Altaroma – Filippo Laterza, Arte orientale e Moda approdano nella capitale

Durante la kermesse della Moda Altaroma, edizione di gennaio 2018, nella suggestiva location Guido Reni District, il fashion designer Filippo Laterza ha emozionato il suo pubblico con la sua collezione Spring/Summer 2018 dedicata al connubio tra arte e moda.

Ci si è sempre chiesti se in qualche modo la Moda fosse Arte e viceversa. Queste due discipline negli anni si sono fronteggiate, spesso guardate l’una con l’altra.

Se gli artisti sono stati affascinati dall’abbigliamento, come strumento essenziale per dare realismo alle loro raffigurazioni, gli artigiani sarti hanno tratto molte volte le loro ispirazioni dal mondo dell’arte e assunto atteggiamenti che li equiparavano agli artisti.

Per gli studiosi d’arte, l’abbigliamento documentato in un dipinto aiuta spesso la datazione di un’opera d’arte. Viceversa per gli storici della moda, l’abito dipinto dà conto di una storia, del movimento, del materiale e della pesantezza dello stesso.

Il dualismo tra moda e arte ha sempre fatto discutere ed ancora oggi è vivo. Anche se si è arrivati alla consapevolezza che l’uno influenza l’altro.

La Moda non è Arte finché non comunica un messaggio, un’idea, un’emozione: questo è il concetto che ha ispirato la nuova collezione di Filippo Laterza presentata a Roma.

Il tema del fashion show è il viaggio immaginario per La Via della Seta. La collezione è nominata Opera Orientale e segna il passaggio tra Oriente ed Occidente, un cammino fra culture e tradizioni, fra diversi stili e differenti visioni dell’arte. Il designer ha creato un vero e proprio caleidoscopio di costumi dove si fondono innovazione e tradizione.

L’orientale e mitologico si mischiano con i colori e l’audacia della Pop Art. Le maschere Liampu del teatro dell’Opera di Pechino vengono trasportate sui capi indossati dalle splendide modelle. La collezione è ricca di dettagli ricamati a mano.

Particolare importanza è data ai copricapi che si presentano maestosi come vuole la tradizione orientale. Presenti lunghe gonne di micro-balze di tulle oro abbinate a giacche kimono.

Disegni variopinti animano le sete di tuniche bordate di frange. I tagli, i volumi e le forme dell’alta moda italiana sono contaminate da un’emozionante viaggio tra le terre della Cina.

Filippo Laterza, classe 1995, viene da una piccola cittadina in provincia di Bari. Da sempre amante della moda e dopo aver collaborato con vari stilisti, nel 2017 presenta la sua prima collezione all’Alta Moda di Roma.

Il debutto del giovane stilista è un vero trionfo. Già allora Filippo collega la sua linea di pensiero all’arte. La sua prima Collezione è infatti ispirata al movimento Fauvista e all’arte di Henri Matisse.

E’ stato l’unico giovane ospite al White, rassegna milanese sulla moda donna. Dopo la manifestazione è stato segnalato come il nuovo enfant prodige della moda italiana.

AltaRoma, Filippo Laterza website

Martina Capuano

Martina Capuano

Napoletana di nascita, laureata alle magistrali in Scienze Politiche, dopo l’università ha deciso di seguire la sua passione per la comunicazione seguendo il Master in Marketing e Comunicazione per la Moda presso lo IED di Roma. Attualmente si occupa di arte, moda, cultura e spettacolo e scrive per vari magazine online (tra i quali MyWhere) e per art a part of cult(ure).

Commenta

clicca qui per inviare un commento