di

Arte Compressa #27- MIART di consolidamento ed espansione. Parola di Alessandro Rabottini

MIART – logo

È iniziato il conto alla rovescia per MIART, l’ormai indispensabile appuntamento per gli addetti ai lavori del mndo e del Sistema dell’Arte. La fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano apre le sue porte dal 31 marzo al 2 aprile radunando le migliori proposte dal mondo del collezionismo, delle gallerie e delle istituzioni sotto la nuova direzione artistica di Alessandro Rabottini. Il neo-eletto ha affermato, nell’incontro con la stampa – 23 gennaio 2017 a  Palazzo Reale -, che questa “22esima edizione sarà di consolidamento ed espansione”. Staremo a vedere come e quanto ciò darà frutti e possa far fiorire anche il lavoro, già iniziato da tempo, e la possibilità di “sperimentare strategie istituzionali alternative a quelle consuete”. L’obiettivo di Rebottini, al suo primo mandato dopo i quattro anni di Vincenzo de Bellis, è quello di accelerare un percorso che porti miart ad essere “attiva nella produzione moderna e contemporanea durante tutto l’anno e non solo nei tre giorni dell’evento fieristico”,  come è affermato pure nel Sito della kermesse che vuole, quindi, farsi “collettore di ambiti, strutture ed esperienze variegate in grado, da una parte, di connettere tra loro le specificità che esistono nel tessuto culturale ed economico di Milano, dall’altro, di incubare importanti realtà internazionali.”

www.miart.it

Commenta

clicca qui per inviare un commento