RAVE East Village Artist Residency. Giuseppe Stampone: Il disegno come pratica di resistenza

RAVE East Village Artist Residency  ha di recente inaugurato la sua ottava edizione ospitando in residenza nelle campagne friulane, un artista tra i più significativi del panorama internazionale: Giuseppe Stampone. Durante l’estate l’artista terrà anche un laboratorio insieme ad un gruppo di bambini dell’età della scuola primaria. Con loro aprirà le possibilità di un nuovo Abecedario per rifondare dall’origine il pensiero sulla questione animale.

L’evento che si è aperto a Trieste Contemporanea, con il talk di Giuseppe Stampone Il disegno come pratica di resistenza, in dialogo con Matteo Lucchetti e Teresa Macrì, ha dato vita nei giorni successivi ad una serie di incontri presso la sede RAVE  nella straordinaria cornice del borgo storico di Soleschiano (Ud). 

A cominciare dalla proiezione delle opere realizzate a RAVE progetto fondato da Isabella e Tiziana Pers con Giovanni Marta che si focalizza sul ruolo e sulla responsabilità dell’arte contemporanea nei confronti dell’alterità animale e da un’anticipazione del progetto di Giuseppe Stampone, a cura di Maurizio Bortolotti e Tiziana Pers, fino alla tavola rotonda Il sabato del villaggio, moderata da Pietro Gaglianò.

Tra i partecipanti: Leonardo Caffo, Gabriela Galati, Amos Bianchi, Lori Adragna, Francesca Agostinelli,  Giovanni Gaggia, Silvia Allegri, Daniele Capra, Giuliana Carbi, Giovanna Felluga, Domenico Stinellis, Gino Colla, DMAV, Ryts Monet, Elena Tammaro, Eugenio Fogli, e molti altri.

A sancire la peculiarità del momento, l’incontro tra i partecipanti e gli animali salvati dal mattatoio. L’area talk era infatti allestita i tra i prati dove vivono Wendy e Copper, le cavalle, Toni l’asino, e i nuovi arrivati: Ramses, Cleopatra e Caterina, le oche, e Lorelei, la maialina, salvati ed accolti a RAVE proprio in quei giorni.

Una esperienza unica che vi raccontiamo attraverso la nostra photogallery

www.raveresidency.com

Lori Adragna

Lori Adragna

Lori Adragna nata a Palermo, vive e lavora a Roma. Storico dell’arte con perfezionamento in simbologia, critico e curatore indipendente, dal 1996 organizza mostre ed eventi per spazi pubblici e privati tra cui: Museo Nazionale d’Arte orientale di Roma; Villa Piccolomini, Roma; Museo D'Annunzio, Pescara; Teatro Palladium, Università Roma Tre; Teatro Furio Camillo, Roma; Palazzo Sant’Elia, Palermo; Museo di Capodimonte, Napoli; Complesso monumentale di San Leucio, Caserta; Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese, Roma. Come consulente editoriale e artistico ha collaborato con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali (mostre e cataloghi nel Complesso monumentale di S.Michele a Ripa) e come collaboratore-autore presso l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani. Lavora con la qualifica di content editor presso Editalia, IPZS. I suoi testi sono pubblicati su enciclopedie, libri, cataloghi e riviste, in Italia e all’Estero. Scrive come free lance per numerose riviste specializzate nel settore artistico e collabora con la testata Artribune.

Commenta

clicca qui per inviare un commento