[kalporz] Quando i Sigur Rós diventarono “allegri”

immagine per Sigur Rós

Una domanda: anche a voi la copertina di “Með Suð Í Eyrum Við Spilum Endalaust” dei Sigur Rós (+info) è sempre sembrata un dipinto? No? Allora sono io il pessimo osservatore. In ogni caso, a scanso di equivoci, trattasi di una fotografia (del newyorkese Ryan McGinley).

Che mi ha sempre trasmesso un grande senso di libertà . Perché quella foto rappresentava in maniera straordinariamente esatta la trasformazione che fece la band islandese in quell’album, quella svolta allegra che ancor oggi non ci si crede.

Una fantastica “svolta allegra”, che non posso spiegare meglio della recensione dell’epoca di Piero, a cui vi rimando.

E la copertina è talmente una perfetta rappresentazione che fu utilizzata dagli stessi Sigur Rós come idea per il video del primo estratto, “Gobbledigook”. Il tema era inoltre il protagonista di una mostra dello stesso Ryan McGinley, “I Know Where The Summer Goes” , che si tenne tra aprile e maggio 2008.

immagine per Sigur Rósimmagine per Sigur Rósimmagine per Sigur Rós

“Með suð í eyrum við spilum endalaust” ha compiuto 10 anni lo scorso 20 giugno, ed è ancora qui che ci mette di buonumore perché ci rappresenta come l’importante sia fare le cose con umanità, con entusiasmo, in maniera sincera e spontanea.

Insomma, come se le facessimo nudi.

(Paolo Bardelli)


Kalporz è nato ormai un bel po’ di anni fa, nel 2000, per essere un contenitore di recensioni ed articoli musicali, scritti con cura cercando di essere competenti e curiosi. Il progetto editoriale è in regime di Creative Commons (CC BY-NC-ND 3.0 IT), ovvero tutti possono redistribuire i nostri contenuti, citando “Kalporz” come fonte. Ci muove dunque uno spirito libero di condivisione tra persone entusiaste della musica, e continueremo a gestire Kalporz unicamente per passione.
Le ragioni della collaborazione tra Kalporz e art a part of cult(ure) puoi leggerle qui.

Kalporz

Kalporz

Kalporz è nato ormai un bel po’ di anni fa, nel 2000, per essere un contenitore di recensioni ed articoli musicali, scritti con cura cercando di essere competenti e curiosi. Il progetto editoriale è in regime di Creative Commons (CC BY-NC-ND 3.0 IT), ovvero tutti possono redistribuire i nostri contenuti, citando “Kalporz” come fonte. Ci muove dunque uno spirito libero di condivisione tra persone entusiaste della musica, e continueremo a gestire Kalporz unicamente per passione.

Commenta

clicca qui per inviare un commento