di

La mostra che non ho visto #51. Francesca Romana Pinzari

Francesca Romana Pinzari in un autoritratto
Francesca Romana Pinzari in un autoritratto

Zurigo 1916, sono una ragazza perbene, la mia famiglia mi ha permesso di studiare musica, letteratura e arte.

Con un gruppo di amici mi reco spesso a mostre e concerti per poi discuterne nelle settimane successive nel salotto buono dei nostri genitori.

Non ero preparata ad assistere alla mostra al Cabaret Voltaire quel pomeriggio. Strani oggetti, anarchia e volgarità sono ovunque. Mi sento sconvolta e infastidita ma allo stesso tempo stimolata e divertita. E’ stato in quel momento che iniziai ad aprire gli occhi.

Dieci anni dopo a Parigi mi perdevo nella bellezza di forme oniriche e surreali, liberavo le mie emozioni e davo libero sfogo al mio subconscio.

Ho seguito quegli artisti fino a New York, dove ho imparato ad apprezzare la gestualità del segno e l’assenza della forma.

Ma la mostra che ha segnato più di tutte la mia formazione doveva ancora arrivare.

E’ nel 1972 che camminando all’interno di una galleria ascolto Vito Acconci masturbarsi sotto il pavimento. Uno dei più celebri body artist di tutti i tempi sta usando il suo corpo per comunicare con me. Non è palesemente nudo davanti ai miei occhi, non si sta ferendo o mordendo. E’ nascosto eppure la sua presenza è totale, il suo essere corporale permea tutta l’architettura della stanza.

Non sono scandalizzata dal suo gesto forse perché non vedendolo non ne percepisco tutta la carnalità.

Mi sdraio sul pavimento per sentire meglio il suo respiro, i suoi gemiti, le sue parole. So che sta parlando a me, solo a me. La mia parte razionale mi dice che ogni fruitore della mostra ha le mie stesse sensazioni ma voglio crogiolarmi nell’idea di essere l’unica. Le assi di legno del pavimento ci dividono ma è come se fossimo uniti allo stesso tempo.

Mi assopisco e muoio, svanisco adagiata sul pavimento per poi nascere in carne e ossa solo qualche anno dopo, neofita di nuovo.

Commenta

clicca qui per inviare un commento

teniamo a bada lo spam * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

La frase della settimana…

Loading

Archivi PDF

Gli articoli non più online li trovi negli Archivi:
Articoli in PDF per mese