San Pietro e OSRAM – Nuova illuminazione con 100 mila led dei mosaici e dei sacri tesori

Si è tenuta ieri sera, 25 gennaio 2019, presso l’Aula Paolo VI, la presentazione del nuovo progetto della luce della Basilica di San Pietro.

A presiedere la conferenza stampa, il Cardinale Giuseppe Bertello, Presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano; il Cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano e il CEO di OSRAM Licht AG. Olaf Berlien.

L’efficace ed efficente progetto, di grande risparmio energetico e ad alti contenuti tecnologici, è stato realizzato dalla OSRAM in collaborazione con i tecnici del Governatorato del Vaticano: una sinergia, questa, ormai consolidata dal 2014 dopo le precedenti illuminazioni della Cappella Sistina e delle Stanze di Raffaello.

 

 

Paolo Di Pasquale

Paolo Di Pasquale

Paolo Di Pasquale si forma studiando prima Architettura poi Disegno Industriale a Roma, specializzandosi in Lighting design. Nel 2004 è co-fondatore dello STUDIOILLUMINA, dove si occupa principalmente di Architectural Lighting Design e Luce per la Comunicazione: lo Studio progetta e realizza allestimenti espositivi e museali, ideazione della luce, corpi illuminanti, scenografia notturna - nel settore della riqualificazione urbana e in progettazione di arredi (porti turistici, parchi, giardini, piazze etc.)-, piani della luce per alcuni Comuni italiani e spettacoli di luce. Nel 2007 fonda lo Studio BLACKSHEEP per la progettazione di architettura di interni e di supporto alla pianificazione di eventi, meeting e fiere. E' interessato alla divulgazione della cultura della luce e del progetto attraverso corsi, workshop, convegni e articoli. Ha insegnato allo IED e in strutture istituzionali. E’ docente di Illuminotecnica presso l’Istituto Quasar - Design University Roma di nel corso di Habitat Design e in quello di Architettura dei Giardini. E' Redattore di art a part of cult(ure) per cui segue la sezione Architettura, Design e Grafica con incursioni nell'Arte contemporanea. Dal 2011 aderisce a FEED Trasforma Roma, collettivo di architetti romani che si interroga sul valore contemporaneo dello spazio pubblico esistente, suggerendone una nuova lettura e uso con incursioni e azioni dimostrative sul territorio metropolitano.

1 commento

clicca qui per inviare un commento

  • Meraviglioso restyling, per quel che ci fai vedere e ci dici. Vale il viaggio per ammirarlo da vicino! Grazie.