Arte compressa # 34 – Cinquant’anni della Temple University

Francesco Impellizzeri, WalKing MAN

I cinquant’anni della Temple University, sita nella grande Villa Caproni, vengono festeggiati con una mostra dove espongono artisti rappresentativi del percorso della galleria. 50 x 50 x 50 Cinquanta artisti festeggiano i cinquant’anni della Temple University Rome è a cura di Shara Wasserman che dal 1990 ha trasformato lo spazio in un punto di riferimento per l’arte romana lavorando con artisti italiani e stranieri e relazionandosi con le istituzioni.

Villa Caproni, sul Lungotevere Arnaldo da Brescia 15, diventa un luogo preposto ad ospitare borsisti americani in residenza a Roma nel 1966, grazie a Charles Le Claire, professore di pittura alla Temple University di Philadelphia. Inizialmente gli studenti qui ospitati erano dieci l’anno, ora si è giunti ad un numero di più di cinquecento grazie al lavoro svolto dalla Wasserman che lo ha fatto quindi diventare un luogo espositivo di rilievo.

Dichiara la Wasserman:

“Sono molto riconoscente all’ambiente artistico romano, e in particolare modo agli artisti, che mi hanno appoggiata, sostenuta, e incoraggiata nello sviluppo della missione della Gallery of Art e della sua linea intellettuale artistica”. 

LUTTI è la prima mostra della galleria, allestita nell’autunno 1990 con i lavori di Felice Levini, Mariano Rossano, Giuseppe Salvatori e Bruno Ceccobelli; mentre la prima performance è stata Strilli di Francesco Impellizzeri che ne riproporrà una creata apposta per l’occasione, WalKing Man, della durata di 50”, ripetuta varie volte nel corso della serata di inaugurazione. La linea della galleria è fondata sul criterio di democraticità per cui lo spazio ha accolto tutti i linguaggi, dalla pittura figurativa, a quella astratta e concettuale, dalla scultura alla installazione, ma anche la musica, la poesia, la fotografia, l’architettura, l’incisione e la performance.

Espongono in questa occasione diverse generazioni di artisti, da Felice Levini a Giuseppe Salvatori, da Carla Accardi a Luigi Ontani, da Alfredo Pirri a Gianni Dessì, da Giovanni Albanese a Paola Gandolfi, da Stefania Fabrizi, Claudia Peil, Marco Colazzo, Mauro Di Silvestre, Elvio Chiricozzi a Daniela Monaci, Maurizio Savini, Pietro Ruffo, Pietro Fortuna, da Piero Mottola, Stefano di Stasio ad Adele Lotito, Anna Romanello, Barbara Salvucci, insieme a tanti altri e a I Martedì Critici.

Info mostra

 

Claudia Quintieri

Claudia Quintieri

Claudia Quintieri, classe ’75, è nata a Roma, dove vive e lavora. Si è laureata in Lettere indirizzo Storia dell’arte. È giornalista, scrittrice e videoartista. Collabora ed ha collaborato con riviste e giornali in qualità di giornalista specializzata in arte contemporanea. Nel 2012 è stato pubblicato il suo libro "La voglia di urlare". Ha partecipato a numerose mostre con i suoi video, in varie città. Ha collaborato con l’Associazione culturale Futuro di Ludovico Pratesi. Ha partecipato allo spettacolo teatrale Crimini del cuore.

Commenta

clicca qui per inviare un commento