R/Esistenza Street Art Gallery ad Antrodoco, Rieti. Lazio Street Art

Valorizzare equivale a dire?
Il bando Lazio Street Art, che vede 10 Progetti vincitori e che la Regione Lazio ha messo in campo per valorizzare e riqualificare in chiave culturale i luoghi e i beni dei comuni del Lazio ci da una risposta chiara e convincente.

R/ESISTENZA – Street Art Gallery, iniziativa culturale di grande qualità artistica presentato dal Comune di Antrodoco e risultato vincitore sulla Provincia di Rieti, del bando citato.

La direzione artistica di R/ESISTENZA è firmata da Marco Paciotti e Alin Cristofori, del progetto artistico Ondadurto Teatro che, attraverso il coinvolgimento di artisti esponenti di spicco della Street Art, intendono favorire la sacrosanta promozione di un turismo artistico-culturale nel territorio.

La veste grafica è curata da Warios One parte del gruppo internazionale Calligraffiti Ambassadors, collettivo artistico creato da SHOE che unisce Calligrafia e Graffiti in una forma d’arte unica.

R/ESISTENZA ha l’obiettivo di valorizzazione l’identità culturale del luogo, seguita dal coinvolgimento della cittadinanza e dalla promozione di una cultura accessibile a tutti i cittadini. Gli street artist coinvolti sono tra i nomi di punta del panorama internazionale, che li ha visti al lavoro dai primi di marzo.

STEN-LEX sono tra i pionieri dello stencil poster, tecnica che li ha resi celebri tra gli urban artists italiani. Introdussero massicciamente a Roma negli anni 2000 la tecnica della hole school attraverso un’iniziale ricerca sullo stencil, particolare, che consiste nell’applicare la mezza tinta allo stencil, composto da centinaia di punti e linee che spinge lo sguardo dello spettatore alla variazione della percezione delle forme a seconda della prospettiva di visione, per giungere in una decina di anni  all’evoluzione dell’invenzione dello stencil poster.

Questa è una tecnica realizzata applicando dell’adesivo collante su di un poster sulla superficie, ritagliando porzioni della figura, e dipingendo sopra la matrice, infine strappando la carta emerge la figura finale, mentre su un’opera all’aperto la carta, con il tempo, si rimuove naturalmente. Questi processi metamorfici prendono una forma loro e donano alle opere un’evoluzione temporale, annientando l’originario significato del termine stencil cioè la sua riproducibilità.

A loro segue LUCAMALEONTE, che firma le sue opere con la tecnica stencil dal 2001 al 2011 sui muri, applicando nel tempo variazioni alla tecnica minuziosa che contraddistingue il suo lavoro, utilizzando pennelli e dipingendo a mano libera, dandogli così quel carattere d’espressione naturale e di maggiore libertà d’esecuzione.

Il neomuralismo d’autore si mostra con NEVE (Danilo Pistone), pseudonimo con cui si faceva chiamare da bambino. Nel 1995 inizia a dipingere sui muri, e da allora ininterrottamente prosegue la sua arte in Italia, Francia, Grecia, Germania, Inghilterra, Spagna e Svizzera, sperimentando linguaggi e tecniche diverse.
L’artista realizza magistralmente dapprima il disegno sul muro, cosa non semplice data la precisione ritrattistica e le grandi dimensioni delle sue opere, per poi trattarlo e concludendolo con il solo utilizzo dello spray.

Alessandra Carloni lavora come pittrice e artista dal 2009, e allo stesso tempo lavora come street artista, le sue opere sono a Roma, Milano, Firenze, Torino, Marsala, Sulmona, Savona, Venezia, Rovigo, Caserta, Lussemburgo. Il mondo pittorico e surreale dell’artista avvolge naturalmente di realtà tutto ciò che mostra, facendolo apparire credibile.

Il Comune di Antrodoco si trasformerà, così, in galleria urbana, grazie allo sviluppo che l’arte racconta nel percorso creato dagli artisti, spaziando nei quattro luoghi scelti, formando così una “galleria d’arte a cielo aperto”.

Questa scelta contribuirà alla rinascita del territorio, pensato come forma di aggregazione e cambiamento sociale, favorendo la convivenza tra tradizione e innovazione, attraverso l’uso di un linguaggio artistico come la Street Art, capace di emozionare lo spettatore coinvolgendolo visivamente ed emotivamente.

Questo è l’inizio di quello che potrebbe e dovrebbe diventare un nuovo polo internazionale di Street Art, ammirevole esempio di un comune, come galleria in continuo divenire, che annualmente si pregia di opere nuove firmate da grandi autori.

La collaborazione tra il Comune di Antrodoco e il progetto artistico Ondadurto Teatro che, già da anni, è promotore di una serie di iniziative di accrescimento dell’offerta culturale, producendo uno sviluppo sostenibile, condiviso e organico; un processo fondamentale di ripresa della vita non solo artistica per un’area duramente colpita dal sisma del 2016 come Antrodoco.

È una maniera che colpisce direttamente al cuore quella di contribuire a riqualificare e valorizzare nel senso migliore del termine, fin troppo travisato e abusato, far rinascere la vita in luoghi che hanno fortemente sofferto.

La lodevole iniziativa è l’ennesimo tassello che si aggiunge all’azione di rigenerazione dell’area, intrapreso dalla presente Amministrazione Comunale con il desiderio di proiettare il comune come uno dei centri più vivaci della Provincia di Rieti, dove si coniugano sinergicamente arte e cultura, tradizione e innovazione.

Attraverso tutto ciò Antrodoco si candida tra i Borghi del Lazio in cui si rafforza un’idea di “turismo delle differenze”: un turismo che rinnova i canoni dell’accoglienza con modalità integrate e diffuse, trasportando i beni culturali e paesaggistici, in primo piano, al fianco dell’innovazione sia tecnologica che culturale, come beni essenziali che questo territorio ha da offrire per un degno stile di vita sostenibile e aperto con speranza al futuro.

Biografie Artisti

  • STEN-LEX – Sten (Roma, 1979) e Lex (Taranto, 1980), tra gli street artist più noti e apprezzati a livello internazionale. Nel 2008 Banksy li invita a partecipare al Cans Festival di Londra, insieme ai maggiori rappresentanti della stencil art internazionale. Nel 2012 realizzano una facciata esterna del Museo MACRO di Roma, sotto la guida di Bartolomeo Pietromarchi e, nello stesso anno, espongono i loro lavori nella galleria Magda Danysz di Parigi e Shanghai. A partire da quest’ultima mostra, il duo inizia a lavorare su forme astratte, raffigurando fino ad oggi astrazioni di paesaggi industriali ed urbani. Sten Lex hanno esposto, tra gli altri, al Museo de Arte Contemporáneo di Oaxaca (MX), al MACRO di Roma (IT), al Museo Caradente di Spoleto (IT), al Centre de la Gravure et de l’Impage Imprimée (BE), lo Street Art Museum di San Pietroburgo (RU) e La Condition Publique di Roubaix (FR).
  • LUCAMALEONTE – Classe 1983, di Roma, città dove vive e lavora. Laureato all’Istituto Centrale per il Restauro della Capitale, ha realizzato i suoi primi lavori sui muri capitolini nel 2001. La tensione costante al perfezionamento della tecnica dello stencil, ha fatto di Lucamaleonte un artista dallo stile inconfondibile. Ha esposto in oltre 50 mostre tra personali e collettive, dal 2004 ad oggi, (Londra, Roma, Berlino, Parigi, Barcellona, U.S.A., Australia). Insieme a Sten Lex, è organizzatore del festival International Poster Art a Roma. Nel 2010 e nel 2011, è stato chiamato con gli Orticanoodles, a tenere due workshop al MART di Trento e Rovereto. Recentemente è stato ospitato dall’Ambasciata ItaloBrasiliana per il progetto Mural Italia-Brasil, per il quale ha realizzato diversi interventi murali a Salvador in Brasile (2012). Negli ultimi anni ha esposto in diversi musei in giro per l’Europa e continua a viaggiare per dipingere murales in tutto il mondo.
  • NEVE – Considerato uno degli esponenti più rinomati del neomuralismo in Italia, Neve (classe 1986), ha dipinto a mano libera muri iperrealistici di titaniche dimensioni in tutta Europa e ha esposto opere ovunque nel mondo. La sua attitudine alla ricerca, si esprime nello sperimentare svariate tecniche e linguaggi artistici, che si incontrano nel connubio tra arte urbana e classicismo estetico, attraverso l’uso caratteristico del figurativo come mezzo di espressione e dello sfondo nero, che gli consente di rappresentare solo la luce. Dal graffitismo alla street art, dalla performance concettuale all’accademismo classicista, Neve potenzia la sua capacità espressiva con il neomuralismo, realizzando imponenti interventi murali in stile iperrealistico, con una incredibile tecnica nell’utilizzo dello spray.
  • ALESSANDRA CARLONI – Nasce a Roma nel 1984, dove vive e lavora. Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Roma nel 2008, con la cattedra di Celestino Ferraresi e si laurea nel 2013 in Storia dell’arte Contemporanea, presso l’Università “La Sapienza”. Dal 2009 inizia la sua attività come pittrice e artista, esponendo in personali e collettive in gallerie di Roma e altre città italiane, vincendo diversi premi e concorsi. In parallelo inizia la sua attività anche come street artist, realizzando opere murali nelle città di Roma, Milano, Firenze e Torino.

R/ESISTENZA – Street Art Gallery ha inaugurato virtualmente Sabato 20 marzo 2021 e, quando l’emergenza sanitaria lo permetterà, probabilmente a breve, si svolgerà l’inaugurazione istituzionale in presenza. Ma le opere, quelle, intanto, sono visibili sempre, gratuitamente e da tutti…

Altre Info

 

Roberto Civetta

Roberto Civetta

E’ Maestro d’arte, si diploma all’Istituto d’Arte Silvio D’Amico di Roma - è qualificato Restauratore di Beni Culturali e si occupa della conservazione di opere d’arte per mostre Nazionali e Internazionali. Cura costantemente progetti, consulenze, per la manutenzione e la conservazione e restauro di Beni Culturali, in Italia e all’estero, sia per Enti Pubblici che privati e collabora con alcune Università. Nel 2012 al Campidoglio, è stato insignito dell’onorificenza, “Premio Personalità Europea dell’Anno”, dal Centro Europeo Cultura Turismo e Spettacolo. Presenta Convegni e ha pubblicato diversi suoi lavori in volumi scientifici d’arte. Scrive e realizza video per i Social Network sui temi: arte, ambiente e umanità. E’ Consulente di Governo per la Struttura di Missione degli Anniversari Nazionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

2 commenti

clicca qui per inviare un commento

  • Interessantissima iniziativa artistica, trovo che il rilancio culturale delle zone socialmente depresse o colpite da eventi naturali avversi allo scopo di attirare il turismo e quindi aiutare gli abitanti del luogo a risollevarsi economicamente ma, cosa ancor più importante, moralmente, sia una cosa che di per sè sviluppi un’attrattiva unica nel suo genere. Grazie Roberto per averci reso partecipi di questa bella iniziativa.