cuori rubati (Rai Due, 2002), la mini-serie Sospetti 3 (Rai Uno, 2005), la fiction Senza via d’uscita – Un amore spezzato (Canale 5, 2007), la serie Don Matteo (Rai Uno, 2008), il film-TV Un amore di strega (Canale 5, 2009). A teatro ha interpretato Purificati di Sarah Kane e uno spettacolo di atti unici di Ionesco, recitato in francese.


Roberto Cascone

Roberto Cascone

Roberto Cascone


Roberto D'Onorio

Roberto D’Onorio (1979) vive e lavora a Roma. Inizia la sua carriera artistica collaborando con la cattedra di Fenomenologia delle Arti Contemporanee di Cecilia Casorati all’Accademia di Belle Arti di Roma e nel 2010 con Cecilia Canziani e Ilaria Gianni per la NOMAS Foundation. Nello stesso anno affianca Anna Cestelli Guidi in occasione della Biennale Fluxus (Auditorium Parco della Musica, Roma). Nel 2012 lavora presso la Galleria Marino di Giuseppe Marino, Roma. Dal 2013 collabora con la Galleria 291est, Roma, rivestendo i ruoli professionali di Curatore e Responsabile Management.


Roberto Gramiccia

Roberto Gramiccia

Roberto Gramiccia, medico e collezionista, si è talmente interessato all’arte da diventarne, negli anni, un appassionato promotore come curatore e critico; amico di moltissimi artisti, specialmente di area “romana”, ne ha tradotto pensieri, storie e ricerca in alcuni libri, in tantissimi articoli e mostre. Scrittore e giornalista, è autore di numerose pubblicazioni. Foto dell’autore di Stefano Fontebasso De Martino


Roberto Perrotti

Roberto Perrotti

Scrittore e psicologo, ha pubblicato per Guida, “La trilogia dei capperi “ (2005) e Passodincanto (2008). Dirige la collana “Solare” dell’ A.S.M.V. è ideatore e direttore del Festival dell’Erranza.​


Romolo Trebbi del Trevigiano

Nato nel 1928, Romolo Trevigiano Trebbi ha studiato storia dell’arte e dell’architettura con Lionello Venturi presso l’Università La Sapienza di Roma. Dal 1952 ha lavorato come critico d’arte in Italia. Un anno dopo si trasferisce in Cile iniziando un’esperienza accademica di successo che lo ha portato ad insegnare presso l’Università Cattolica di Valparaiso (dov’è ancora oggi Professore Emerito), Católica de Chile e il Cile, dal prof di Storia dell’Arte. Tra il 1969 e il 1971 è stato vice presidente del Comitato cileno del Centro Internazionale per la Conservazione dei Monumenti e dei Siti, con sede a Parigi. Nel 1981 è stato nominato “Honorary Architetto”, dal Collegio degli Architetti del Cile. Dal 1972 è Visiting Professor della Università Internazionale dell’Arte di Firenze, ed ha anche svolto attività didattica presso le Università di Firenze, Roma (Italia), Nottingham (Inghilterra), Cali (Colombia) e Mendoza (Argentina). I suoi numerosi articoli e saggi sono stati pubblicati da varie riviste nazionali e straniere, Ha lavorato come membro corrispondente e collaboratore della Enciclopedia del mondo dell’arte e della Enciclopedia Universale Larousse.


Salvatore Passeggio

Salvatore Passeggio

Salvatore Passeggio è nato nel 1985 a Napoli dove si forma all’Accademia di Belle Arti laureandosi con il massimo dei voti con la Tesi “Il mercato dell’arte a Napoli”. Nella stessa Accademia inizia a collaborare con il critico Francesco Gallo facendogli da assistente in alcuni Corsi. Ha curato diverse mostre tra le quali, a Napoli: “E son visioni argentate”, in collaborazione con il corso di Fotografia Off Camera del Biennio Specialistico di Fotografia dell’Accademia di Belle Arti di Napoli; “Premio per le arti figurative In Form of Art 2010 al complesso di San Lorenzo Maggiore”; “Diario di un incipit” all’Archivio storico fotografico Parisio. Attualmente lavora anche come assistente dell’artista Betty Bee.


Samantha Catini

Samantha Catini

Se dovessi pensare a me, mi immaginerei in una sala bianca, col pavimento di legno, circondata di libri, pile di riviste e giornali sul tavolo e un portatile aperto davanti agli occhi, intenta a seguire il filo del discorso di un articolo che non vuole riuscire. Sarebbe un’immagine perfetta, che camufferebbe le folli corse di una giornalista trentenne prestata agli uffici stampa – per esigenza o per passione? – da sempre appassionata di letteratura, teatro, cinema, moda e arte. Se non avessi saputo scrivere non so chi sarei oggi, ma ripensando a ciò che scrisse Marinetti, dopotutto “l’arte è per noi inseparabile dalla vita”.


Sandra Querci

Sandra Querci

Sandra Querci. Nata a Prato, vive a Carmignano in Toscana. Redazioni editoriali, traduzioni dal francese. Dal 2012 partecipazione ai cammini di Repubblica Nomade. Con il Gruppo Grafio organizzazione di Itinerari in-versi, una lettura poetica per Lipchitz, Prato, Palazzo Pretorio (2013). Da gennaio 2015 creazione e organizzazione di Poecity – Azioni urbane itineranti di poesia, a Prato. Testi pubblicati nelle raccolte: Grafio, Laboratorio Forme 1, Attucci, 2008; Lungofiume, Quaderni di AFT, Archivio Fotografico Toscano.


Sandro Fogli

Sandro Fogli

Sandro Fogli, fotografo professionista dagli anni ’80, ha lavorato nella pubblicità, nella moda e nell’editoria. Direttore della Fografia per corti e videomaker egli stesso, ha gestito una libreria di settore e dedicata anche al multimediale. Ha esposto alla Galleria Luxardo e alla Nuova Pesa di Roma. Per Cotea ha realizzato il volume “Il Palazzo Reale di Milano”. Vive a Roma, scrive e lavora dove lo portano la sua curiosità e i suoi progetti. web: www.fogli.it facebook: http://www.facebook.com/groups/108860899211387/?ap=1


Sara Mariani

Sara Mariani

Sara Mariani è nata a Firenze nel 1984. Oggi vive a Milano, ma ha passato i primi 25 anni della sua vita nel più docile e assolato Chianti, a San Casciano in val di Pesa. Negli anni del liceo e dell’università ha frequentato corsi di disegno all’Accademia di Belle Arti di Firenze, ha studiato canto jazz e teatro, abbandonando tutto per dedicarsi poi a tempo pieno al giornalismo. Infatti, dopo la Laurea magistrale in Letteratura contemporanea ha deciso di fare un master in giornalismo per dedicarsi, nel modo più “serio” possibile, a quello che le piace di più: la scrittura. Fra le sue collaborazioni più recenti quelle con: “Il Sole 24 Ore”, “Newton”, “La Repubblica” (Milano) e il TgCom. Stagista precaria in attesa di diventare professionista, continua a scrivere e a sperare. http://ludmillarichmond.blogspot.com/


Saul Marcadent

Saul Marcadent

Saul Marcadent, 26 anni, si laurea a luglio 2009 in Editoria Media Giornalismo all’Università di Urbino. Nel 2006, un’esperienza di studio al Politecnico di design di Valencia e una collaborazione con lo spazio milanese d’arte contemporanea Careof lo portano ad interessarsi alle arti visive. Da luglio 2010 coordina la programmazione di una galleria d’arte privata a Vittorio Veneto e, parallelamente, segue dei progetti curatoriali con particolare attenzione al video e all’editoria indipendente, presentati in contesti trasversali come Neon>campobase (Bologna), Lago Film Fest (Treviso), Fondazione Claudio Buziol (Venezia) e MaRT (Rovereto). Ha un blog, nato ad agosto 2010: thisisnotpaper.wordpress.com


Serena Achilli

Serena Achilli

Serena Achilli, studiosa appassionata d’arte contemporanea, è curatrice indipendente e direttore artistico di Algoritmo Festival. Scrive per raccontare la propria contemporaneità cercando con cura pensieri e parole. Ha un Blog in cui c’è tutto questo e altro ancora.


Sergio Falcone

Sergio Falcone

Sergio Falcone è nato nel 1952 e, a se stesso, nel 1968. Sopravvive e scrive a Roma. “Sopravvive”, perché la sua esistenza non è quella vera. Com’egli stesso racconta, ha partecipato alla singolar tenzone degli anni ‘70 e ne è uscito sconfitto per manifesta interiorità. Ha pubblicato nel 2006 una raccolta di composizioni poetiche, Fuggir lontano da dove, per Le Nubi (http://www.lenubi.it/) edizioni. Come narra uno dei suoi critici, la sua è una scrittura del mordersi la lingua, del rimaner senza parole. È una sintassi che stenta a reggere l’urto di ciò che racconta. Il suo blog è Nutopia http://nutopia2sergiofalcone.blogspot.com/


Silvana Kuhtz

Silvana Kuhtz

Silvana Kuhtz è ricercatrice e docente al DICEM dell’Università degli studi della Basilicata a Matera, ha creato i progetti myrevolution.it e poesiainazione.it, di disseminazione di comportamenti sostenibili e diffusione della lettura.


Silvia Vettori

Silvia Vettori

Silvia nasce a Conegliano, una cittadina nelle colline trevigiane. A diciannove anni, una volta ottenuto il diploma linguistico, si trasferisce a Firenze dove frequenta il corso di laurea in Disegno Industriale con indirizzo in Prodotti d’Arredo. Si laurea nel 2008 presentando il suo progetto finale Aspasia: un’imbarcazione da regata per competizioni olimpiche vogata alla veneziana. Emerge la sua passione per il mare e gli yacht e decide di coltivare la sua predisposizione alla creatività e al disegno e la sensibilità per il decò e i componenti d’arredo iscrivendosi al master in Interior Yacht Design e Sovrastrutture tenuto dallo IED a Roma che termina nel 2010. Ad oggi Silvia ha avuto diverse collaborazioni nei più svariati campi artistici: dagli studi di architettura a quelli di yacht design, dalla scenografia cinematografica alla comunicazione digitale.


Simona Antonacci

Simona Antonacci

Storica dell’arte, è specializzanda presso la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università di Siena. Collabora con il Dipartimento educazione del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo e con l’Associazione culturale Wunderkammern.


Simona Canzonieri

Simona Canzonieri

Simona Canzonieri siciliana, in Francia da dieci anni, 3 figli adolescenti, dopo una laurea in chimica ed un lavoro come ricercatrice in una multinazionale italiana, lavora oggi come insegnante di italiano nelle aziende della zona di Marsiglia; traduttrice free-lance, parla 4 lingue fra cui francese, inglese ed olandese; ha collaborato con la pagina letteraria del Corriere Nazionale. Amante di letteratura, yoga, trekking in montagna, Simona si interessa anche di filosofie e spiritualità orientali.


Simona Frillici

Simona Frillici

Simona Frillici nasce in provincia di Perugia nel 1966. Dopo il Liceo Classico frequenta l’Accademia di Belle Arti a Perugia dove si diploma in Pittura nel 1988. Tra le mostre collettive: nel 2000 è invitata al “Premio del Golfo” a La Spezia, e nel 2008 alla “XV Quadriennale” a Palazzo Esposizioni a Roma. Sempre nel 2008 pubblica il libro “Simona Frillici- installazioni 2007/1997” edizioni Damiani. La prima personale è del 1998 quando chiede in prestito per una decina di giorni uno spazio commerciale temporaneamente vuoto nel centro di Perugia e lo occupa totalmente dall’interno fino alla vetrina con i suoi “Oggetti Muti”; una telecamera fissa esterna riprende le reazioni e il movimento dei passanti sulla strada antistante. Nel 2011 progetta e realizza tre eventi che hanno come luogo centrale lo studio d’artista: “Studio d’artista 1” via della Pergola 1, Perugia, 29 Maggio 2011; “Studio d’artista 2/ Mary Judge” via della Pergola 1, Perugia, 9 Luglio 2011; “Artist’s Studio 3: Permeability and Comradery”, Judge’s Studio, Bushwick New York, 9 Settembre 2011. Raccoglie la documentazione dei tre eventi nel sito www.simonafrillici.com. Sempre nel 2011 realizza il suo primo video “Che Cos’è Arte?” esposto nello stesso anno a Palazzo Collicola a Spoleto e al TufanoStudio25 a Milano. Attualmente è impegnata nel portare a termine un work in progress dal titolo “Diario di un’artista”, iniziato nel 2011, in cui analizza il movimento di relazione tra se stessa e alcuni personaggi del mondo dell’arte, a lei vicini.


Simone Verde

Simone Verde

Laureato in Filosofia teoretica a Roma e in Storia dell’Arte all’École du Louvre di Parigi. E’ editor e traduttore professionista, corrispondente a Roma per la trasmissione Effet papillon della francese Canal plus e per il programma La Fabrique de l’Histoire dell’emittente radio France Culture. Ha curato il volume L’oca al Passo di Antonio Tabucchi. Altro su: http://simoneverde.blogspot.com/


Simonetta Martelli

Simonetta Martelli

Simonetta Martelli nasce a Roma dove si laurea in Scienze Politiche. Il desiderio di conoscere gente e paesi la porta in giro per l’Europa, prima in Francia e quindi in Germania dove mette temporaneamente radici. Non prende nemmeno in considerazione i comuni pregiudizi invece impara a capire e ad apprezzare la mentalità e il modo di vivere oltr’alpe. Nei momenti liberi frequenta ogni tipo di mostra o spettacolo; piano piano nasce il desiderio di approfondire e di organizzare in modo organico le sue conoscenze sporadiche in fatto di arte. Nel frattempo rientrata in Italia, si iscrive più che quarantenne al corso di sudi universitari di Storia dell’arte e nel luglio 2010 si laurea. Collabora con recensioni a riviste in Italia e in Germania. Il suo desiderio è far conoscere artisti italiani a Monaco – la città dove ha vissuto oltre vent’anni – e artisti tedeschi in Italia. La sua prima mostra da curatore è a Monaco a settembre 2010. È solo l’inizio.


Sofia Li Pira

Sofia Li Pira

Avvocato, palermitana di nascita ma romana d’adozione, nella sua attività si occupa prevalentemente di diritto d’autore,dei beni culturali e legislazione dello spettacolo. Scrive di arte contemporanea e fotografia, ma anche di lifestyle, cultura e viaggi.


Sonia Patrizia Catena

Sonia Patrizia Catena

Sonia Patrizia Catena si laurea in Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università di Bologna con una tesi in semiotica dell’arte. Ha collaborato con enti e associazioni culturali in ambito artistico e teatrale. Ha contribuito alla formazione e all’inaugurazione della Biblioteca Dürrenmatt, prima biblioteca teatrale specializzata del nord Italia. Collabora con un gruppo di comunicazione e semiotica presso lo IULM di Milano e, parallelamente, segue l’immagine e la comunicazione per un’importante azienda orafa. Coordina la programmazione artistica presso gli spazi dell’Associazione Circuiti Dinamici, segue dei progetti curatoriali alla Sassetti Cultura di Milano. Esperienze preziose e stimolanti che le permettono di entrare in contatto con realtà sempre nuove, senza mai rinunciare alla sua grande passione: la scrittura. Da sempre appassionata di arte, moda, design, architettura e scultura.


Stefania Nardini

Stefania Nardini

Stefania Nardini è romana, giornalista e scrittrice, vive tra Marsiglia e l’Umbria. Per i tipi “Pironti” ha pubblicato “Matrioska”, una storia sulla condizione delle donne in Ucraina e “Gli scheletri di via Duomo”, noir ambientato nella Napoli anni ’70. Autrice di “Jean Claude Izzo, storia di un marsigliese” (ed. Perdisa Pop nel 2011 e riproposto da E/O nel 2015), biografia romanzata del grande autore francese, ha continuato a raccontare Marsiglia in “Alcazar. Ultimo spettacolo” noir- storico pubblicato da E/O nella collana Sabot Age.


Stefano Romano

Stefano Romano

Stefano Romano nasce a Roma nel 1974, laureandosi in Psicologia ed Estetica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università “La Sapienza” di Roma. Dal 2009 lavora come fotografo tra le comunità migranti romane, collaborando anche con il Centro Culturale della Grande Moschea di Roma e con diverse ambasciate asiatiche a Roma; tiene Corsi di Fotografia Interculturale e giornalistica, seminari e Workshop, scrive inchieste e pubblica i suoi reportage su “Frontiere News”.


Stefano Valente

Stefano Valente

Glottologo e lusitanista, studioso delle lingue e letterature ibero-romanze e blogger, Stefano Valente è anche illustratore e comic artist/writer. Scrivere è però la sua “fatica” irrinunciabile. Tradotto anche all’estero, nei suoi romanzi ama incrociare i più diversi generi letterari con una narrazione colta, attenta ai vari livelli di linguaggio – per «addomesticare un animale indomabile: la Meraviglia». 
Il suo titolo più recente è il thriller esoterico La Serpe e il Mirto (1978), appena uscito in nuova edizione. 
Nel poco tempo “libero” si dedica alla diffusione della narrativa breve e della microficción iberica e latino-americana curandone la traduzione nel blog Il Sogno del Minotauro (http://sognodelminotauro.blogspot.com)




Stefano Volpato

Stefano Volpato

Nato nel 1988, risiede tra Bologna, Padova e Treviso. Ha studiato arte moderna e contemporanea a Padova, continua gli studi a Bologna. Collabora dal 2010 con Guido Bartorelli nell’attività di curatela di mostre come Art//Tube. L’arte alla prova della creatività amatoriale (Padova, 2010). Si interessa di arte contemporanea e creatività, in particolare di alcune tendenze attuali: pratiche artistiche di natura collettiva e collaborativa, la creatività amatoriale e diffusa. Più in generale, studia l’influenza dei media sulle pratiche creative ed artistiche attuali e la radice storica di questa evoluzione. Musicista non professionista, suona il basso elettrico con la band Magnetic Sound Machine


Susanna Casubolo

Susanna Casubolo

Susanna Casubolo nasce e vive a Roma, dove lavora come psicologa e psicoterapeuta di formazione strategica integrata. Nel 2005, insieme a Anella Rizzo, pubblica “Autobiografia e musicoterapia come supporto nell’assistenza dei malati di Alzheimer” con Aracne Editrice e nel 2010 “Storie di bambini e di bambine per esorcizzare un incontro. Ovvero la paura di mostrarsi o l’arte di nascondersi all’altro”. Con DEd’A Edizioni ha pubblicato nel 2011 “In Metro” e sta realizzando il social book “People and the city”. Scrive per i portali di informazione “Roma che Verrà”, “Psicologia OK” e “Italia24ore”.


Tabatha Mancini

Tabatha Mancini

Nata e cresciuta a Milano, mi sono laureata in Scienze del Servizio Sociale e poi ho conseguito un Master in Analisi Transazionale. Amo osservare e studiare le dinamiche tra le persone, così come quelle di gruppo. Mi affascinano politica ed economia, nella misura in cui hanno ripercussioni sul nostro quotidiano. Mi piace la lettura in generale, ma prediligo le storie a lieto fine.


Teresa Lucia Cicciarella

Teresa Lucia Cicciarella

Storica dell’arte, curatrice e critica freelance, dopo la Laurea Magistrale in Storia dell’arte contemporanea al DAMS di Palermo si è diplomata alla Scuola di Specializzazione di Siena con Enrico Crispolti, con un lavoro monografico sull’artista Francesco Simeti. Attualmente è cultrice di materia e dottoranda all’Università della Tuscia. Dal 2008 al 2012 ha assistito Sergio Troisi alla direzione artistica dell’Ente Mostra di Pittura Contemporanea “Città di Marsala”; ha collaborato con Riso – Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, con la GAM di Palermo e altre realtà pubbliche e private.


Tiziano Tancredi

Tiziano Tancredi

Tiziano Tancredi è studente di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’università “La Sapienza”. Nasce a Roma e frequenta il liceo classico Terenzio Mamiani. Si occupa di street-art, ambito figurativo/pittorico ed installazioni e i suoi interessi si rivolgono anche all’arte rinascimentale e alle avanguardie. Contemporaneamente collabora con varie gallerie del panorama romano ed ha redatto i testi critici di alcune mostre.


Tobia Donà

Tobia Donà

Tobia Donà (Adria 1971), è architetto, si è laureato a Venezia, sua città d’adozione.
Fin da giovanissimo si occupa di architettura, arte e fotografia, passioni per che gli ha trasmesso il padre scenografo. Tutta la sua formazione verte sulla fusione di questo trinomio, attraverso il quale egli approccia ai suoi progetti. Attualmente è docente a contratto presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e Scenica, scuola di scenografia del melodramma di Cesena, dove insegna “teoria e pratica del disegno prospettico”. Pubblica i suoi scritti sui temi dell’arte e dell’architettura su diverse riviste, locali e nazionali, e saltuariamente sui quotidiani, oltre che diffonderli nel web. In questi anni, tra università, impegni professionali e stage di approfondimento ha avuto modo di collaborare e studiare con importanti personalità della cultura quali: Italo Zannier, Lucien Clergue, Franco Fontana, Enzo Siviero, Peter Shire, Aldo Rossi e Gino Valle. Ultimamente sta portando avanti progetti culturali che mettono in relazione, arte, industria e territorio.


Tommaso Evangelista

Tommaso Evangelista

Tommaso Evangelista (Isernia 1983) è storico e critico d’arte e curatore indipendente. Dopo la laurea specialistica in arte moderna presso l’università La Sapienza di Roma attualmente sta frequentando il master di II livello in mediazione culturale nei musei presso l’università di Roma Tre. E’ studioso di storia e tecniche dell’incisione e delle teorie critiche del Novecento, oltre che del panorama artistico del Molise. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati nella sua regione e diversi cataloghi per esposizioni e per singoli artisti. Pubblicista, scrive regolarmente per testate di settore e per la stampa locale e, attualmente, collabora come critico presso la Galleria Officina Solare di Termoli (CB).


Toni Maraini

Toni Maraini

Toni Maraini (nome d’arte di Antonella Maraini), scrittrice, poetessa, storica dell’arte e studiosa del Maghreb. Dopo gli studi e la laurea in storia dell’arte (Inghilterra, Usa, Francia), vive tra il 1964 e il 1986 in Marocco, dove svolge ricerche, insegna (Università di Rabat), pubblica vari libri e dove, nel 2008, le è stata conferita La Palme de Marrakech per i suoi scritti sull’arte. Ha presentato arti e artisti d’Africa e Maghreb in vari Musei (tra cui New York, Parigi, Grenoble, Bruxelles, Barcellona, Linz, Roma e in Nord Africa) e a ‘Documenta’ di Kassel (2007). Dal 1987 vive in Italia, dove ha pubblicato numerosi libri (narrativa, poesia, storia, saggistica). Ha collaborato a riviste e antologie, pubblicato testi critici su artisti italiani e stranieri, collaborato con artisti (libri d’artista). Impegnata nell’ambito di attività e studi su, e tra, le culture del Mediterraneo, ha tradotto e presentato anche poeti, scrittori, scrittrici. Collabora con vari testi di creazione e con studi e saggi (arte/storia, rapporto Oriente/Occidente, modernità/post-modernità/globalismo) a riviste, antologie, e pubblicazioni universitarie straniere.


Tullia Ranieri

Tullia Ranieri

Tullia Ranieri ha al suo attivo numerose esperienze artistiche. Scrittrice e attrice, collabora con varie Associazioni culturali. Suoi testi sono pubblicati in Antologie varie e su siti Internet. Si è dedicata a progetti sperimentali di diffusione della poesia nelle scuole e alla scrittura e regia di spettacoli e percorsi poetici. Fa parte del gruppo di Scrittura Collettiva di Fefé Editore. Adora Adonis.


Umberto Croppi

Umberto Croppi

Umberto Croppi, Direttore generale della Fondazione Valore Italia (Esposizione permanente del Made in Italy e del Design italiano), docente a contratto presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università “La Sapienza” di Roma, membro del Consiglio Superiore delle Comunicazioni, di cui è stato presidente della IV^ sezione (nuovi media).


Valberici Releganze

Valberici Releganze


Valentina Avanzini

Valentina Avanzini

Nata a Parma nel 1995 e qui incamminata sulla via degli studi umanistici, dal 2014 risiede al Collegio Ghislieri di Pavia. Nell’Ateneo della città studia Lettere Moderne e muove i primi, incerti, decisi passi verso la Storia dell’Arte Contemporanea. Sprovvista della esperienze e della sicurezza che occorrerebbero per parlare di se stessa in terza persona, si limita a seguire ogni strada buona con tutti gli strumenti possibili – che siano un libro, una valigia, un biglietto del cinema. Non sa quello che è, non sa quello che vorrebbe diventare: in mezzo, la voglia di non risparmiarsi e una passione sempiterna per la scrittura e per la cultura dell’Europa centro orientale.


Valentina Ersilia Matrascìa

Valentina Ersilia Matrascìa

Classe 1987, romana di nascita e siciliana d’origine. Comunicatrice e addetta stampa free lance. Dopo gli studi classici si laurea in Lingue e comunicazione internazionale (curriculum Operatori della comunicazione interculturale) e in seguito, presso l’università “La Sapienza” di Roma, si specializza in giornalismo laureandosi con una tesi d’inchiesta sul giornalismo in terra di camorra. Ufficio stampa e social media manager per festival, eventi ed associazioni in particolare in ambito culturale e teatrale oltre che per Europride 2011, Trame – Festival dei libri sulle mafie e per l’agenzia di stampa Omniroma. Collabora con diverse testate occupandosi in particolare di tematiche sociali, culturali e politiche (dalle tematiche di genere all’antimafia sociale passando per l’immigrazione, il mondo Lgbtqi e quello dei diritti civili). Da sempre appassionata di (inter)culture, musica, web, lingue, linguaggi e parole.


Valentina Graziani

Valentina Graziani

Valentina Graziani è nata a Roma, ha studiato storia del cinema, è
vegetariana e vive in un paese arroccato su un colle col marito e un
sacco di gatti. Passa il tempo libero a leggere, risolvere parole
crociate, imparare a usare la macchina per cucire e far sopravvivere
qualche pianticella sul balcone. E tentare di scrivere. Quando si
ricorda, aggiorna il blog V(ale)ntinamente
(valentinamente.worpress.com).


Veronica D'Auria

Veronica D'Auria

Laureata in Scienze Storico Artistiche presso l’Università di Roma “Sapienza”. Co-fonda il C.A.R.M.A.-Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate di cui coordina il gruppo curatoriale (Le Momo Electronique). Dedica attenzione alle arti multimediali in particolare alla videoarte. Ha collaborato con importanti critici ed artisti internazionali, con festival e associazioni: KINEMA, Magmart, Heure Exquise!, CologneOff; e spazi: MACRO di Roma, Museu Belas Artes de São Paulo, White Box di Pechino, MLAC.


Winter Aubergine

Winter Aubergine

Sono toscana, ed ho sempre letto molto da quando ho imparato a farlo, ovvero a quattro anni. Oltre alla lettura ho una passione per gli sport da combattimento e le arti marziali, per il cinema e la birra.
L’indirizzo del mio blog è www.winteraubergine.it.
Il mio nick è, ovviamente, Winter Aubergine.


Contributi di

Adriana Polveroni
Ala Marinetti
Alberto Castelvecchi
Alessandro Berselli
Anita Margiotta
Annalisa Scarpa Sonino
Antonella Sbrilli
Antonello Matarazzo
Antonio Paolucci
Beatrice Buscaroli
Canio Lo Guercio
David Benioff
Diego Mormorio
Eavan Boland
Elisa Ruotolo
Elisabetta Bucciarelli
Emanuela Nobile Mino
Eugenio Viola
Enrica Armaturo
Fabio Benzi
Fabio Isman
Filippo Rossi
Francesco Cascino
Francesco Casoli
Gianluca Marziani
Gigi Proietti
Gillo Dorfles
Giordano Bruno Guerri
Isabella Fusillo
Laura Cherubini
Leeza Hooper
Loredana Lipperini
Luca Massimo Barbero
Ludovico Pratesi
Luther Blisset
Massimo Canevacci
Marcello Smarrelli
Marcello Veneziani
Marco Delogu
Marco Fioramanti
Maria Rosa Sossai
Massimiliano Finazzer Flory
Ottavia Nicolini
Piero Angela
Pietro Fortuna
Pino Galeota
Raffaele Gavarro
Roberto Casiraghi
Roberto Marcatti
Salvatore Settis
Simonetta Bonomi
Stefano Benni
Viviana Gravano